Posts Taggati ‘Università del Salento’

corti,Università del Salento

SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO “UNISALENTO SUPERCORTI”: IN 60 SECONDI L’UNIVERSITÀ DEL SALENTO DAL PUNTO DI VISTA DEGLI STUDENTI

SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO “UNISALENTO SUPERCORTI”: IN 60 SECONDI L’UNIVERSITÀ DEL SALENTO DAL PUNTO DI VISTA DEGLI STUDENTI

DIREZIONE ARTISTICA DI DAVIDE BARLETTI, PATROCINIO DI “APULIA FILM COMMISSION”, AI VINCITORI DUE VIAGGI PER IL FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA

 

UniSalentoSupercorti_scad25052016C’è tempo fino alle ore 12 del 25 maggio 2016 per partecipare alla seconda edizione di “UniSalento Supercorti”, il premio che promuove la realizzazione di piccoli cortometraggi per raccontare in modo positivo, originale e inedito l’Università del Salento dal punto di vista della comunità dei suoi studenti universitari

Novità di questa edizione sono la direzione artistica del regista Davide Barletti, il patrocinio di “Apulia film commission” e due viaggi con ingresso per la Mostra del Cinema di Venezia per i vincitori.

Due i temi che potranno essere sviluppati: “UniSalento: vi racconto la mia Università” e “UniSalento: vi racconto il mio Corso”; in entrambi i casi si dovrà citare espressamente l’Università del Salento (e nel secondo caso anche il corso di laurea frequentato) e una o più delle parole chiave “ricerca”, “innovazione”, “scienza”, “studio”, “studenti”, “libri”, “tecnologia”, “territorio”, “mondo”, “integrazione”, “inclusione sociale”.

I corti potranno essere girati sia all’interno delle sedi universitarie che all’esterno; i protagonisti del cortometraggio dovranno essere sia di genere maschile che femminile e di nazionalità sia italiana che non-italiana; i corti dovranno avere durata massima di 60 secondi, e potranno essere girati con qualsiasi mezzo di ripresa, compresi smartphone e tablet.

Per i primi classificati delle due sezioni, un viaggio con ingresso al prossimo Festival del Cinema di Venezia del valore di 700 euro; i corti secondi e terzi classificati riceveranno abbonamenti di ingresso presso cinema convenzionati. I corti saranno valutati da una commissione presieduta, appunto, dal regista Davide Barletti.

Il bando completo e le modalità di partecipazione collegandosi a www.studiarealecce.unisalento.it/supercorti

 

Leggi Tutto Nessun Commento

lecce,puglia,scrittori,Università del Salento

Una giornata dedicata allo scrittore siciliano Vincenzo Consolo

Una giornata di studi dedicata all’opera dello scrittore siciliano Vincenzo Consolo è in programma a Lecce mercoledì 20 aprile 2016, su iniziativa della cattedra di Letteratura italiana contemporanea del professor Antonio Lucio Giannone dell’Università del Salento (Dipartimento di Studi Umanistici).

0001 3La giornata, organizzata in occasione della pubblicazione dell’opera completa dello scrittore nei “Meridiani” Mondadori, sarà articolata in due momenti: alle ore 11, nel Padiglione Chirico del Monastero degli Olivetani, si terrà un seminario di studi con il professor Gianni Turchetta, ordinario di Letteratura Italiana contemporanea all’Università degli Studi di Milano e curatore del Meridiano, su “Il sorriso dell’ignoto marinaio e Le pietre di Pantalica di Vincenzo Consolo:
un (anti-)romanzo storico e un romanzo storico potenziale”; alle ore 18.30, presso la Libreria Liberrima (Corte dei Cicala,1 – Lecce) sarà presentata “Consolo. L’opera completa”, alla presenza del curatore Gianni Turchetta, del professor Giannone e di Maria Teresa Pano, dottoranda di ricerca presso l’Ateneo salentino.

 

Vincenzo Consolo è uno degli esponenti più significativi della letteratura italiana del secondo Novecento. Nato nel 1933 a S. Agata di Militello (Messina), nel 1968 si trasferì a Milano in seguito all’assunzione in RAI, in qualità di funzionario addetto ai programmi culturali. Qui vivrà e lavorerà fino alla sua morte, avvenuta nel gennaio 2012, alternando frequenti e sofferti ritorni in Sicilia. Fra i suoi romanzi “La ferita dell’aprile” (1963), con cui esordì in campo letterario; “Il sorriso dell’ignoto marinaio” (1976), considerato il suo capolavoro; “Retablo” (1987, premio Grinzane); “Nottetempo, casa per casa” (1992, premio Strega); “Lo Spasimo di Palermo” (1998). Consolo ha svolto anche un’intensa attività giornalistica e saggistica, quest’ultima parzialmente raccolta nella silloge “Di qua dal faro” (1999).

Leggi Tutto Nessun Commento

iniziative,salento,Sport,Università del Salento

“CONOSCIAMO LO SPORT”: IL 18 APRILE IN RETTORATO INCONTRO CON IL COMITATO ITALIANO PARALIMPICO

Conoscere e avvicinarsi allo sport paralimpico: è l’obiettivo del workshop “Conosciamo lo Sport”, in programma all’Università del Salento lunedì 18 aprile 2016 alle ore 16 nella sala conferenze del Rettorato (piazza Tancredi 7, Lecce), al quale parteciperanno i rappresentanti del Comitato Italiano Paralimpico (CIP).

Università del SalentoCon l’intervento dei delegati regionali e nazionali delle diverse discipline e di un “classificatore” medico che spiegherà i criteri sulla base dei quali si stabilisce l’appartenenza alle diverse categorie sportive, verranno illustrate le discipline sportive per atleti con disabilità promosse dal Comitato. Gli studenti con disabilità che parteciperanno all’incontro potranno esprimere interesse verso una o più discipline sportive, e iscriversi ad attività che verranno realizzate in collaborazione con il Centro Universitario Sportivo Lecce e con le Federazioni coinvolte.

Dopo i saluti di Eliana Francot, Delegata del Rettore alla Disabilità, del Presidente del CIP Puglia Giuseppe Pinto, del Delegato provinciale del CIP Lecce Antonio Vernole, del Delegato provinciale CONI Lecce Antonio Pascali e del Presidente nazionale FIPIC (Federazione Italiana Pallacanestro in carrozzina) Fernando Zappile, il workshop si svolgerà con gli interventi di:

  • Francesco Manfredi, medico classificatore CIP, su “Importanza della attività sportiva per le persone con disabilità”
  • Roberto Barigozzi, delegato regionale FIPIC – Federazione Italiana Pallacanestro in carrozzina
  • Floriana De Vivo, delegata regionale FISDIR – Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale
  • Francesco Piccinini, delegato regionale FINP – Federazione Italiana Nuoto Paralimpico
  • Antonio Salonna, delegato regionale FISPES – Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali
  • Antonio Potenza, delegato regionale FISPIC – Federazione Italiana Paralimpica Sport per Ipovedenti e Ciechi
  • Renato Martino, Presidente Regionale FIS – Federazione Italiana Scherma

 

Sito web: http://www.comitatoparalimpico.it

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,eventi,lecce,puglia,scientifica,settimana,Università del Salento

DAL 14 AL 20 APRILE ALL’UNIVERSITÀ DEL SALENTO TORNA LA “SETTIMANA DELLA CULTURA SCIENTIFICA”

SEMINARI, MOSTRE, DIMOSTRAZIONI SPERIMENTALI, VISITE AI LABORATORI ED EVENTI APERTI AL PUBBLICO

DAL 14 AL 20 APRILE ALL’UNIVERSITÀ DEL SALENTO TORNA LA “SETTIMANA DELLA CULTURA SCIENTIFICA”

ATTESI OLTRE 1.500 STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI DI LECCE, BRINDISI E TARANTO

  

Seminari, mostre, dimostrazioni sperimentali, visite ai laboratori ed eventi aperti al pubblico per conoscere da vicino la realtà della ricerca: torna all’Università del Salento la “Settimana della Cultura Scientifica”, iniziativa nata dalle linee guida del progetto ministeriale “Piano Lauree Scientifiche”, al quale l’Ateneo salentino aderisce sin dalla fondazione nel 2003 per i Corsi di Laurea in Fisica e in Matematica.

Appuntamento dal 14 al 20 aprile 2016 nella sede del Dipartimento di Matematica e Fisica “Ennio De Giorgi” (complesso Ecotekne), ma anche presso il CNR Nanotec (complesso Ecotekne) e a Palazzo dei Celestini: attesi oltre 1.500 studenti provenienti dalle scuole superiori delle province di Lecce, Brindisi e Taranto. L’obiettivo principale è infatti avvicinare i giovani interessati alle materie scientifiche di base, ProgrammaSettimana2016anche approfondendo le attività di ricerca del Dipartimento. Sarà presente un punto di orientamento e informazione alla scelta universitaria a cura del COrT – Centro Orientamento e Tutorato dell’Ateneo.

 

Il programma:

giovedì 14 aprile (9.30-12.30)

“C’è un sacco di Scienza giù in fondo… al Nanotec”

a cura di Gabriella Zammillo, CNR Nanotec (Istituto di Nanotecnologia del CNR)

  • A cavallo di un’onda (G. Maruccio, I. Tarantini, A. Melcarne, A.G. Monteduro)
  • Cos’è la fotochimica (G. Accorsi)
  • Fogli di luce (A. Genco, M. Pugliese, F. Mariano, S. Carallo, V. Maiorano, G. Gigli, M. Mazzeo)
  • Nano-Pillole contro il cancro (N. Hanafy, C. Nobile, S. Leporatti)
  • Microfluidica effervescente (A. Zizzari, M. Bianco, E. Perrone, L. Del Mercato, V. Ari)
  • La chimica inorganica: dalla sintesi all’applicazione (G. Corrente, A. Capodilupo)
  • Nanoparticelle inorganiche (L. Carbone, P. D. Cozzoli, A. Fiore, A. Quarta, R. Scarfiello)
  • Nanosistemi per applicazioni biomediche (L. Blasi, A. Quarta, A. Zacheo)
  • Fluidi di luce (L. Dominici, G. Lerario)

venerdì 15 aprile (9.30-12.30)

“La matematica nascosta nella vita quotidiana”

  • 9.30: Il sistema crittografico RSA: la vittoria matematica di una sfida lunga duemila anni (D. Massafra)
  • 10: L’alGOOritmo da 60 miliardi di dollari (A. Benevento)

“Seminari di Astrofisica”

  • 10.45: De l’infinito, universo et mondi (D. Licchelli – Osservatorio R.P. Feynman)
  • 11.30: Black Holes (A. Nucita)

venerdì 15 aprile (9-13 e 15-19) e sabato 16 aprile (9 -13)

  • Visita al Planetario (Y. Maruccia, A. Nucita, G. Alemanno)
  • C’è vita su Marte? : Open Lab Astrofisica (Marcella D’Elia, F. Mancarella)
  • Una passeggiata nello spazio: mostra guidata (L. Manni, M. Giordano)
  • Datazione al radiocarbonio (Marisa D’Elia)

domenica 17 aprile (10-13, 15-19), Palazzo dei Celestini (Lecce)

“Un Barocco di stelle”, visita al Planetario e mostra sul Sistema Solare (Y. Maruccia, A. Nucita, F. Mancarella, L. Manni, G. Alemanno, M. Giordano); info a ylenia.maruccia@le.infn.it

 

lunedì 18 aprile (9.30-12.30)

“Inseguendo un’onda”

  • 9.45: Pulsazioni, bande, spettri: la matematica delle oscillazioni e delle onde (A. Leaci)
  • 11: Onde gravitazionali: storie e prospettive di una grande scoperta (G. Losurdo – INFN Firenze)

 

lunedì 18 aprile (15-18)

Giornata di condivisione del Piano Lauree Scientifiche – Fisica (i ragazzi delle Scuole Superiori presentano e condividono le attività dei Laboratori di Fisica)

martedì 19 aprile (9.30-13)

Seminari e visite ai Laboratori del Dipartimento e dell’INFN di Lecce

  • La Fisica al servizio della Medicina (G. De Nunzio)
  • Fotoni: il futuro dell’informazione (M. Mazzeo)
  • La Fisica in cucina (D. Delle Side)
  • Luce sull’atmosfera (P. Burlizzi, F. De Tomasi, M.R. Perrone, S. Romano)
  • SUSY messa alle strette da MEG (G. Chiarello, C. Chiri, A. Pepino, G. Tassielli)
  • Grandi occhi puntati sul cosmo remoto (M. R. Coluccia, L. Perrone)
  • Microscopia a Forza Atomica, Nanotecnologie Laser, Ottica e Optometria (A. P. Caricato, M. Martino)
  • Centro di Calcolo (R. Vitolo)
  • Officina Meccanica (a cura del personale tecnico del Dipartimento)

mercoledì 20 aprile (9.30-13)

“Fisica delle Interazioni Fondamentali”

  • 9:  Particle Fever (proiezione del film sulla scoperta del bosone di Higgs, a cura della Biblioteca – Sezione di Fisica, con la partecipazione di F. Bossi, Direttore INFN Lecce)
  • 11.15: Premiazione concorso di fotografia “La matematica in uno scatto”

“Storie matematiche”

  • 11.30:  Dealing with infinity (P. Vergallo)
  • 12: La tenebra in fondo alle parallele: un nuovo mondo dal nulla (F. Esposito)
  • 12.30: Calculus vs Infinitesimalrechnung: storia di una guerra di soli vincitori (A. Carbotti)

 

Per contatti e prenotazioni: andrea.ventura@unisalento.it, 0832 297414 o 339 3876348

Leggi Tutto Nessun Commento

Università del Salento

GIORNATE DEI MUSEI UNISALENTO

UN VIAGGIO DENTRO LA CONOSCENZA ALLA SCOPERTA DELLE COLLEZIONI CUSTODITE NEI 7 MUSEI UNIVERSITARI

Un viaggio dentro la conoscenza, alla scoperta delle splendide collezioni custodite nei sette musei dell’Università del Salento: appuntamento il 17 e 18 marzo 2016 con la prima edizione delle “Giornate dei Musei UniSalento”. Università del Salento

Per cominciare, giovedì 17 marzo a partire dalle ore 9, nella sala “Open Space” del Comune di Lecce (Piazza Sant’Oronzo), dopo i saluti del Rettore Vincenzo Zara, il professor Fausto Barbagli, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Musei Scientifici, e la dottoressa Francesca Spatafora, Direttrice del Museo Archeologico “Antonino Salinas” di Palermo, illustreranno l’apporto dei musei scientifici e dei musei storico-archeologici alla cultura italiana. A seguire, i Direttori dei sette musei illustreranno le strutture dell’Ateneo salentino: Museo dell’Ambiente MAUS – Storia della Scienza e della Natura (Genuario Belmonte); Museo di Biologia Marina di Porto Cesareo (Ferdinando Boero, Anna Maria Miglietta), Museo Diffuso di Cavallino (Grazia Semeraro), Museo su Ecologia degli Ecosistemi Mediterranei di Otranto (Alberto Basset), Museo Papirologico (Mario Capasso), Museo Storico-Archeologico MUSA  (Mario Lombardo, Grazia Maria Signore), Orto Botanico (Antonella Albano). Il programma dettagliato in allegato. 

Venerdì 18 marzo i musei saranno aperti alla cittadinanza e alle scuole, con visite guidate e attività laboratoriali gratuite, dalle ore 8.30 alle ore 13, in collaborazione con Sistema Museo (prenotazione obbligatoria: telefono 080 8910777; fax 080 8917073; e-mail: didatticasalento@sistemamuseo.it).

L’iniziativa è organizzata anche grazie al contributo di Banca Monte dei Paschi di Siena.

Con ambiti disciplinari che vanno dall’archeologia alla papirologia, dalla biologia marina alla paleontologia, dall’ecologia alla botanica, i musei dell’Università del Salento, organizzati dal 2009 nel “Sistema Museale di Ateneo”, per varietà, livello scientifico-didattico e pregio delle collezioni presenti costituiscono un unicum nel complesso dei musei universitari italiani e stranieri.

Il Sistema Museale è stato istituito nel 2009 allo scopo di promuovere e valorizzare l’attività delle strutture museali dell’Università del Salento nello svolgimento dei loro compiti istituzionali nei settori della ricerca scientifica, della promozione della cultura, dell’acquisizione e conservazione di reperti e documenti, della loro efficace utilizzazione nell’ambito della didattica universitaria e scolastica e della collaborazione ad attività di formazione permanente.

Leggi Tutto Nessun Commento

insegnamento,stefano cristante,Università del Salento

“PER UNA DIDATTICA COOPERATIVA”: DA MARZO A MAGGIO 2016

UN CICLO DI SEMINARI SULLA DIDATTICA AVANZATA APERTO AI DOCENTI DEGLI ISTITUTI SECONDARI DI SECONDO GRADO

Dalla “classica” lezione frontale all’uso di tecniche teatrali, dalle immagini “fisse e in movimento” all’utilizzo di power point e delle tecnologie informatiche, fino all’e-learning e all’insegnamento in lingua inglese: in sei appuntamenti croci e delizie dell’insegnamento da e oltre la cattedra nel ciclo “Per una didattica cooperativa”, in programma dal 2 marzo all’11 maggio 2016 all’Università del Salento a cura del Professor Stefano Cristante. Università del Salento

Dedicato a “irrobustire” l’aspetto didattico del lavoro dei docenti universitari e aperto agli insegnanti degli istituti superiori di secondo grado, il ciclo propone – appunto – esempi di didattica avanzata, puntando all’elaborazione finale di un progetto pilota di rilevanza nazionale sul tema, aperto alla collaborazione di tutti gli Atenei. Ogni incontro seminariale, tenuto da docenti invitati, raccoglierà in un momento di dibattito conclusivo i contributi dei partecipanti, che potranno poi essere illustrati in una tavola rotonda conclusiva sulle “nuove direzioni della didattica”.

«Insegnare è un lavoro intellettuale che si esprime attraverso la capacità di comunicare. Con questa iniziativa, l’Università del Salento intende mettere a disposizione dei docenti una riflessione collettiva sulle forme contemporanee della didattica», sottolinea Cristante, «allo scopo di incentivare innovazioni e di prepararsi a forme di condivisione del sapere dove il ruolo degli studenti possa essere sempre più attivo».

Gli incontri si svolgeranno sempre nella sala conferenze del Rettorato (piazza Tancredi 7, Lecce), alle ore 17, secondo il seguente calendario:

 

  • 2 marzo

Domenico Fazio, Croci e delizie della lezione frontale

 

  • 16 marzo

Salvatore Colazzo, Stefano Cristante, La lezione frontale teatralizzata

 

  • 6 aprile

Angelo Salento, Luca Bandirali, Insegnare con le immagini, fisse e in movimento

 

  • 20 aprile

Dal power point (Dino Amenduni) al progetto CAME (Mino Elefante) verso un’informatica umanistica (Fabio Ciracì)

 

  • 4 maggio

Franco Tommasi, Le chance di un’introduzione progressiva dell’e-learning nella didattica contemporanea

 

  • 11 maggio

Mariano Longo, Problematiche dell’insegnamento in inglese

Leggi Tutto Nessun Commento

apulia film commission,cinema,collaborazioni,eventi,Università del Salento

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO “UNISALENTO SUPERCORTI”

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO “UNISALENTO SUPERCORTI”

IN 60 SECONDI L’UNIVERSITÀ DEL SALENTO DAL PUNTO DI VISTA DEGLI STUDENTI

CON LA DIREZIONE ARTISTICA DI DAVIDE BARLETTI E IL PATROCINIO DI “APULIA FILM COMMISSION”

AI VINCITORI DUE VIAGGI PER IL FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA

Direzione artistica del regista Davide Barletti, patrocinio di “Apulia film commission” e due viaggi con ingresso per la Mostra del Cinema di Venezia per i vincitori: sono le novità della seconda edizione di “UniSalento Supercorti”, il premio che promuove la realizzazione di piccoli cortometraggi per raccontare in modo positivo, originale e inedito l’Università del Salento dal punto di vista della comunità dei suoi studenti universitari. C’è tempo fino al 16 marzo 2016. Università del Salento

«Anche quest’anno lo scopo del concorso è cogliere il senso e la direzione delle profonde trasformazioni che interessano il nostro Ateneo», dice il Rettore Vincenzo Zara, «sia in relazione al territorio in cui è inserito, sia in relazione alle differenti culture che l’attraversano nella sua dimensione internazionale. Questa, come altre recenti iniziative, vuole dare voce ai nostri studenti: chiediamo di raccontare l’Università del Salento dal loro punto di vista di protagonisti attivi della vita accademica». apulia

Due i temi che potranno essere sviluppati: “UniSalento: vi racconto la mia Università” e “UniSalento: vi racconto il mio Corso”; in entrambi i casi si dovrà citare espressamente l’Università del Salento (e nel secondo caso anche il corso di laurea frequentato) e una o più delle parole chiave “ricerca”, “innovazione”, “scienza”, “studio”, “studenti”, “libri”, “tecnologia”, “territorio”, “mondo”, “integrazione”, “inclusione sociale”. I corti potranno essere girati sia all’interno delle sedi universitarie che all’esterno; i protagonisti del cortometraggio dovranno essere sia di genere maschile che femminile e di nazionalità sia italiana che non-italiana; i corti dovranno avere durata massima di 60 secondi, e potranno essere girati con qualsiasi mezzo di ripresa, compresi smartphone e tablet.

Per i primi classificati delle due sezioni, un viaggio con ingresso al prossimo Festival del Cinema di Venezia del valore di 700 euro; i corti secondi e terzi classificati riceveranno abbonamenti di ingresso presso cinema convenzionati. I corti saranno valutati da una commissione presieduta, appunto, dal regista Davide Barletti.

Il bando completo e le modalità di partecipazione collegandosi a www.studiarealecce.unisalento.it/supercorti

Leggi Tutto Nessun Commento

appuntamenti,giovanni scarafile,lecce,Università del Salento

“GIORNATE DI FILOSOFIA MORALE” a LECCE

 

“GIORNATE DI FILOSOFIA MORALE”

PRIMO APPUNTAMENTO IL 16 NOVEMBRE CON LUCA MARIA SCARANTINO

 

La comunicazione e la propaganda, la definizione di un sapere basato sulle relazioni che superi il modello dell’homo oeconomicus, i diritti degli animali, l’etica delle immagini. Sono i temi sui quali si concentreranno le “Giornate di Filosofia morale”, in programma all’Università del Salento a partire da lunedì 16 novembre 2015 su iniziativa del gruppo di docenti e ricercatori di Filosofia morale dell’Ateneo. Università del Salento

Per discutere di “Emotività, socialità e paralogismo: la struttura argomentativa del discorso di propaganda”, l’appuntamento è appunto per il 16 novembre, alle ore 10.30 nell’aula “Ferrari” di Palazzo Codacci-Pisanelli (piazza Angelo Rizzo, Lecce), con il primo ospite del ciclo di incontri: si tratta del professor Luca Maria Scarantino, dell’International Center
for Advanced Studies in the Humanities dello IULM di Milano, segretario generale della FISP (Fédération Internationale des Sociétés de Philosophie), organismo nel quale confluiscono le società filosofiche di tutto il mondo.

«Trovare il necessario punto di riferimento nei diversi contesti richiede oggigiorno una competenza specialistica orientata su due fronti», spiega il professor Giovanni Scarafile, tra gli organizzatori delle Giornate, «da un lato, la cosiddetta “eidetica”, cioè le opzioni (valori, soluzioni, conoscenze universali) in grado di fungere da punti di riferimento per le azioni umane concrete; dall’altro lato, nel tentativo di adattare le indicazioni universali alla realtà mutevole, la richiesta di “fatticità”, ovvero l’attenzione per le vicende umane al cui interno le norme universali devono potersi declinare. La filosofia – e la filosofia morale, in particolare – si confronta con entrambe le istanze. Le Giornate hanno origine da queste premesse, e vedono in coinvolgimento di docenti italiani e stranieri (provenienti dalla Tailandia e dall’Ungheria). Per cominciare, la presenza a Lecce del professor Scarantino, segretario generale di un’organizzazione che può essere a buon diritto considerata le Nazioni Unite della Filosofia, sarà l’occasione anche per fare il punto sulla preparazione del prossimo WCP, il World Congress of Philosophy che si terrà a Pechino nell’estate del 2018».

Leggi Tutto Nessun Commento

collaborazioni,eventi,lecce,puglia,salento,Università del Salento

SALENTO: 155 Biciclette agli studenti neo-iscritti

Università del Salento Vuole promuovere mobilità sostenibile, ecologia e benessere psico-fisico il bando con cui l’Università del Salento assegnerà gratuitamente 155 biciclette ad altrettanti studenti neo-iscritti, con un’iniziativa che ha origine dal programma “crea-attiva-mente”, evoluzione del progetto promosso dall’Assessorato alle Infrastrutture Strategiche e Mobilità della Regione Puglia per la promozione della mobilità ciclistica degli Atenei.

 

«Il nostro benvenuto ai più giovani e brillanti dei nuovi iscritti», sottolinea il Rettore

Vincenzo Zara

Vincenzo Zara

Vincenzo Zara, «all’insegna di un mezzo di trasporto pulito, efficiente e sicuro». Al bando, online sul portale istituzionale all’indirizzo https://www.unisalento.it/web/guest/concorsi/-/bandi/view/63517152, possono infatti partecipare tutti gli studenti regolarmente immatricolati al primo anno di uno dei corsi dell’Università del Salento, e la graduatoria sarà stilata in base punteggio di diploma (e in caso di parità, in base all’età).

Le biciclette verranno consegnate nel corso di un evento speciale: una ciclo-passeggiata culturale per le vie della città, il cui programma dettagliato sarà reso noto nei prossimi giorni.

 

Le domande di partecipazione potranno essere presentate direttamente al Centro Orientamento e Tutorato dell’Ateneo, attraverso i “Centri accoglienza studenti” (Palazzo Codacci-Pisanelli, piano terra, ingresso da viale degli studenti; Complesso Ecotekne, aula H1); c’è tempo fino al 30 novembre. Tutti i dettagli e lo schema di domanda sul sito dell’Università.

Leggi Tutto Nessun Commento

eventi,il blog di eleonora marsella,lecce,Università del Salento

SEMINARIO DIRITTO DI INFORMAZIONE: IMMIGRAZIONE E DEONTOLOGIA DEL GIORNALISTA

SEMINARIO DIRITTO DI INFORMAZIONE: IMMIGRAZIONE E DEONTOLOGIA DEL GIORNALISTA

 

Venerdì 13 novembre ore 9.30 – 13.30 Aula Ferrari – presso il Palazzo Codacci Pisanelli Piazzetta A. Rizzo – Lecce si svolgerà un seminario molto interessante con al centro il tema forte dell’immigrazione e della deontologia giornalistica. Università del Salento

Relatore MICHELE PARTIPILO (Capo Redattore centrale de La Gazzetta del Mezzogiorno).

L’incontro è rivolto ai giornalisti, iscritti all’Ordine, ai sensi della legge sulla formazione continua, e agli studenti della Facoltà di Scienze della Formazione, Scienze Politiche e Sociali.

 

Leggi Tutto Nessun Commento

carlo boso,cultura,eventi,lecce,puglia,teatro,Università del Salento

TEATRO DI ATENEO UNISALENTO- LEZIONE CON CARLO BOSO

 

Primo appuntamento del ciclo di incontri/lezioni “La scena stregata”, organizzato dall’associazione “Teatro di Ateneo” dell’Università del Salento, con l’attore e regista Carlo Boso: sul tema “La commedia dell’arte e il comico italiano”, l’incontro si svolgerà presso la Galleria Foresta, in via Federico d’Aragona a Lecce, giovedì 12 novembre 2015 alle ore 18.30. Attraverso un accurato lavoro sul canovaccio e sui meccanismi scenici della commedia, sull’improvvisazione e sui personaggi della Commedia dell’Arte, Carlo Boso guiderà gli allievi attraverso quest’antica e basilare arte teatrale, facendola rivivere nel suo spirito originario e rendendola nello stesso tempo contemporanea.Università del Salento

 

Attore, regista e direttore artistico del teatro Tag di Venezia dal 1983 al 1992, Carlo Boso è una delle personalità che ha contribuito alla riscoperta e valorizzazione della Commedia dell’Arte. Nato nel 1946 a Vicenza e diplomato al Piccolo di Milano, dopo essersi cimentato nella regia di alcune delle opere che hanno fatto la storia del teatro (dirette da diversi registi, tra i quali Massimo Castri, Peppino de Filippo, Dario Fo, Peter Locack, Giorgio Strehler, Ferruccio Soleri), ha scritto una

Carlo Boso

Carlo Boso

quarantina di canovacci rappresentati poi nei principali festival internazionali di teatro, di cui spesso ha curato la direzione (tra i quali Quai Nord, Un treno per Algeri, Scaramuccia, La Follia d’Isabella, Il Mercante di Abiti, Don Giovanni, Fedra, Antigone, Mori a Venezia, I Cavalieri della Rosa, Don Quichotte, Mélodie Foraine, Public or not Public, Il Falso Magnifico). Ha diretto più di cento atelier internazionali fino a che, nel 2004, ha fondato l’Académie Internationale de Arts du Spectacle nei vecchi studios cinematografici di Montreuil, nei pressi di Parigi, attualmente trasferita a Versailles. È uno dei più importanti registi del teatro europeo. Vive a Parigi e lavora tra Francia, Italia, Austria, Spagna, Grecia, Inghilterra, Canada, Belgio, Corea, Messico in qualità di regista e direttore di stage di Commedia dell’Arte.

 

Nell’ultimo triennio l’associazione Teatro di Ateneo, diretta da Aldo Augieri, ha promosso diverse iniziative seminariali e pratiche sceniche con lo scopo di avvicinare studenti e personale al processo creativo della formazione. La ricerca si concentra sul lavoro fisico attoriale di corpo, voce e movimento, mentre le drammaturgie portate in scena nascono da testi letterari e non prettamente teatrali, tali da permetterne la riscrittura scenica. Tra le opere portate in scena “Le bagatelle di Lady Macbeth”, “Le confessioni di un vedovo di razza bianca” tratto dalla Lolita di Nabokov, “La Condanna” tratto da Kafka e “Scandalo negli abissi” tratto da Celine (a breve la prima nazionale).

 

Info: Barbara Savio, telefono 328 8526111

Leggi Tutto Nessun Commento

eventi,lecce,puglia,Università del Salento

“Urbanistica e Design Architettonico per lo Sviluppo Sostenibile” a Lecce dal 14 al 16 Ottobre 2015

“Urbanistica e Design Architettonico per lo Sviluppo Sostenibile” è il tema della conferenza internazionale organizzata da IEREK – International Experts for Research Enrichment and Knowledge Exchange in collaborazione con l’Università del Salento, e in programma a Lecce da domani, 14 ottobre 2015, e fino al 16 ottobre.

Le sessioni plenarie introduttive, che si terranno nella sala “Maria D’Enghien” del Castello Carlo V (la prima il 14 ottobre alle ore 9, programma dettagliato in allegato), intendono focalizzare l’attenzione su due temi centrali per la pianificazione urbanistica: «da un lato, la sostenibilità in sé dell’atto pianificatorio», spiega il coordinatore scientifico Fabio Pollice, ordinario di Geografia economico-politica all’Università del Salento, «che nella prassi nega troppo spesso i principi stessi dello sviluppo sostenibile, mostrando una scarsa attenzione sia per le questioni ambientali sia per quelle sociali, a partire dalla scarsa “democraticità” che ne caratterizza le fasi progettuali, prima, e attuative, poi; dall’altro, la valorizzazione dell’esistente che ha la sua massima espressione nei piani di recupero e rifunzionalizzazione dei centri storici, che costituiscono il riferimento identitario di tutte le comunità urbane e come tali assolvono un ruolo strategico nello sviluppo delle nostre città». Il 16 ottobre, nella stessa sala, è in programma un workshop pubblico per la discussione dei progetti di rigenerazione urbana realizzati a Lecce nel corso degli ultimi anni o in fase di progettazione, con l’analisi degli obiettivi e delle modalità di attuazione e una riflessione sulla loro “sostenibilità” e sulla capacità di contribuire allo sviluppo sostenibile del capoluogo salentino e del suo intorno geografico.

Sedici le sessioni parallele, che si svolgeranno nelle aule dell’ex Monastero degli Olivetani (viale San Nicola – Lecce).

 

«La conferenza vuole animare il dibattito culturale sulla relazione che lega pianificazione urbanistica e sviluppo sostenibile», sottolinea Fabio Pollice, «su come la prima possa concorrere a migliorare i livelli di sostenibilità delle nostre città e ad acquisire un ruolo strategico nella realizzazione di un modello di sviluppo sostenibile capace di supportarne l’espansione e qualificarne le traiettorie evolutive.

Da qualche anno, a livello mondiale, la popolazione urbana ha superato quella rurale e le città, soprattutto nei paesi in via di sviluppo e in quelli di nuova industrializzazione, stanno attraversando una consistente fase espansiva. Un’espansione spesso incontrollata che si accompagna a un incremento del disagio economico e sociale, particolarmente avvertito nelle periferie urbane. E così se, da un lato, le città possono essere rappresentate come i centri propulsivi dello sviluppo, sono anche i luoghi dove più evidente è l’insostenibilità di questa forma di sviluppo, dove più evidenti sono le sue contraddizioni ambientali, economiche, sociali e culturali: ai parchi urbani fanno da contraltare le aree verdi degradate delle periferie, alla bellezza architettonica delle aree centrali si contrappone lo squallore delle periferie dove la bassa qualità dell’edificato, la scarsa dotazione di servizi e un livello di infrastrutturazione inadeguato divengono le cause di fenomeni diffusi quanto pervasivi di devianza sociale e di povertà nelle sue diverse declinazioni. Università del Salento

Non meno evidenti sono le contraddizioni sul piano culturale. Le città, che dovrebbero valorizzare la propria matrice identitaria e ricercare nella propria specificità culturale la chiave del proprio sviluppo, sono spesso inclini a comportamenti emulativi, che tendono a riprodurre logiche e obiettivi pianificatori validati da città che hanno conseguito significative performance competitive a livello internazionale, ma totalmente inappropriati per le proprie condizioni geografiche. Questi comportamenti, oltre a rilevarsi nel medio-lungo termine inefficaci e insostenibili, divengono espressione tangibile di un processo di omologazione culturale che fagocita l’identità urbana e ne dilapida il potenziale di sviluppo endogeno. Di qui l’importanza di una pianificazione che sia in grado di interpretare istanze e vocazioni territoriali e di progettare interventi che consentano di realizzare le potenzialità dei luoghi e di metterne in valore le risorse materiali e immateriali, restituendo centralità alla dimensione locale nella sua più ampia accezione. Una pianificazione “al servizio del territorio” e non viceversa, come troppo spesso accade con strumenti urbanistici che, invece di nascere dal coinvolgimento delle comunità locali e da una seria analisi territoriale, sono il risultato di scelte calate dall’alto che non introiettano i valori e le istanze dei luoghi su cui intervengono, ma che al contrario rispondono a logiche esogene e omologanti: progetti formalmente ineccepibili ma vuoti di significati.

Non può esservi uno sviluppo sostenibile delle nostre città senza pianificazione urbana», conclude Pollice, «ma questa, per essere funzionale a questo obiettivo, per promuovere un miglioramento della qualità della vita delle popolazioni urbane e una contestuale riduzione dell’impronta ecologica delle città stesse, non può a sua volta che ispirarsi ai principi propri della sostenibilità, che sono e restano l’equità intergenerazionale e l’equità intragenerazionale. La pianificazione deve divenire così uno strumento per ridurre o contenere il consumo di suolo e i consumi energetici, per promuovere l’inclusione sociale e l’interazione culturale, per favorire la relazionalità e i processi di accumulazione del capitale sociale, per coltivare la bellezza nelle sue diverse espressioni, per favorire la crescita culturale degli individui e della comunità nel suo complesso, per produrre e trasferire conoscenze e saperi».

 

Pagina web:

https://www.ierek.com/events/urban-planning-architecture-design-sustainable-development/

Leggi Tutto Nessun Commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2024 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni