Warning: session_start(): open(/tmp/sess_219709c6945c747dc8d215384f4b1757, O_RDWR) failed: Disk quota exceeded (122) in /home/customer/www/ilblogdieleonoramarsella.it/public_html/wp-content/themes/yoo_sun_wp/warp/systems/wordpress/src/Warp/Wordpress/Helper/SystemHelper.php on line 521

Warning: session_start(): Failed to read session data: files (path: /tmp) in /home/customer/www/ilblogdieleonoramarsella.it/public_html/wp-content/themes/yoo_sun_wp/warp/systems/wordpress/src/Warp/Wordpress/Helper/SystemHelper.php on line 521
recensione Archivi - Pagina 2 di 3 - Il Blog di Eleonora Marsella

Posts Taggati ‘recensione’

ANDREA AROMATISI,BIOFILIA,Natura,recensione

E adesso ti abbraccio di ANDREA AROMATISI

Vi piacerebbe leggere un libro che vi aiuti a riflettere sulla natura, sul rapporto con essa e soprattutto nel rapporto con noi stessi?

Oggi vi parlerò di un libro, molto interessante, breve ma intenso che ha come tema centrale la natura e la riflessione umana che, ognuno di noi dovrebbe fare.

Lo scrittore è Andrea Aromatisi, Lecco, classe 1982, laureato in scienze dell’educazione e ha lavorato per 11 anni come educatore in strutture del lecchese connesse ai servizi sociali con adolescenti, con adulti, con gruppi di persone diversamente abili e con bambini. Ama correre in montagna, gli spazi aperti e selvaggi. Andare in bicicletta gli dà un grande senso di libertà.

copertina_aromatisi

Il suo libro dal nome A adesso ti abbraccio aiuta il lettore a riflettere su piccoli elementi della vita quotidiana, i temi vengono trattati con delicatezza e si volge sempre lo sguardo verso teorie filosofiche.

Ad esempio, nel capitolo Il dominio di noi stessi Andrea dice: “ Tutti si fanno vanto dei progressi della società ma nessuno progredisce. Non esiste avanzamento nella società. Essa perde prontamente da un lato ciò che guadagna dall’altro. La società acquisisce nuove capacità e perde vecchie arti e istinti. L’uomo civilizzato ha costruito automobili e treni ma ha perduto l’uso dei suoi piedi.”

Nel capitolo La filosofia della totalità lo scrittore narra: “Prendere sul serio la nostra crisi ecologica significa conoscere in primo luogo la nostra totale dipendenza dalla natura e anche la sua vulnerabilità nei confronti delle aggressioni umane”.

Un altro passo che mi ha colpito, si trova nel capitolo La cura e cita: “ L’uomo genera sofferenza intorno, in quanto riflette nel mondo quello che vive dentro di se”.

Come nasce E adesso ti abbraccio?

<< Nasce da un lungo percorso di ricerca personale- racconta lo scrittore- Il catalizzatore del processo di scrittura del libro è stato l’incontro con il popolo aborigeno australiano. Ho vissuto in Australia per un anno ed ho avuto la grande opportunità di vivere a contatto diretto con la cultura aborigena per un periodo di 3 mesi e questo è stato fattore di grande ispirazione. E’ stata un’esperienza forte. Gli aborigeni australiani sono un popolo meraviglioso e mi hanno insegnato molto. Nonostante quello che hanno subito sulla loro terra nativa mantengono una grande autenticità. Vivendo a stretto contatto con loro ho potuto osservare il loro modo di vivere la natura e quello che ho sempre cercato di descrivere a parola mi si è materializzato davanti. Mantengono un forte senso di appartenenza e si sentono parte dei cicli naturali di Gaia>>.

Il libro ha un’impronta molto riflessiva, perché questa scelta?

<<Credo che la riflessione sia un po’ la mappa che serve per orientarsi sul territorio. Senza di questa si rischia di intraprendere strade dove la direzione è sconosciuta. Credo che questo sia fondamentale per dare un senso alle nostre azioni più concrete. La riflessione intesa come una scelta ben precisa, un momento di pausa ben preciso dove si riordinano le idee e si decide quale percorso intraprendere>>.

A chi consiglieresti questo libro?

<< Questo è un tema che coinvolge tutti. Ognuno di noi può trovare spunti importanti sui quali riflettere. La biofilia non è solo una teoria ma una necessità condivisa>>.

 

Stai lavorando a qualcos’altro?

<<Mi sto dedicando alla scrittura di due lavori. Il primo è una fiaba molto semplice ma al tempo stesso riflessiva. L’altro invece è il racconto dell’ esperienza lavorativa in Perù con mia moglie dove stiamo tutt’ora seguendo dei progetti di ricerca in campo ecologico nella foresta amazzonica. Anche in questo caso l’incontro con i nativi che vivono nella selva amazzone si ritaglierà uno spazio essenziale nel testo>>.

Qual è il messaggio che vuoi inviare a chiunque leggerà questa intervista?

<<E’ identico a quello che porto nel libro. Di fondo quello che desidero trasmettere è un messaggio che abbia lo stesso effetto di un sassolino lanciato in uno stagno. Questo una volta raggiunto l’acqua incominci a formare delle onde verso riva innescando un movimento ridondante, un processo di cambiamento che stimoli una riflessione sulle nostre azioni quotidiane. Sensibilizzare un maggior rispetto per la nostra Terra è il mio obiettivo primario, in quanto tutto ciò che le accade ricade sui figli, e tutti siamo coinvolti direttamente. La terra non appartiene all’uomo ma è l’uomo che appartiene alla terra. Questo l’ho imparato molto bene grazie al popolo aborigeno e glie ne sarò sempre grato>>.

Link utile all’acquisto:

Booksprint edizioni
IBS
Mondadori
Libreria Rizzoli

Leggi Tutto Nessun Commento

libri,poesia,recensione

Anti-Zibaldone 2.0 di Roberta Fausta Ilaria Visone

Mi è capitato tra le mani un libro molto singolare sia per la sua grandezza e sia per la sua unicità di scrittura.

Il titolo è Anti-Zibaldone 2.0 e l’autrice è Roberta Fausta Ilaria Visone che ha creato una raccolta di poesie con un tema centrale: l’amore e le sue sfumature.

Foto0003

Come nasce questa raccolta?

<<L’idea di pubblicare le mie poesie già mi frullava nella testa da tempo, tanto da inviarle alla casa editrice Albatros – Il filo. Mi fu inviato il contratto ma per motivi meramente economici non potetti accettare la loro proposta e in ogni caso sentivo come se mancasse un pezzo fondamentale, una forma di chiusura di quel cerchio nato col tempo, con le esperienze, con l’estro. Una poesia che significasse per me l’addio a questo genere letterario, poiché oggigiorno voglio dedicarmi alla prosa. Ma soprattutto mi mancava il coraggio di mostrare questo lato di me agli altri: in passato avevo scelto solo quelle 7-8 persone “elette” cui far leggere le mie poesie, quelle che sicuramente avrebbero carpito aspetti del mio pensiero non accessibili a tutti. Errori di gioventù, tranne in un paio di casi.

Ebbene, qualche mese fa ho fatto un sogno su cui ho riflettuto per un po’ (ulteriori approfondimenti potete trovarli nella Prefazione), fino a trovarne una spiegazione: dovevo trovare il coraggio di realizzare l’opera e pubblicarla. Dopo un lungo periodo di blocco, dove a stento avevo scritto 3-4 poesie che nulla hanno a che vedere con quelle del periodo adolescenziale, finalmente sono riuscita a scrivere anche l’ultima poesia, dedicata a mio padre che dal giorno di San Michele 2014 ha lasciato questo mondo saturo a causa del male del secolo: un cancro che ha aggredito lui e tutti noi suoi cari con una veloce violenza>>

cover Anti-Zibaldone 2.0

Quale messaggio vuoi che arrivi ai lettori?

<< In primis mi rivolgo a tutte quelle persone che idealizzano un rapporto per poi ritrovarsi a grattare il fondo del barile: non arrendetevi nel cercare ciò che davvero vi fa stare bene e, non appena l’avrete trovato, siate disposte a condividere questo bene con persone adeguate. Perché dico adeguate? Perché la vita, le molteplici esperienze in amore, amicizia, cuginanza, mi hanno insegnato che noi non siamo adatti a tutti e non tutti sono adatti a noi, che i tempi nostri non sono quelli altrui e viceversa, pertanto poiché la vita è un morso (per non dire una scala di pollaio etc. etc.) bisogna godersi gli istanti con chi ci desidera davvero, con chi sa apprezzare la nostra presenza e non con chi è cieco di fronte alle tante dimostrazioni di affetto, con chi ci dà il contentino che una persona infatuata vede come un castello. C’è anche una bella notizia però: il karma funziona davvero, quindi ciò che avrete seminato lo raccoglierete, what goes around comes around. Passerà del tempo, vi saranno tante bufere, ma raccoglierete prima o poi. E quando lo raccoglierete ci saranno gioie quanto malelingue: stay strong and carry on! Avanti tutta!>>

Come pensi sia percepita la poesia nel mondo contemporaneo?

<<La poesia nel mondo contemporaneo tanto può essere chiara e orecchiabile, quindi facilmente fruibile a un pubblico vasto, tanto può contenere dei messaggi criptati che non tutti sono in grado di comprendere o che non tutti percepiscono subito, quindi diventa un genere letterario di nicchia>>

Stai lavorando ad altri progetti?

<< Ho intenzione di (auto) pubblicare un’opera in prosa di carattere ironico, se non satirico e umoristico. Il tema? Il Belpaese. Il titolo? Già ce l’ho, ispiratomi da un vecchio post nel gruppo TFA di inglese dove si denunciavano, a ragione, determinati controsensi. Poi chissà, potrei cimentarmi in una tematica diversa (anche questa ce l’ho, anzi due tematiche!), ma niente roba da diabete ché ho già contribuito in ciò con talune mie poesie adolescenziali!>>

Di seguito potete trovare l’elenco di alcune librerie cartacee e online dove è possibile ordinare e comprare il libro:

YOUCANPRINT CARTACEO: http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/narrativa/anti-zibaldone-20.html

YOUCANPRINT E-BOOK: http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/narrativa/anti-zibaldone-20-ebook.html

AMAZON: http://www.amazon.it/Anti-Zibaldone-2-0-Roberta-F-Visone/dp/889116772X/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1423679602&sr=8-1&keywords=ANTI-ZIBALDONE+2.0

MONDADORI STORE: http://www.mondadoristore.it/Anti-Zibaldone-20-Roberta-F-Visone/eai978889116772/

HOEPLI: http://www.hoepli.it/libro/anti-zibaldone-20/9788891167729.html

RCS: http://www.rcslibri.it/scheda-libro/?isbn=9788891167729

EXCALIBOOKS: http://www.excalibooks.com/Ebook/I/_Roberta_Fausta_Ilaria_Visone_/_Anti-Zibaldone_20_/9788891170019

IBS: http://www.ibs.it/ebook/Visone-Roberta-Fausta/Anti-Zibaldone-2-0/9788891170019.html

LIBRERIA UNIVERSITARIA: http://www.libreriauniversitaria.it/anti-zibaldone-2-visone-roberta/libro/9788891167729

UNILIBRO: http://www.unilibro.it/libro/visone-roberta-f-/anti-zibaldone-2-0/9788891167729

LIBRERIA FERNANDEZ: http://www.libreriafernandez.it/libreria/catalogo/cerca/TA_both/anti-zibaldone-sp-2-dot-0/Rank/DESC

Leggi Tutto Nessun Commento

ebook,NEL CUORE DI UNA DONNA,recensione

Nel cuore di una donna di CHIARA ALBERTINI

Oggi vi parlerò di un nuovo romanzo che ho letto e che sin dalle prime righe ha colto la mia attenzione per l’analisi dettagliata e la continua attenzione verso dei particolari che, probabilmente, senza il focus attento di Chiara Albertini non sarebbero mai venuti fuori.

foto (2)

Chiara, nata e cresciuta in provincia di Ravenna a Milano Marittima, esordisce con il suo primo romanzo Nel cuore di una donna, in formato e-book, 248 pagine di pura passione.

La trama è veramente insolita, come lo sono i personaggi: la protagonista è Susan che, arrivata ad età matura, sotto consiglio della sorella Beth decide di ritornare nella casa materna, per incontrare per l’ultima volta sua madre, malata terminale. Susan ha abbandonato il tetto materno nella sua adolescenza, reduce di continue violenze psicologiche e da un affetto mancato.

Intorno ai due personaggi, ruota anche Carol, figlia di Susan, dal carattere deciso, comprensivo e estremamente dolce, Paul, il marito di Susan, si presenta tenace sin dalle prime pagine, dato che Susan ha tenuto nascosto a tutta la famiglia, l’esistenza di sua madre a km e km di distanza la storia avrà un risvolto inatteso…

foto (1)

Questo romanzo ha qualcosa in più rispetto tutti gli altri, per niente prevedibile e per conoscerlo al meglio….dovreste acquistare l’ebook!

 

Come nasce Nel cuore di una donna?

<< Nel cuore di una donna nasce poco più di tre anni fa, – racconta Chiara- da un improvviso e intimo bisogno di dare spazio alla voce “matura”, all’anima di una donna adulta>>

 

Come mai la scelta di raccontare una storia di due donne già adulte?

<< La scelta di dare voce a due donne adulte scaturisce dalla volontà di offrire una prospettiva di vita “matura”, un tratteggio di dinamiche e visioni esistenziali vissute e percepite da figure femminili lontane dalle “classiche” e comuni protagoniste adolescenziali o trentenni e quarantenni.>>

 

Hai intenzione di rendere il libro cartaceo?

<< La volontà di tramutare la mia opera in libro vero e proprio, dove si possano sfogliare le pagine, è viva più che mai! Confido, prima o poi, in qualcuno che possa credere in questa storia, dandole valore e aiutandomi a realizzare il sogno di proporla al pubblico lettore in forma cartacea.>>

 

Cosa bolle in pentola per i prossimi mesi?

<< Nel cassetto ci sono attualmente due lavori in via di definizione, entrambi romanzi, diversi fra loro nella trama e nel messaggio destinato ai lettori; ma sempre di legami famigliari, di rapporti umani ed esistenziali si parla…>>

Bene, avete conosciuto la storia, avete avuto modo di capire la scrittrice…ora non vi resta che acquistare il suo fantastico romanzo che, a parer mio, s’è meritato 5 stelle.

www.amazon.com/Nel-cuore-di-una-donna…ebook/dp/B00MYM1358

www.mondadoristore.it/ebook/Chiara-Albertini/aut00600231/

www.lafeltrinelli.it/ebook/albertini-chiara/cuore-una-donna/9786050317534

www.ultimabooks.it/nel-cuore-di-una-donna

Leggi Tutto 2 Commenti

albatros editore,alessandro volpi,recensione,romanzo,violenza

Lo stupro di ALESSANDRO VOLPI

Avete presente quella tipologia di libro che dopo aver concluso la lettura, vi lascia con un senso di abbandono e malinconia?

Ecco, il libro di cui vi parlerò in questo post, ha depositato in me un senso di sconforto, sconforto perché ho finito di leggere il libro troppo velocemente. E questo dovrebbe essere il senso di tutti i libri.

Alessandro Volpi, classe 1958, esordisce con il suo primo vero romanzo Lo stupro edito da Albatros.

foto 2

La protagonista della storia è Carol che, giovanissima, subisce una grave violenza sessuale, il padre incapace di reagire ad un’azione così forte, chiede aiuto al Lupo, esponente della Mala vita che, aiuterà Carol e la sua famiglia in questo riscatto morale.

Il libro è ricco di particolari, il punto di vista è diverso rispetto a tutti gli altri libri e cerca di spiegare anche dei meccanismi interni alla mala.

Lo scrittore che ha avuto un passato non roseo, si avvicina dapprima alle fiabe per bambini, esattamente per le nipoti, poi avanza verso una scrittura sempre più complessa, quale il romanzo.

Copertina Fronte

Come nasce Lo stupro?

<< Effettivamente non si tratta di un argomento facile da trattare, ma la mia intenzione era quella di portare alla luce il mondo sommerso e sconosciuto della vecchia malavita milanese “La Mala” rivelandone regole e tradizioni. Di questo volevo parlare e di questo ho parlato. Oltre al tema dello “stupro” ci saranno altri argomenti altrettanto scottanti (sono già pronti due racconti su “il ricatto” e “il pedofilo”) con i quali continuerò a rivelare i princìpi e le storie degli uomini di strada, delle loro emozioni e del loro modo di vivere. Questo è un mondo che conosco molto bene e credo di essere riuscito a scriverne senza troppe esaltazioni o vittimismi.>>

Ci sono elementi autobiografici?

<< Non credo di poterlo negare poiché il mio passato parla per me. Naturalmente non si tratta del caso specifico e la storia è romanzata, però i personaggi sono stati estrapolati dalla vita comune e li ho riportati affibbiando ruoli non loro. Fortunatamente l’hanno presa bene e, come me, ne hanno riso compiaciuti.>>

Cosa pensi dell’editoria d’oggi?

<< Penso non ci sia molto da commentare perché, anche qui, la crisi fa da padrona. Sarebbe fondamentale che gli italiani imparassero a leggere di più, come accade all’estero, per poi poter dare forza e sviluppo a quelle Case Editrici che vogliono credere e puntare sugli emergenti. I grandi nomi dell’editoria viaggiano in simbiosi con i personaggi famosi della politica e dello spettacolo, ignorando gli esordienti che, per farsi conoscere e pubblicare, la maggior parte delle volte devono contribuire alle spese di stampa; per loro sorge poi il problema della distribuzione nelle edicole o librerie, senza le quali non si ottiene la dovuta visibilità e, per la legge di mercato, la vendita è notevolmente ridotta (10.000 copie esposte nelle librerie sono molto più accattivanti di una semplice foto in un sito on-line).>>

Consiglio a chiunque il nuovo romanzo di Alessandro Volpi, acquistarlo è facile, è presente in tantissimi store.

http://www.ilfiloonline.it/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypage.tpl&product_id=274457887&category_id=28&option=com_virtuemart&Itemid=175&vmcchk=1

http://www.lafeltrinelli.it/libri/alessandro-volpi/crime-story-stupro/9788856770322

http://www.libreriauniversitaria.it/crime-story-stupro-volpi-alessandro/libro/9788856770322

http://www.unilibro.it/libro/volpi-alessandro/crime-story-lo-stupro/9788856770322

http://www.ebay.it/itm/Crime-story-Lo-stupro-Volpi-Alessandro-/361052221523?pt=IT_Libri_Romanzi_Narrativa&hash=item541063b053

http://www.amazon.it/Crime-story-stupro-Alessandro-Volpi/dp/8856770326/ref=sr_1_3/277-2421321-7900927?s=books&ie=UTF8&qid=1415311207&sr=1-3&keywords=Stupro

http://www.mauronline.it/libri/varie/crime-story-lo-stupro/9788856770322/

http://www.inmondadori.it/Crime-story-Lo-stupro-Alessandro-Volpi/eai978885677032/

http://www.hoepli.it/libro/crime-story-lo-stupro/9788856770322.html

http://stores.ebay.it/Bortoloso/_i.html?_nkw=crime+story+-+lo+stupro&submit=Cerca&_sid=214242751

Leggi Tutto Nessun Commento

ebook,il mondo dei sogni infranti,recensione,stephen writer

Il mondo dei sogni infranti di Stephen Writer

Un nuovo libro ha bussato alla mia porta, si tratta di Il mondo dei sogni infranti scritto da Stephen Writer ed è giovanissimo, 22 anni.

io e lucy

L’e-book ha poco meno di 40 pagine, si legge in un soffio, basta trovare una posizione comoda e in meno di un’ora sarà già nella vostra mente e nella vostra libreria personale.

Il protagonista è James che, dopo aver terminato la scuola, si ritrova quasi isolato, non cercato più dai suoi vecchi amici e compagni ; tutto comincia nel mondo dei sogni, una realtà parallela che a volte pare sostituire la vita stessa del ragazzo.

Un continuo percorso tra sogni e realtà, ricordi e pensieri che accompagnano James in un lungo tragitto dove, purtroppo o per fortuna, alla fine si ritroverà in un manicomio.

copertina 1 

Come nasce il mondo dei sogni infranti?

<<Il mondo dei sogni infranti- racconta Stephen- nasce in una parte molto importante della mia vita, dove per un breve periodo, ho messo da parte tutti i miei sogni, poi, grazie anche all’aiuto di alcune persone, che mi sono state molto vicine, ho deciso di raccogliere tutti i miei piccoli sogni, andati ” infranti ” e pezzo dopo pezzo, ricomporli. Per questo ho scelto il titolo “il mondo dei sogni infranti“. >>

Perché la scelta di un e-book rispetto ad un cartaceo?

<<Ho scelto di scrivere in e-book, perchè il mondo della letteratura di oggi, specialmente per noi giovani ed esordienti, ci ha quasi praticamente chiuso le porte, e l’e-book invece, a mio parere, è l’unico modo, che se sfruttato al massimo, ha il grande potere, di permettere di venire fuori, in maniera completamente autonoma, senza essere messi sotto da nessuno. >>

Cosa pensi del web?

<<Il web ha il grande potere, di permetterci di raggiungere persone da tutto il mondo, ha un potere enorme, dove bisogna stare molto attenti però, perchè anche nel web, è molto facile cadere in qualche trappola- conclude Stephen-. >>

I link utili di Stephen sono:

https://www.facebook.com/StepenWriter/app_251458316228

sito ufficiale qui: http://www.stephenwriter.it/2013-01-31-06-37-23/2013-01-31-06-54-32/james-hammond-il-mondo-dei-sogni-infranti.html

Leggi Tutto 2 Commenti

anna maria mazzola,ebook,febbraio,nuove uscite,recensione

Io,tu,noi di Anna Maria Mazzola

Anna Maria Mazzola, classe 1994, esordisce i primi di febbraio con un piccolo ebook da leggere tutto d’un fiato Io, tu, noi..

La protagonista è Chiara che, sedicenne, incontra il suo primo amore Angelo e un finale inaspettato coglierà il lettore di soprassalto.

Una breve storia, simpatica, scorrevole che ha visto esordire Anna Maria nel campo dell’editoria.

1014948_960146057330248_5854675455565135985_o

Come nasce Io,tu, noi..?

<<Il libro nasce da una serie di fattori, l’amore in età adolescenziale, lo sviluppo e la realtà di alcuni fattori che a volte si danno per scontati.>>

Perché in formato ebook e non cartaceo?

<<Il libro versione cartacea esiste, ma ho notato che molta gente usa la tecnologia, koobo, kindle o anche applicazioni telefoniche, quindi ho pensato di “sollecitare” questo vantaggio a coloro che fossero interessati.>>

Quanto sono importanti le esperienze della vita durante la stesura di un libro?

<< Penso che l’esperienza conti tantissimo, ma non sempre, nel senso che non ho mai incontrato uno psicopatico, eppure sto scrivendo un libro thriller..ops l’ho detto.>>

Un finale molto cruento. Perché?

<< Ho deciso di mettere un finale cruento e anche di scena, per far capire a chiunque che non tutto è scontato, non voglio essere pessimista, ma non sai mai cosa ti riserva il domani, quindi è anche un modo di incitare il lettore a non dar per scontato qualcuno o qualcosa e di agire senza continui ripensamenti.>>

Cosa bolle in pentola?

<<Per mia gran fortuna e (s)fortuna per i miei lettori sì, in pentola bolle una nuova ricetta, ben diversa dal primo libro, un thriller che non ha niente a che vedere con le psicopatologie che si vedono nei film o in altri libri, il mio assassino è un malato mentale cronico, che crede di essere perfetto in quello che fa, non aggiungo altro altrimenti svelo troppe cose!>>

Tutti i link utili di Anna Maria Mazzola:

http://www.omniabuk.com/scheda-ebook/anna-maria-mazzola/io-tu-noi-9786050355574-256295.html

https://www.bookrepublic.it/book/9786050355574-io-tu-noi/

http://www.ebook.it/S/Anna_Maria_Mazzola/Anna_Maria_Mazzola/Letteratura/ePub/Io_Tu_Noi.html

http://www.mrebook.it/ebook/__io-tu-noi1.php

http://www.weltbild.ch/3/20124167-1/ebook/io-tu-noi.html

http://www.amazon.co.uk/Noi-Italian-Anna-Maria-Mazzola-ebook/dp/B00TCZVMRY/ref=la_B00MX65HMK_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1423767428&sr=1-1

Leggi Tutto Nessun Commento

ebook,eros,lily carpenetti,onda d'amore,recensione

Onda d’amore di Lily Carpenetti

Chissà perché le storie d’amore e passioni sono sempre così gettonate, forse perché ci catapultano in realtà a noi lontane, situazioni che vorremmo vivere in prima persona oppure perché ci piace alleggerire le nostre giornate con storie appassionanti e avvincenti.

Oggi vi parlerò di una nuova storia, scritta da Lily Carpenetti, dal nome Onda d’amore.

Lilycarpenetti

Siamo nel campo degli ebooks, così veloci, rapidi e scorrevoli che quasi ti fan venire fame di….lettura.

Lily, scrittrice non per lavoro, si destreggia nel campo sociale e parole, verbi e metafore sono il suo pane quotidiano e a dir la verità….è piuttosto brava!

Onda d’amore è un ebook di sole 46 pagine, lo finirete in un’ora perché la storia è come una calamite: vi attira a se senza che voi ve ne accorgiate.

Cover senza sfumature 42 bassa

La protagonista è Aria, nome insolito ma splendido, la ragazza ha una malattia cardiaca che le impedisce di progettare un futuro lontano, facendola vivere giorno per giorno; si innamora del ragazzaccio di turno, Zeno, dal cuore tenero.

L’epilogo è al quanto insolito, io stessa mi son meravigliata…il colpo di scena finale, fa di questa scrittrice….un’autentica maga della suspense.

Come nasce onda d’amore?

<<Ho sempre diverse idee che mi frullano in testa- racconta Lily-volevo proporre un racconto alla collana Senza Sfumature della Delos e cercavo una storia d’amore delicata, così mi è venuta in mente di contrapporre una ragazza romantica a un giovane teppistello, scoprendo che in questi personaggi si nasconde molto più di ciò che appare.

Dopo averla inviata temevo però fosse troppo Rosa e non abbastanza Erotica. Invece è piaciuta e sono stata accettata. Così, sono entrata nella famiglia Delos >>.

Ci sono elementi autobiografici?

<<Nel periodo in cui ho iniziato a scrivere Onda d’Amore lavoravo come educatrice con un adolescente problematico. Il nome Zeno è uscito da quella mia esperienza, ma il carattere dei personaggi non appartiene a nessuna persona reale. Sono personaggi di fantasia.

Aria non mi somiglia per niente, anzi invidio la sua forza, mi piacerebbe essere un po’ come lei>>.

Bolle in pentola qualche altro lavoro?

<<Sto ultimando un romanzo M/M il primo del genere,- dichiara la scrittrice- entro marzo spero di riuscire a revisionarlo e inviarlo all’editore; incrociando le dita, presto potremo leggerlo.

Si tratta di una storia complessa che descrive diversi tipi di amore, ma tutti travolgenti ed eterni. Oltre alla storia dei due protagonisti, vengono approfonditi i rapporti dei loro rispettivi genitori e le loro storie d’amore>>.

Perchè la scelta del ebook rispetto la pubblicazione cartacea?

<<Purtroppo sempre più case editrici evitano il cartaceo perchè l’ebook non lascia copie invendute in magazzino. Inoltre, l’erotico punta principalmente sul digitale per offrire discrezione al lettore.

Spero un giorno di avere la possibilità di vedere un mio libro sugli scaffali delle librerie. Intanto, cerco di farmi conoscere così>>.

Vi siete incuriositi? La scrittrice è splendida, le parole scorrono e i suoi ebooks rimangono impressi nella mente del lettore, acquistarlo è semplice, basta cercare su amazon.

Ecco qui dei link utili:

https://www.facebook.com/pages/Bloodlust/137351842970995?fref=ts

http://babylily81.wix.com/virus-lite

Leggi Tutto Nessun Commento

a puntate,interview,recensione,romanzo,steve zanna

IL PATTO (a puntate) di STEVE ZANNA

Oggi vi parlerò di “scrittura a puntate”, un modo di lettura svelto e non impegnativo, il ‘rinnovatore’ di questa nuova modalità è Steve Zanna.

steve zanna

Steve nasce in Brasile a Manaus, classe 1982, trasferendosi presto a Torino, su e giù da Genova per lavoro, la scrittura è da sempre il suo modo per evadere e fantasticare.

Amante della montagna, fin da bambino ha trascorso le sue estati a Pragelato un paese della Val Chisone non lontano da Torino e proprio qui nell’estate del 2014 prende vita il progetto de “Il patto”.

Pragelato Nebbia

Come nasce la storia IL PATTO?

<<Il genere scelto è quello horror – racconta Steve- e dopo una settimana di soggiorno a cavallo tra novembre e dicembre di quest’anno inizio a scrivere. Il paesaggio, le atmosfere silenziose, le stradine vuote sono ben lontane dal clima agostano e turistico. Effettuo alcuni scatti fotografici ed uno in particolare rappresenta la chiave di volta: il paese è immerso nella nebbia mentre tutt’intorno i colori lividi dell’autunno rendono l’atmosfera maggiormente inquietante. Mi chiedo cosa potrebbe accadere sotto quella nebbia e immagino una serie di personaggi che si ritrovano per svariati motivi sulla Strada Statale che conduce a Pragelato. Scelgo un arco temporale breve: dal pomeriggio del 4 dicembre al mattino del 5. Un fotografo professionista, un rappresentante con il suo capo, due studentesse, un impiegato di banca neo trasferito nella piccola filiale si troveranno quella notte prigionieri di un incubo antico che lega alcuni abitanti del posto (la Guida, il Meccanico, ecc) ad un evento accaduto più di settant’anni prima. Dovranno affrontare non solo le paure dettate dai luoghi e dalle situazioni, ma anche i loro conflitti interiori mettendo a nudo le loro vere personalità>>.

Pensi che pubblicare a puntate sia vantaggioso o svantaggioso?

<<La pubblicazione a puntate, come noto, fu di notevole successo nel passato. Oggi, in un tempo caratterizzato dal “tutto e subito”, la mia scelta vuole essere una riproposta di quel clima dell’attesa verso un pubblico di lettori che non aprirà più un giornale domenicale, ma un sito web. Il sito certamente permette la gestione e l’aggiornamento continuo dei contenuti, ferma restando l’attesa del “cosa succederà dopo?”. La scelta della pubblicazione delle “puntate” in un giorno fisso (il mercoledì) vuole essere uno stimolo al lettore cui si offre la sicurezza che in quel dato giorno sul sito avrà una nuova parte del libro. Ovviamente anche la pagina Facebook offre un aiuto notevole nel diffondere le notizie e gli aggiornamenti del sito, grazie soprattutto all’immediatezza con cui è possibile coinvolgere i lettori facendo conoscere anche ai “nuovi” sia il sito che il progetto narrativo>>.

Pubblicherai il libro per intero a fine stagione?

<<Certamente la pubblicazione del libro completo sia online che cartaceo è uno degli obiettivi che mi sono prefissato. La pubblicazione delle puntate dovrebbe concludersi prima dell’estate, momento in cui io stesso tornerò a Pragelato per poter revisionare tutto il materiale e prepararlo per una versione definitiva in formato e-book ed eventualmente cartacea>>.

Una modalità di lettura abbandonata negli ultimi ma che, con Steve riprende a vivere, insieme al suo neo progetto IL PATTO che, riscuoterà, sicuramente grandi successi.

Il sito ufficiale è www.ilpatto.onweb.it la pagina FB invece https://www.facebook.com/ilpatto2015

copertina patto

Leggi Tutto Nessun Commento

fabio sciarpelletti,in viaggio con dante,libri,recensione,talenti

In viaggio vicino a Dante di FABIO SCIARPELLETTI

Caro lettore hai presente quella tipologia di libro che non può assolutamente mancare nella tua libreria?

Ecco, oggi ti parlerò di un romanzo che dovrai comprare, che divorerai in sole due ore perché la storia è così bella che quasi ti farà dimenticare di tutti gli impegni che avresti dovuto fare durante la lettura.

In viaggio vicino Dante è il romanzo in questione scritto da Fabio Sciarpelletti, scrittore non per professione ma per vocazione.

La storia è avvincente e ipnotizzante: Federico, uomo di successo, riceve un sms nel cuore della notte, uno dei suoi migliori amici, David, si è suicidato per via della sua omosessualità e questo episodio farà sì che lui dovrà rincontrare la sua ex compagna dopo 9 anni d’assenza. Come se non bastasse, Federico, Ginevra, Paolo e Manfredi riceveranno un messaggio dopo la morte di David con un epilogo in comune da risolvere.

Un romanzo meraviglioso, consigliato a chiunque e, per chi volesse conoscere meglio lo scrittore…..

Come nasce IN VIAGGIO VICINO a DANTE?

<<Questo romanzo- racconta Fabio- lo considero il totale frutto di un’ispirazione improvvisa. Dopo L’Orizzonte delle verità stavo facendo delle ricerche perché avevo in mente un lavoro nuovo, volevo scrivere una storia su una figura femminile e mi stavo informando su alcune bambine scomparse nel nord America. Poi all’improvviso è arrivato il ciclone che mi ha portato a scrivere in meno di quattro mesi In Treno Vicino a Dante. La prima stesura è stata buttata giù tutta di getto ed è per questo che, secondo me, risulta così scorrevole. È iniziato tutto per caso. Una sera ero andato a letto presto e stavo navigando sul mio profilo facebook. Vedo postata una mia foto di quando ero bambino e un commento di un amica dei miei genitori. La frase mi ha spaventato un po’, diceva più o meno così IO TI RICORDO COSI’, sembrava quasi un omaggio in ricordo di un defunto. Da qui l’incipit, poi tutto l’intreccio è maturato molto velocemente pagina dopo pagina. >>

Ci sono tratti autobiografici?

<< No, credo di no, anche se ognuno dei quattro protagonisti è portavoce di alcune mie visioni del mondo. Però in sincerità ti confido che tutta la storia così introspettiva ed psicologicamente motivante non sarebbe nata se non avessi frequentato per alcuni mesi una terapia di gruppo psichiatrica. Io l’ho fatto da accompagnatore-spettatore ma i problemi di quelle persone erano reali . Le loro storie così complicate si sono rimodulate nella psiche dei miei personaggi.>>

Perché il tema dell’omosessualità?

<<La risposta si collega proprio a questa esperienza. Un giorno entra nello studio dove si faceva la terapia, un ragazzo che non avevo mai visto. Quando il dottore gli ha ceduto la parola , si è presentato e ha confidato al gruppo che era mancato per un po’ di tempo perché aveva tentato il suicidio. Quel ragazzo non riusciva a vivere poiché il mondo da cui veniva non accettava la sua omosessualità. Soprattutto nella famiglia l’argomento era stato un tabù fin dalle prime confidenze e attrazioni verso ragazzi dello stesso sesso. Nel giorno del suo compleanno fuggiva in un posto dove poteva stare da solo, perché quel giorno per lui era maledetto, il giorno in cui non era nato donna>>.

Bolle in pentola qualche altro lavoro?

<< Direi di si, poiché la mente di chi scrive e di un artista in generale è sempre in movimento. Qualcuno più famoso di me diceva “ Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?”

Attualmente sto scrivendo Il Protettore degli Angeli, una storia raccontata in prima persona in cui la protagonista è un’ assistente sociale che si trova alle prese con la sparizione di tre bambine. Il problema è che l’ultima persona ad averle viste risulta proprio lei. Tutti e tre, con situazioni famigliari disagiate, erano seguite dal suo ufficio, il quale diventa oggetto di indagini e perquisizioni fino al punto di non ritorno , perché all’improvviso a scomparire sarà Ludovica, sua figlia. >>

Avete curiosità di leggere il nuovo romanzo di Fabio Sciarpelletti?

Ecco il link per l’acquisto: http://www.amazon.it/Treno-Vicino-Dante-Fabio-Sciarpelletti/dp/1503026027/ref=tmm_pap_title_0

copertina2

Leggi Tutto Nessun Commento

ALESSIA CUCè,ESORDIENTI,FANTASY,Italia,libri,recensione,scrittori,TRA LE BRACCIA DI UN SOGNO

ALESSIA CUCè: TRA LE BRACCIA DI UN SOGNO..

Leggere è la passione più bella che si possa avere: comodamente seduto, davanti ad un caminetto, hai la possibilità di esplorare nuove realtà semplicemente leggendo ed immaginando: non è fantastico?

La sensazione di esplorare realtà a me sconosciute mi ha trascinata durante questo weekend come un uragano, tutto questo è stato possibile leggendo il romanzo di Alessia Cucè- Tra le braccia di un sogno. Il ritorno del sigillo bianco.

Pageflex Persona [document: PRS0000038_00071]

Alessia, classe 1980, è al suo secondo capitolo, il primo (della stessa saga- Tra le braccia di un sogno) risale praticamente a meno di un anno fa.

20150130_153006

Io ho avuto il piacere di recensire il suo secondo romanzo, uscito nel novembre 2014 e quando ho chiesto ad Alessia di riassumere quello precedente, ecco come m’ha risposto:

<< Alyssa, docente universitaria e donna affermata, sente che la sua vita terrena le sta stretta, forse per la sua grande paura della morte o forse per il suo sogno sempre uguale da quando aveva 5 anni: quell’uomo poggiato a quell’albero, in quel mondo idilliaco, che non riesce mai a raggiungere. Nel giorno del suo trentesimo compleanno però, il fato vuole farle un meraviglioso regalo e vuole condurla finalmente a scoprire il mondo dei suoi sogni, DreamWorld, un mondo nel quale le anime degli esseri umani, unite da Dio, possono ritrovarsi e godere dell’eternità. Ma il regalo più bello è incontrare Nächt, quell’uomo che lei ha sempre sognato. Quell’uomo che scoprirà essere la sua anima gemella. Ma l’eternità non è facile da ottenere, a causa della guerra tra i Globi Alati: Samanael, protettore di DreamWorld e i suoi fratelli, esseri immortali di una bellezza disarmante, gelosi degli esseri umani. Alyssa diventerà l’unica possibilità per riuscire a stipulare un contratto, dato che a lei è stata affidata la chiave del Sigillo Bianco, unica esistente in tutto l’universo, da Margherita, la porta che permette l’accesso tra i due mondi, e vivere l’eternità con il suo amore, che invece, quando scopre che lei è il Sigillo, alza una barriera per evitare ogni contatto se non quello dell’addestramento. Alyssa scoprirà i suoi poteri, grazie alle sue precedenti vite e grazie soprattutto alla daga forgiata con l’aiuto di Dio, da Samanael. Conoscerà il meraviglioso puma bianco protettore del Globo e visiterà le terre di quel meraviglioso sogno, ma si dispererà di non poter godere della sua anima gemella. Quando sarà giunta l’ora di incontrare i Globi Alati capeggiati da Nataniel, Alyssa riuscirà a stipulare di nuovo l’accordo, salvando le terre si Samanael e tutte le anime che lo popolano, ma pagando a caro prezzo la dimostrazione dell’amore incondizionato che può dare un uomo. È così costretta a ritornare per sempre nella sua prigione, la terra.>>

Leggendo il secondo capitolo della saga di Tra le braccia di un sogno, me ne sono praticamente innamorata anzi sono in attesa della sua terza uscita che, come m’ha confessato Alessia, bolle in pentola da un po’ di tempo.

La storia è avvincente, ruota intorno questo mondo fantastico (in parallelo con la vita terrena) che fa da sfondo ad una guerra che, purtroppo, si scatenerà ai piani alti, lasciando anche qualche morto. In realtà ciò che più colpisce di questa scrittrice esordiente è l’attenzione per i particolari, il mondo non-reale è descritto in modo così realistico che pare di viverlo.

Come nasce TRA LE BRACCIA DI UN SOGNO?

<<Dai miei sogni. Ho sognato Nächt poggiato a quella sequoia per diversi mesi. Ho deciso così di cominciare a scrivere dei miei sogni e poco alla volta la mia avventura ha preso vita.>>

Nella storia parli di una dimensione parallela: ci credi davvero all’idea che dopo la morte ci sarà un’altra vita? 

<<Io temo la morte,- confessa Alessia- credo che ci possa essere qualcosa dopo, ma la cosa comunque mi spaventa a tal punto da creare il sentiero delle anime. Diciamo che è auto-persuasione!>>

Il secondo romanzo è ricco di avventure di Ali e il suo uomo, ritrovato dopo tempo, prevedi già una terza uscita?

<<Sì, sto già lavorando sul terzo capitolo di Tra le braccia di un Sogno “L’esercito dei Dannati”. Diciamo che in questo capitolo l’eternità dei miei personaggi sarà messa a rischio ancora una volta.>>

Sono presenti tratti autobiografici nei romanzi?

<<Moltissimi. Sogni che non sono riuscita a realizzare, come l’università. Il desiderio di riunire la mia anima a quella a me segnata rispecchia la lontananza forzata con mio marito, sergente dell’esercito, per tanti anni. Lulù…nella vita reale è mia cugina, ma per me è una sorella. Il desiderio di rivedere mio padre, morto nel 2012….e tantissimi altri.>>

SIETE CURIOSIIIII?

Fate bene ad esserlo, questo romanzo di Alessia Cucè non vi deluderà!

Ecco tutti i contatti utili:

PAGINA FACEBOOK

https://www.facebook.com/tralebracciadiunsognoalessiacuce?ref=aymt_homepage_panel

Link per l’acquisto

Tra le braccia di un Sogno (Volume 1)
Ebook Amazon http://www.amazon.it/dp/B00R4ZI6VE/ref=tsm_1_fb_lk
Ebook Lulu.com
http://www.lulu.com/shop/alessia-cucè/tra-le-braccia-di-un-sogno/ebook/product-21981587.html
Cartaceo Lulu.com
http://www.lulu.com/shop/alessia-cucè/tra-le-braccia-di-un-sogno-edizione-premium/paperback/product-21878071.html
Ebook Itunes https://itunes.apple.com/it/book/tra-le-braccia-di-un-sogno/id961279254?mt=11&ign-mpt=uo%3D4
Ebook Googleplay https://play.google.com/store/books/details?id=jzViBgAAQBAJ

Tra le braccia di un Sogno “Il ritorno del Sigillo Bianco” ( volume 2)

Ebook Amazon
http://www.amazon.it/dp/B00IZB2A36/ref=tsm_1_fb_lk
Ebook Lulu.com
http://www.lulu.com/shop/alessia-cucè/tra-le-braccia-di-un-sogno-il-ritorno-del-sigillo-bianco/ebook/product-21958259.html
Cartaceo Lulu.com
http://www.lulu.com/shop/alessia-cucè/tra-le-braccia-di-un-sogno-il-ritorno-del-sigillo-bianco/paperback/product-21878073.html

Leggi Tutto 2 Commenti

BUTTERFLY EDIZIONI,MASSIMILIANO BELLEZZA,QUANDO CALA IL BUIO,recensione,THRILLER

QUANDO CALA IL BUIO di MASSIMILIANO BELLEZZA

Scrivere un libro è un’azione molto complicata, entrano in giochi diversi elementi, però scrivere un romanzo thriller lo è ancora di più.

Oggi vi parlerò di Quando cala il buio, una storia molto intrigante scritta da Massimiliano Bellezza.

Foto

Lui, tecnico aeronautico, classe 1979 è nato nella provincia di Torino e Quando cala il buio è il suo secondo romanzo, edito con Butterfly Edizioni.

quando-cala-il-buio_davanti

La storia si presenta sin da subito incalzante, ricca di particolari, l’uso variegato dei verbi colpisce molto, col trascorrere delle pagine ci si rende conto che non è un thriller qualsiasi perchè è una storia che va oltre l’immaginazione.

I protagonisti sono 5 adolescenti, teppisti della città di Salem che, dopo quest’avventura in una scuola abbandonata, non combineranno più marachelle in giro…perché? Eh, questo dovete scoprirlo leggendo la storia di Massimiliano Bellezza.

Bellezza ha iniziato a scrivere nel 2004, si trattava di un racconto per un concorso locale. Successivamente, un anno dopo, ha pensato all’elaborazione del suo primo romanzo, rimasto ancora nel cassetto. Si tratta di una spy story, ambientata negli Stati Uniti, la cui stesura definitiva risulta costellata da non pochi scogli legati alla materia trattata.

Nel 2007, Massimiliano Bellezza ha aperto le porte al suo primo romanzo, “Destino Crudele – storia di un giovane”. Il testo approdò alla pubblicazione nel 2010, tre anni dopo. Edito dalla Robin Edizioni, è un dramma adolescenziale. “Destino Crudele” è stato un lavoro lungo un’esperienza, anche forte emotivamente, di cui è orgoglioso.

Come nasce la passione per il thriller?

<< Non saprei dire come nasce, so solo che mi piace creare suspense, ansia, le tensioni e le persone travagliate, esattamente come il ‘mostro’ di Quando cala il buio mi affascinano; non mi sono mai chiesto come mai questo genere, so solo che mi piace e continuerò a farlo.>>

C’è qualche altro romanzo che bolle in pentola?

<< Assolutamente sì. Spero di pubblicare quanto prima un nuovo libro dove sarà sempre presente la figura del ‘mostro’ di Quando cala il buio, una figura controversa e alquanto sinistra.>>

Cosa pensi dell’editoria d’oggi?

<< In realtà è un discorso complesso, non mi basterebbero righe e righe di testo. Sono contrario, generalmente, all’editoria a pagamento difatti mi trovo più che bene con il mio attuale editore.>>

Qui trovate tutti i contatti di Massimiliano.

Amazon: http://www.amazon.it/cala-buio-Massimiliano-Bellezza/s?ie=UTF8&page=1&rh=i%3Aaps%2Ck%3AQuando%20cala%20il%20buio%20-%20Massimiliano%20Bellezza

Kobo: http://store.kobobooks.com/it-IT/ebook/quando-cala-il-buio

Ibs: http://www.ibs.it/code/9788897810049/bellezza-massimiliano/quando-cala-il-buio.html

Prezzo di copertina 9,90 euro, Butterfly edizioni.

Leggi Tutto 2 Commenti

gianluca giusti,libri,paranormale,recensione,religione,scrittori,teorie

‘Qualcosa non torna’ di GIANLUCA GIUSTI

Questa settimana ho recensito un libro veramente interessante e insolito, lui non è uno scrittore per professione anzi fa ben altro nella vita ma la semplicità e l’ironia utilizzata attraverso la sua scrittura fa del suo libro un vero capolavoro da avere assolutamente nella propria libreria.

Gianluca Giusti autore del libro “Qualcosa non torna” classe ’64, per professione si destreggia all’interno degli ambienti farmaceutici e oggi vi presento il suo terzo e ultimo libro.

gianluca giusti foto

(qui ci sono le pagine dei suoi precedenti libri https://www.facebook.com/pages/OscuraMente/506891599429331
https://www.facebook.com/pages/Cuba-istruzioni-per-luso/205027556368020 ).

Il nuovo libro Qualcosa non torna è abbastanza corposo, con le sue 354 pagine scorrevolissime ci guida attraverso un percorso informativo-riflessivo sui “misteri” del mondo. Cosa tratta?

Si parla di religione, peccato, le ultime ore di Gesù, le tre religioni monoteistiche, paradiso o inferno, miracoli, stigmate, reincarnazione, ufo, astrologia e tantissimo altro ancora.

Il volume è costituito da tre capitoli, oltre alla prefazione e alle dovute conclusioni.

La lettura si presenta oggettiva e ricca di dati, sono presenti spiegazioni, teorie e aneddoti sui misteri del mondo ovviamente trattati con la massima semplicità e ironia.

Un particolare che m’ha colpito è che durante il libro si incontrano aforismi celebri attinenti ai paragrafi trattati.

Nel paragrafo che tratta Le contraddizioni di Dio Giusti scrive << La religione per spiegare l’ignoto propone decise ma semplici spiegazioni che riescono a convincere facilmente in modo immediato e rassicurante, senza bisogno di riflessioni o studio critico. Di contro la spiegazione scientifica è spesso difficile ma soprattutto non è alla portata di tutti. La risposta della scienza poi, è spesso molto meno romantica, rassicurante e piacevole della versione religiosa. >>

Un altro passaggio molto interessante dal punto di vista dei dati si trova nel paragrafo Religione e cita << L’Universo così grande ha leggi fisiche note che lo governano e ci riguardano direttamente, come la velocità della luce, la legge della gravità universale, l’elettromagnetismo, la forza nucleare debole e forte, le leggi della termodinamica ecc ma la cosa più affascinante è che l’Universo, in realtà, nasconde ancora un bel 96% di misteri. >>

Il libro di Gianluca Giusti è ricchissimo da qualsiasi punto di vista, le riflessioni logiche sui misteri del mondo sono affascinanti e intriganti al tempo stesso: un libro da avere!

Per l’occasione ho intervistato lo scrittore, approfondire nell’animo dell’autore mi affascina molto.

Come e quando nasce la passione per la scrittura?

<<Anzitutto grazie a te per questa opportunità e grazie ai lettori che stanno leggendo questa intervista. Quello di scrivere era un obiettivo che avevo fin da ragazzo. Mi mancava il cosa scrivere. Poi 2012 è arrivata l’idea e ho provato a farlo. Da lì è nato OscuraMente, il primo libro, che mi ha permesso di fare il mio esordio editoriale. >>

Perché hai deciso di incentrare il tuo terzo libro su svariati argomenti che, però, hanno tutti lo stesso filo conduttore (il mistero)? Solitamente su tali argomenti la gente guadagna miliardi sostenendo esattamente il contrario di ciò che hai scritto nel tuo libro. Cosa ti ha fatto pensare che, tali teorie, potrebbero essere utili al prossimo?

<<Perché sia che si tratti di Religione, paranormale religioso o di paranormale in generale si danno molte, troppo cose per scontato. Crediamo, in linea mediana, a una montagna di roba solo perché è così che ce le hanno sempre raccontate, magari grazie a una cultura religiosa che parte, guarda caso, dalla nascita con il battesimo. Diamo per scontato che Bibbia e Vangeli siano la verità assoluta senza magari averli mai letti, oppure perché abbiamo acchiappato qualche estrapolazione qua e là. Crediamo all’autenticità della Sindone o dei miracoli solo perché ne parlano, spesso senza contraddittorio, a Porta a Porta. Idem sul paranormale o gli Ufo. Se lo dice Voyager, sarà vero di sicuro. Ci piace credere nell’impossibile perché apparentemente sembra così, senza pensare o domandarsi mai se tali fenomeni sono riconosciuti o meno dalla comunità scientifica internazionale. È vero, quello che dici, certi autori fanno miliardi o milioni a cavallo di questi argomenti, ma qualcuno controcorrente doveva pur andarci. Eccomi qua! Vedi, nel mio ultimo libro Qualcosa non torna, non do esattamente delle risposte. In fondo in fine non sono nessuno per darle. Cerco un modo perché sia il lettore a trovare le risposte che cerca magari che rafforzino le sue credenze oppure le mettano in dubbio. Senza nascondere la mia parte scettico razionale, io propongo delle riflessioni, dei ragionamenti. Parlo direttamente con il lettore analizzando il tema in questione. Chiedo direttamente a lui se tutto quello che sta leggendo visto con un occhio critico e di analisi profonda dei fatti sia plausibile oppure è bene fermarsi un attimo e farci un pensierino sopra. Pensare e riflettere a fondo sulle cose non è mai negativo. È questo che rende il lettore il vero protagonista del libro. L’utilità soprattutto per il paranormale è enorme, visto il numero dei ciarlatani o persuasori occulti liberi di andare in giro a fare danni e quello delle vittime coinvolte. >>

Cosa bolle in pentola per il nuovo anno?

<<Ho terminato il mio quarto libro che parlerà e naturalmente sfaterà altri miti della mente. Non sembra ma ce ne sono diversi, alcuni davvero clamorosi. Sono alla revisione finale per cui nessun addio ma solo un momentaneo ciao>>.

Qui i riferimenti dello scrittore:

http://www.gianlucagiusti.com
https://www.facebook.com/pages/Qualcosa-NON-TORNA-di-Gianluca-Giusti/861820720512238?ref=hl
https://www.facebook.com/gianluca.giusti.64

Editore Edizioni c’era una volta, prezzo di copertina 13 euro.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2022 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni