Warning: session_start(): open(/tmp/sess_c1b3b23b402897cf7fe5f32bb61f4080, O_RDWR) failed: Disk quota exceeded (122) in /home/customer/www/ilblogdieleonoramarsella.it/public_html/wp-content/themes/yoo_sun_wp/warp/systems/wordpress/src/Warp/Wordpress/Helper/SystemHelper.php on line 521

Warning: session_start(): Failed to read session data: files (path: /tmp) in /home/customer/www/ilblogdieleonoramarsella.it/public_html/wp-content/themes/yoo_sun_wp/warp/systems/wordpress/src/Warp/Wordpress/Helper/SystemHelper.php on line 521
cultura Archivi - Pagina 4 di 7 - Il Blog di Eleonora Marsella

Posts Taggati ‘cultura’

cultura,lecce,salento

“Madri. Voglio vederti danzare”- Presentazione del libro di Antonia Chiara Scardicchio

Sarà presentato venerdì 29 gennaio 2016, nella sala della Grottesca del Rettorato dell’Università del Salento (piazza Tancredi 7, Lecce), alle ore 17.30, il libro “Madri. Voglio vederti danzare” di Antonia Chiara Scardicchio, docente di Pedagogia Sperimentale all’Università degli Studi di Foggia. Con l’autrice dialogheranno Paola Martino ed Emanuela Boccassini del Centro Studi Osservatorio Donna dell’Ateneo salentino, e il Preside della Facoltà di Scienze della Formazione Scienze Politiche e Sociali Salvatore Colazzo.arton67771

L’incontro è promosso proprio dal Centro Studi Osservatorio Donna, nell’ambito delle sue attività di sensibilizzazione e informazione sul territorio: «La presentazione di questo libro», spiegano le organizzatrici, «vuole essere l’occasione per riflettere sui temi della maternità, delle relazioni che ne scaturiscono, della solitudine in cui a volte le donne si trovano dopo la maternità, della rete tra donne, dello scarso valore sociale che oggi si dà alla maternità nonostante il basso tasso di nascite, e anche della maternità speciale quando si ha un/una figlia disabile».

 

In “Madri. Voglio vederti danzare” (Agenzia Nfc edizioni), Chiara Scardicchio racconta infatti, da madre, del suo amore per la figlia Serena, disabile dalla nascita, e in generale dell’essere madri e genitori in un percorso fatto di dolore, redenzione, bellezza. Il libro, corredato dai dipinti di Patrizia Casadei e dalle sculture di Angela Micheli, si rivolge a uomini e donne, madri e padri, con figli in salute o malati, per aiutarli a comprendere che “bisogna sempre gioire delle piccole cose della vita”.

 

Antonia Chiara Scardicchio (Bari, 1974) è docente e ricercatrice in Pedagogia all’Università degli Studi di Foggia e si occupa dal 1997 di progettazione e formazione nei contesti dell’educazione e della cura. È autrice anche di Logica e Fantastica. “Altre” parole nella formazione (Ets, 2012), Il sapere claudicante. Appunti per un’estetica della ricerca e della formazione (Mondadori, 2012), Adulti in gioco. Progettazioni formative tra caos, narrazione e movimento (Stilo, 2011).

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,eventi,libri,recensioni,roma

Nuovi appuntamenti per scrittori emergenti

Arrivano i nuovi appuntamenti firmati dalla Blogger Eleonora Marsella, eventi romani in cui i protagonisti sono gli scrittori emergenti e i loro libri.

Nuove location, date e presentazioni sparse in tutta Roma, ecco alcune date in cui è ancora possibile prenotarsi:

8 Marzo, 11 Marzo, 17 Marzo e 18 Marzo.

Dove si svolgeranno? Ecco alcune foto:

enoteca letteraria mangia parole 1013- vicinanze termini teatro antigone 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sei uno scrittore? Un poeta? Vuoi presentare il tuo libro nella capitale romana? Scopri tutti i dettagli inviando un’email a Ilblogdieleonoramarsella@gmail.com

 

 

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,eventi,il blog di eleonora marsella,lecce,maglie,salento,tradizioni

Focara 2016

Si rinnova l’appuntamento Salentino degli ‘Amici della focara’ di Maglie: sesta edizione della tradizione di Sant’Antonio in data 16 Gennaio.

‘Gli amici della focara’ con a capo Enzo De Lumè, con il passare degli anni, hanno di volta in volta migliorato la manifestazione Magliese donando alla cittadina un’usanza che con gli anni rischiava di svanire.

A partire dalle 19.45 si terrà la benedizione da parte di Don Luca, a seguire ringraziamenti da parte del Comune e del comitato,accensione e ad addolcire la fredda serata musica Folkloristica con panini e vino offerti.

Quest’anno la focara di Sant’Antonio ha assunto la forma del Municipio di Maglie, un omaggio da parte degli ‘Amici della focara’ alla comunità Magliese: nei precedenti anni, invece, la focara assumeva la forma di Castel Sant’Angelo, Castel Bel Monte e Colosseo.

Enzo De Lumè, organizzatore dell’evento, vuole ringraziare il Comune, gli sponsor che hanno aderito e tutti coloro che hanno collaborato assiduamente per la realizzazione della stessa manifestazione, augurandosi in cuore che, il prossimo anno, il comitato possa allargarsi e accogliere anche braccia giovanili.

Domani 16 Gennaio 2016 a partire dalle 19.45 zona Industriale- Maglie (LE).

Leggi Tutto Nessun Commento

carlo boso,cultura,eventi,lecce,puglia,teatro,Università del Salento

TEATRO DI ATENEO UNISALENTO- LEZIONE CON CARLO BOSO

 

Primo appuntamento del ciclo di incontri/lezioni “La scena stregata”, organizzato dall’associazione “Teatro di Ateneo” dell’Università del Salento, con l’attore e regista Carlo Boso: sul tema “La commedia dell’arte e il comico italiano”, l’incontro si svolgerà presso la Galleria Foresta, in via Federico d’Aragona a Lecce, giovedì 12 novembre 2015 alle ore 18.30. Attraverso un accurato lavoro sul canovaccio e sui meccanismi scenici della commedia, sull’improvvisazione e sui personaggi della Commedia dell’Arte, Carlo Boso guiderà gli allievi attraverso quest’antica e basilare arte teatrale, facendola rivivere nel suo spirito originario e rendendola nello stesso tempo contemporanea.Università del Salento

 

Attore, regista e direttore artistico del teatro Tag di Venezia dal 1983 al 1992, Carlo Boso è una delle personalità che ha contribuito alla riscoperta e valorizzazione della Commedia dell’Arte. Nato nel 1946 a Vicenza e diplomato al Piccolo di Milano, dopo essersi cimentato nella regia di alcune delle opere che hanno fatto la storia del teatro (dirette da diversi registi, tra i quali Massimo Castri, Peppino de Filippo, Dario Fo, Peter Locack, Giorgio Strehler, Ferruccio Soleri), ha scritto una

Carlo Boso

Carlo Boso

quarantina di canovacci rappresentati poi nei principali festival internazionali di teatro, di cui spesso ha curato la direzione (tra i quali Quai Nord, Un treno per Algeri, Scaramuccia, La Follia d’Isabella, Il Mercante di Abiti, Don Giovanni, Fedra, Antigone, Mori a Venezia, I Cavalieri della Rosa, Don Quichotte, Mélodie Foraine, Public or not Public, Il Falso Magnifico). Ha diretto più di cento atelier internazionali fino a che, nel 2004, ha fondato l’Académie Internationale de Arts du Spectacle nei vecchi studios cinematografici di Montreuil, nei pressi di Parigi, attualmente trasferita a Versailles. È uno dei più importanti registi del teatro europeo. Vive a Parigi e lavora tra Francia, Italia, Austria, Spagna, Grecia, Inghilterra, Canada, Belgio, Corea, Messico in qualità di regista e direttore di stage di Commedia dell’Arte.

 

Nell’ultimo triennio l’associazione Teatro di Ateneo, diretta da Aldo Augieri, ha promosso diverse iniziative seminariali e pratiche sceniche con lo scopo di avvicinare studenti e personale al processo creativo della formazione. La ricerca si concentra sul lavoro fisico attoriale di corpo, voce e movimento, mentre le drammaturgie portate in scena nascono da testi letterari e non prettamente teatrali, tali da permetterne la riscrittura scenica. Tra le opere portate in scena “Le bagatelle di Lady Macbeth”, “Le confessioni di un vedovo di razza bianca” tratto dalla Lolita di Nabokov, “La Condanna” tratto da Kafka e “Scandalo negli abissi” tratto da Celine (a breve la prima nazionale).

 

Info: Barbara Savio, telefono 328 8526111

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,eugenio manca,lecce,presentazioni libri,salento

Presentazione del libro ‘Non li abbiamo ascoltati. Peggio per noi’ il libro postumo di Eugenio Manca

Sarà presentato domenica 8 novembre 2015, alle ore 11 presso la Libreria Liberrima di Lecce, il libro postumo di Eugenio Manca “Non li abbiamo ascoltati. Peggio per noi” (Ediesse edizioni, a cura di Carlo Ricchini e Sergio Sergi).

Interverranno Eugenio Imbriani, associato di Discipline demoetnoantropologiche all’Università del Salento, e il giornalista Raffaele Gorgoni, alla presenza di Bruno Maggio, autore dei ritratti che corredano il volume.

 

Nato a Lecce il 6 gennaio 1944 e a lungo vissuto nel Salento, giornalista professionista iscritto all’Ordine del Lazio, poco dopo il trasferimento a Roma Eugenio Manca eugenio_manca

era diventato inviato speciale “L’Unità”, presso il quale ha lavorato sino agli anni Novanta. Era poi passato al settimanale “Il Salvagente”, per il quale curava la rubrica settimanale “Pit Stop”. È scomparso lo scorso marzo, a 71 anni, nella sua casa di campagna a Orte, in provincia di Viterbo.

 

 

 

 Il libro

Trenta interviste ad altrettanti protagonisti della storia italiana, tra i quali Zavattini, Garin, Fortini, Monicelli, Hack, Binni, Scola, Pivano, Tabucchi, Lizzani, Luzi, Pontiggia, Maraini, Merini, Roversi, Revelli.

1992-8 Ma non li abbiamo ascoltati_14-21_cop_14-21Eugenio Manca ha conversato con decine di intellettuali – poeti, scrittori, scienziati, registi cinematografici, tra la fine del Novecento e l’inizio del Duemila: sono discussioni su poesia, libri, pittura, riflessioni sullo stato dell’Europa e dell’Italia dal punto di vista politico, sociale, morale, previsioni sul futuro. Da quegli incontri è venuto fuori uno spaccato dell’Italia e dell’Europa che ha prefigurato tutti i complessi problemi delle nostre società al giorno d’oggi. Quegli intellettuali avevano lanciato un allarme, rimasto inascoltato.

 

Leggi Tutto Nessun Commento

claudio boschi,cultura,eventi,flavio ciancio,il blog di eleonora marsella,novembre,roma,serena fernesi,silvia buffo,teatro

Alberto, Veronica e me al Teatro Agorà di Roma

“Alberto, Veronica e me”: commedia in due atti, scritta, diretta e interpretata da Giuseppe Talarico, in scena al Teatro Agorà, dal 17 novembre al 6 dicembre.

“Alberto, Veronica e me”, la nuova commedia del regista Giuseppe Talarico, all’insegna del paradosso e dell’umorismo, si presenta come una metafora del quotidiano. Storie comuni e persone comuni ma intrecciate da un ritmo irrefrenabilmente ironico e pieno di allegorie: Leonardo è un quarantenne single molto raffinato che vive da solo in un appartamento a Roma. La sua è una vita tranquilla se non fosse per le continue intrusioni della sorella Rita che molto apprensiva, spesso si reca da lui per rimettergli apposto casa. Rita, essendo di stampo tradizionalista, vuole a tutti costi farlo sposare. Ma lui, pur non avendo nulla contro il matrimonio, non ha ancora trovato la donna del suo destino. Rita, si è però ormai convinta che suo fratello, scappi dal matrimonio e dalle donne perché gay, supportata anche dai modi chic di lui, che a tratti danno questa impressione, fino a convincerla totalmente.

Quando arriverà Alberto, il migliore amico di Leonardo, anche lui dai modi raffinati ma sposato, tutto sembrerà avvalorare la tesi di Rita sull’omosessualità del fratello. In realtà, Alberto va da Leonardo per chiedere conforto, dato che si è perdutamente innamorato di una prostituta di nome Veronica, per la quale è disposto a tutto. Locandina

Gli equivoci rendono questa commedia avvincente e divertentissima fino alla fine con momenti di grande comicità: ognuno dei personaggi vive in un universo proprio che quando va a collidere con quello degli altri riserva sempre sorprese e imprevisti travolgenti. Ogni personaggio incarna un sentimento, una paura, un sogno fino all’estremizzazione di tutto ciò, grazie all’ottima recitazione degli interpreti.

Leonardo, interpretato da Giuseppe Talarico, in balia della sua classe ed eleganza si ritroverà a spazientirsi fino a rivelare la sua vera natura, pragmatica e verace. Ed ancora Letizia Barone Ricciardelli, in Bianca, moglie di Alberto, incarna la donna insicura e tradita, afflitta da mille paranoie e paure, è una donna disperata.

Ad interpretare Rita è Serena Farnesi, personaggio cardine, rappresenta l’ingenuità e il retaggio di una realtà di borgata con tutti i suoi piccoli grandi sogni, così come il marito Natalino il cui ruolo è affidato a Claudio Boschi, scanzonato e dall’aria trasognata, vive facendo il poeta e compone in ogni momento, scrivendo tutto ciò che gli viene in mente sul suo inseparabile taccuino.

Alberto, interpretato da Flavio Ciancio, il migliore amico di Leonardo invece è la personificazione del vizio, è vittima della sua stessa passione, il folle amore per Veronica, una escort professionista, il cui ruolo spetta all’attrice Lucia Rossi, l’apoteosi della seduzione e del potere femminile, per la quale sta sperperando tutti i soldi e trascurando la famiglia.

Gli universi dei personaggi si intrecciano fino a sviscerare risvolti inattesi, tutto sul filo della suspense e di una curiosità incontrollata sul gran finale. La romanità fa da cornice nel linguaggio e nell’atmosfera, nei modi di dire e di fare dei personaggi, eccetto per Veronica che incarna il sogno astratto, l’ideale irraggiungibile ma di fatto è l’emblema della più cinica realtà.

Nel Cast tecnico invece: Manuel Molinu: Tecnico audio e Luci, Mirella Getuli: Sarta e Parrucchiera, Andrea Mocci: Scenografo; Mario Farnesi: Tappezziere; Fotografo di scena: Luca Caravaggio; Silvia Buffo: Ufficio Stampa.

Lo spettacolo, patrocinato da “Roma Capitale” e prodotto dalla “Compagnia InControscena”, debutterà al Teatro Agorà di Trastevere in via della Penitenza 33.

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,il blog di eleonora marsella,libri,presentazioni,roma,vittorio piccirillo

Presentazione LA VOCE DELLA DISTRUZIONE di Vittorio PICCIRILLO

Vittorio Piccirillo ospite il 7 Novembre 2015 alla settimana tappa della rassegna per scrittori emergenti, una rassegna che vede protagonisti quindici autori attraverso undici tappe.

Vittorio Piccirillo presenterà La voce della distruzione, libro dal genere fantasy, caratterizzato da missioni, ostacoli e descrizioni fittizie. vittorio piccirillo

La presentazione del libro, con inizio alle 17 in via Giuseppe bagnera 31-35 presso la Cartolibreria #skarabocchio, prevede la partecipazione dell’attrice Francesca del Vicario che, per l’occasione, leggerà gli estratti del libro, Federica Girardi si occuperà delle foto, Eleonora Marsella gestirà l’evento e a fine serata si terrà un buffet di prodotti salentini.

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/124293014597533/

 

Vittorio Piccirillo, La voce della distruzione, dalle 17 in via Giuseppe bagnera 31.

 

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,eventi,il blog di eleonora marsella,roma,teatro,teatro aura

Il teatro ai tempi dei social… ‘Tutti felice, tranne me’

“Tutti felici, tranne me…”, in scena dal 29 ottobre al’8 novembre al teatro L’Aura. Commedia dedicata all’ingannevole mondo dei Social Network.
In seguito all’entusiasmo del pubblico già dopo il primo ciclo di repliche, anche per la nuova stagione torna al teatro L’Aura, dal 29 ottobre all’8 novembre, “Tutti felici, tranne me…”, la commedia teatrale dedicata all’ingannevole mondo dei Social Network. Scritto, diretto e interpretato da Maurizio Canforini e accanto ad Alessia Tona, si presenta come indagine dai toni leggeri ma anche riflessivi, fra le relazioni sentimentali 2.0 in cui ‘realtà’ e ‘mondo virtuale’ si sovrappongono senza però mai coincidere.
Facebook, WhatsApp, Instagram sono ormai entrati così a fondo nelle nostre vite che quasi non ce ne accorgiamo: non ci fermiamo più ad ammirare un tramonto perché siamo troppo impegnati a fotografarlo, pensiamo di conoscere a fondo un illustre sconosciuto solo perché leggiamo tutti i suoi aggiornamenti di status su Facebook.

Uno scatto di Alessia Tona in -Tutti felici tranne me-

Uno scatto di Alessia Tona in -Tutti felici tranne me-

Questo perché i ‘Social’, se usati in dose massiccia e senza il dovuto distacco emotivo, hanno il potere di cambiare la percezione che abbiamo della realtà, con tutto quello che ne consegue spesso dando luogo a equivoci e a complicazioni.
Rende bene l’idea l’intricato intreccio fra i personaggi: Leonardo appena lasciato dalla sua compagna per un maestro di Zumba, Sofia l’amante di un uomo ‘impossibile’, Anna che ama sbandierare su Facebook la propria felicità, Andrea fidanzato modello e Laura finalmente pronta a rimettersi in gioco in amore.
Un’innocente foto postata su Fb farà incrociare le loro vite con esiti imprevedibili.
A moltissimi è capitato, almeno una volta, di entrare in Facebook al termine di una giornata storta e, di fronte al tripudio di selfie da innamorati, foto di banchetti nuziali o tramonti mozzafiato, ritrovarsi ad esclamare: ‘qui sono tutti felici tranne me!’
Compito della commedia è quello di provare a catturare frammenti di realtà e restituirli sotto forma di storie in grado di suscitare emozioni, ‘Tutti felici, tranne me…’ si propone questo fine, accordando il tutto sulla nota del divertimento riflessivo.
Interpreti: Maurizio Canforini (Leonardo), Alessia Tona (Anna), Barbara Blasetti (Sofia), Carlotta Galmarini (Laura), Lino Mandile (Andrea).
Scenografia virtuale: Endri Zizi e Lesile Esposito.
Musiche originali: Davide Tamburrino.
Teatro: L’Aura in Vicolo di Pietra Papa 64.
Orari: dal giovedì a sabato ore 21.00- domenica pomeridiana ore 18.00.

 

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,eventi,galleria ca' d'oro,roma

L’arte incontra il design. MARK OUT 1/1 a ROMA

L’arte incontra il design. MARK OUT 1/1 è un ambizioso progetto di Banna’i Studio che connette la contemporaneità della street art alla tradizione artigianale italiana, con un occhio attento alle nuove tecnologie.

Con MARK OUT 1/1, Banna’i Studio punta ad accostare il design all’arte, coinvolgendo undici tra i migliori street artist della scena romana in una sfida per la creazione di complementi d’arredo unici, realizzati con le più moderne tecniche d’artigianato digitale che vanno dalla stampa 3D alla fresa a controllo numerico.

 

MARK OUT 1/1 presenta in anteprima le opere inedite di Alt97, #Cancelletto#, Diavù, Gojo, Groove Lucamaleonte, Maria Carmela Milano, Mr Klevra, Mister Thoms, Omino71, Solo.

 

MARK OUT 1/1, nel gergo americano “lasciare una traccia”, concretizza un’idea unica nel suo genere, grazie alla quale l’artista sigla con la propria impronta un oggetto di design destinato ad entrare nell’uso quotidiano: arte, design e artigianato digitale si fondono e, grazie alla collaborazione con UAU ART (Urban Art Utopia), trovano nuova dimora tra le mura della storica e prestigiosa galleria romana Cà d’Oro in Via del Babuino, 53.

 

Tra i pezzi unici della mostra, visitabile gratuitamente dal 4 al 18 Novembre sono presenti:

la chaise longue “K-1” di Mr Klevra, in legno e alluminio tagliato ad acqua, i cui segni calligrafici dell’artista accompagnano la silouhette della seduta; la lampada “Madrilù”, matrioska concepita da Alt97 e realizzata tramite la stampa 3D; l’elegante tavolo in rovere “Äbundantia” di Lucamaleonte la cui parte centrale, incisa al taglio laser riproduce un motivo floreale con ape realizzato dallo street artist; l’impianto di diffusione audio HI-FI “Fat you” di Omino71 che coniuga un’icona street, quale il cap delle bombolette e il design alla migliore tecnologia audio.

banna's studio

A sottolineare i differenti percorsi degli artisti presenti, la mostra espone anche opere inedite a cura di UAU ART (Urban Art Utopia), il cui tema prende ispirazione dall’arte decorativa del Banna’i (a cui lo Studio deve il proprio nome): forme geometriche, pattern, tag, rappresentazioni figurative si alternano nella realizzazione di tele dal formato 70×70.

 

Partner dell’iniziativa sono: Ceramiche Maroso, Due Ancore di Marcello Beltrame, Neon Angher e Studio d’arte Candeloro.

 

DETTAGLI                       

Banna’i Studio. Bann’i “l’uomo che costruisce”, è un’arte decorativa che si serve del cufico, uno stile calligrafico caratterizzato dalla forma geometrica dei grafemi. L’estetica del segno compone un’immagine bilanciata e densa di significato. La ricerca nella produzione dell’oggetto e la commistione di idee e di segni si uniscono creando un prodotto unico e la rappresentazione diventa quindi la somma delle bellezze intrinseche nel singolo segno che generano una sintesi di significati e stili. Da qui il manifesto di Banna’i Studio che, tramite l’ausilio di nuove tecnologie e l’accurata ricerca dei materiali, sviluppa concept restando legato alla storica tradizione artigianale italiana a rappresentare l’eccellenza del Made in Italy. Le collaborazioni con gli artisti della scena contemporanea rendono lo Studio una Factory, il luogo in cui si incontrano idee al fine di realizzare pezzi.
UAU ART Urban Art Utopia nasce da un’idea di China Porcella e Marta Ugolini con l’intento di portare la street art, dalla strada all’interno, gallerie, spazi istituzionali, dimore privati e palazzi storici. Le iniziative di UAU ART si diversificano sia su territorio nazionale sia internazionale tra eventi ed esposizioni.

 

La Galleria Ca’ d’Oro, luogo storico di esposizioni per i più grandi nomi dell’arte del Novecento ed  espressione di un’incessante vivacità artistica e intellettuale da oltre quarant’anni, è oggi un importante centro di promozione e diffusione del talento creativo italiano e internazionale. Erede della Galleria San Bernardo, aperta a Roma da Amadore Porcella nel 1945, la Ca’ d’Oro apre le sue porte al pubblico nel dicembre del 1970 nella sua originaria sede di via dei Condotti. La preparazione e l’esperienza di Antonio Porcella nel campo dell’arte hanno segnato la cultura della Capitale, portando in città e dalla città al mondo artisti come Giorgio de Chirico, Renato Guttuso, Giacomo Manzù, Salvador Dalì, Carlo Carrà, Bruno Caruso, Alberto Sughi, Ruggero Savinio, Corrado Cagli, Ennio Calabria e Renzo Vespignani. La Galleria Ca’ d’Oro si è sempre distinta per sensibilità artistica, sguardo intellettuale e storica professionalità, che hanno accomunato quattro generazioni della famiglia Porcella. Il figlio Antonio, amando fin da giovane l’arte, è riuscito ad avviare l’attività della galleria prima nella sede di via Condotti e successivamente a piazza di Spagna, dove ha trasmesso la sua passione alla figlia Gloria, che oggi è  responsabile e curatrice d’arte della Galleria Ca’ d’Oro. Promozione e valorizzazione dell’arte contemporanea sono le linee guida di Gloria Porcella, che negli ultimi anni è affiancata da Lamberto Petrecca nel lavoro organizzativo e di ideazione artistica. Insieme riescono a cogliere i segni artistici del presente e fare di ogni mostra ed evento un momento significativo per la storia dell’arte nazionale e internazionale.

 

Galleria Cà d’Oro
Via del Babuino, 53 Roma, 00187 Roma
06 679 6417 – info@ca-doro.comhttp://www.ca-doro.com/

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,eventi,il blog di eleonora marsella,lecce,otranto,puglia,salento,Sport

Peoples Run- Staffetta del dialogo

Parte da Otranto la “Peoples Run- Staffetta del Dialogo”, iniziativa sportiva tra Italia e Balcani a cui hanno aderito numerosi Premi Nobel per la Pace e personaggi famosi impegnati nel sociale.
La staffetta, sostenuta dall’azienda PIU HOTELS di Parma, ha tra i suoi principali obbiettivi la promozione del dialogo tra popoli diversi attraverso lo sport, e fa capo ad una più ampia e articolata attività, denominata “Progetto Dialogo” (www.progettodialogo.it), volta all’incontro tra culture e religioni diverse.
Il 19 Ottobre, data della Beatificazione del Premio Nobel per la Pace Madre Teresa e giorno di Festa per tutta l’Albania e gran parte dei Balcani, la manifestazione ha preso il via oltre l’Adriatico.
Il gruppo di sportivi, i “Peoples Runners – PIU HOTELS”, daranno vita alla Staffetta in Italia raccogliendo il testimone a Otranto, il punto più a Sud -Est dello “stivale”.
Nella città idruntina, il Sindaco Luciano Cariddi e l’Assessore allo Sport Gianfranco Stefàno hanno dato il via all’iniziativa dalla sede municipale. I testimonial della manifestazione hanno consegnato al primo cittadino e all’Assessore il simbolo dell’iniziativa, la “Maglia del Dialogo” firmata dai Premi Nobel per la Pace, in una cerimonia che si è svolta alle ore 10.30. Presenti Sentiliano Gezka, Anrida Vaso ed Emanuela Marticanaj. People Run
La staffetta podistica rappresenta un forte simbolo di unità delle due sponde del Mediterraneo e il progetto prevede di dedicare una sezione alle città che vi hanno aderito e lo hanno sostenuto in varie forme: fra queste, con l’accoglienza della Maglia del Dialogo, vi sarà anche Otranto.
Dopo la tappa salentina, la squadra di sportivi raggiungerà altre città in Puglia, tra cui Brindisi e Ostuni, dove ad attendere la delegazione dei podisti e la “Maglia del Dialogo” ci saranno i rispettivi rappresentanti cittadini.
La manifestazione proseguirà poi lungo la dorsale adriatica e giungerà in Emilia Romagna il prossimo 4 Novembre.
Tutte le attività sono coordinate dall’Associazione sportiva e Culturale Agathos, affiliata al CSI.


Hanno sottoscritto la Maglia del Dialogo:
Mairead Corrigan Maguire – Premio Nobel per la Pace 1976
Betty Williams – Premio Nobel per la Pace 1976
Rita Levi Montalcini – Premio Nobel per la medicina 1986
Muhammad Yunus – Premio Nobel per la Pace 2006
Lech Walesa – Premio Nobel per la Pace 1983
Rajendra Kumar Pachauri – Presidente IPCC, Premio Nobel per la Pace 2007
Rigoberta Menchù Tum – Premio Nobel per la Pace 1992
John Hume – Premio Nobel per la Pace 1998
Frederik Willem de Klerk – Premio Nobel per la Pace 1993
Card. Paul Poupard – Presid. Emerito, Pontificio Consiglio Cultura Vaticano
Kerry Kennedy – Presidentessa Fondazione Kennedy
Bob Geldof – artista impegnato nel sociale

Leggi Tutto Nessun Commento

cultura,fiere,il blog di eleonora marsella,iniziative,ortelle,puglia,salento,tradizioni

CicloFesta per la Fiera di San Vito (LE)

L’autunno porta con se colori, diversità, odori, umori: il Salento, in questo periodo dell’anno, s’arricchisce di fiere ed eventi che, ogni weekend, caratterizzano una particolare area geografica.

Il weekend del 24/25 Ottobre vede protagonista la famosissima FIERA DI SAN VITO DI ORTELLE.

Torna la Ciclofesta di Città Fertile per la Fiera di San Vito, il 24 e il 25 ottobre a Ortelle. L’associazione Città Fertile è pronta ad allestire una ciclovia temporanea che collegherà Vignacastrisi con Ortelle. Il percorso rurale sarà completamente inibito al traffico delle auto e illuminato da un prototipo di segnaletica luminosa alimentata da energia solare.

 

Dopo il successo della prima sperimentazione durante la Notte Verde a Castiglione d’Otranto, Ciclofesta ritorna nel territorio ODSA, a partire dalla sera di sabato 24 ottobre. La Ciclofesta è un progetto di Città Fertile, promosso dal percorso di rigenerazione territoriale «ODSA – i paesi e dalla vita ciclica» (Ortelle, Diso Spongano e Andrano; odsa.eu) e attuato grazie al patrocinio della Regione Puglia, assessorato alle Infrastrutture e mobilità, e al supporto del Comune di Ortelle, degli altri Comuni del raggruppamento, dello sponsor tecnico nel campo del micro-fotovoltaico Sunergy e con il sostegno dell’azienda di vendita e riparazione bici Ciriolo srl di Ortelle. ciclofesta programma copia+

 

Il progetto Ciclofesta per la fiera di San Vito prevede l’accesso sostenibile all’evento, incentivando l’arrivo e la partecipazione in bicicletta. Per chi vorrà andarci in compagnia sarà anche allestito un bicibus (gruppo di ciclisti che si muovono insieme aumentando il livello di sicurezza sulla strada) sulla tratta Vignacastrisi – Ortelle con partenza alle 19:00 da piazza Umberto I e rientro alle 22:00 da Ortelle.

 

Quali sono gli ingredienti di Ciclofesta per la fiera di San Vito?

 

1) la chiusura al traffico automobilistico della via vecchia Ortelle – Vignacastrisi a partire dalle 18 di sabato 24 ottobre fino a tutta la mattinata di domenica 25;

2) i bicibus per arrivare alla festa in comitiva divertendosi e aumentando il livello di sicurezza: oltre al bicibus Vignacastrisi – Ortelle ne sono previsti altri due da tutta la rete dei comuni Odsa;

3) la presenza di un bicipark, un’area temporanea di parcheggio delle bici al Parco San Vito di Ortelle;

4) l’allestimento della segnaletica luminosa tramite il prototipo inventato da Città fertile e Sunergy, che aumenterà la sicurezza del percorso.

 

Il tratto di bicibus Vignacastrisi – Ortelle sarà realizzato con la partecipazione delle associazioni locali Fratres, Parabola a Sud, Proloco di Vignacastrisi, Pro Loco Ippocampo di Vignacastrisi e Ortelle, V.I.T.O, Eco di mare. A Vignacastrisi sarà anche allestita una ciclofficina per riparare le bici a cura della Ciclofficina Popolare Knos di Lecce, attiva dalle 15:00.

7_ 11_

Il sistema di bicibus per raggiungere Ortelle è curato dall’associazione Cicloclub Spongano con la collaborazione di MTB Tricase, MoBici Lecce e RuotAndo Lecce. Sono previste due linee.

  • La Linea 1 partirà da Andrano, in piazza Castello, alle 17.45; da Marittima in piazza Vittoria 18; da Vignacastrisi, in piazza Umberto I, alle 18.15. Per informazioni si invita a contattare il numero 3209025188.
  • La Linea 2 partirà da Spongano in piazza Vittoria alle 17.45; da Diso in piazza Carlo Alberto alle 18; da Vignacastirisi in piazza Umberto I alle 18.15. Il numero di riferimento per questa linea è il 3895818490.

 

Il raduno a Vignacastrisi partirà con l’intervista del giornalista Donato Nuzzaci al cicloinventore Nunzio Casciaro per presentare la sua «Riciclò».

 

 

Questa sperimentazione è fortemente connessa con un progetto in corso da parte dei Comuni ODSA, un sistema di ciclovie permanenti, percorsi ciclabili ad alto tasso di sicurezza e di efficacia, che saranno presto una realtà che collegherà i Comuni del raggruppamento ODSA: Ortelle, Diso Spongano e Andrano. Saranno intessuti ben 18 chilometri di percorsi ciclabili per connettere i centri abitati costieri e interni, agendo prevalentemente sul recupero e sulla valorizzazione di tracciati secondari a bassissima intensità di traffico veicolare, e integrando i percorsi ciclabili con i corridoi paesaggistici dei Frutti Minori.

 

Per saperne di più! Sabato 24 alle 19:30 Città Fertile presenterà il progetto «Ciclofesta, la via sostenibile agli eventi» alla tavola rotonda nello stand istituzionale della fiera. Titolo dell’incontro: «CICLOFESTA. STRATEGIA DI ACCESSO CONSAPEVOLE A FESTE ED EVENTI. LA SPERIMENTAZIONE DEL TERRITORIO ODSA». Due gli argomenti che saranno affrontati: la Ciclofesta come strategia di accesso sostenibile e Il progetto della Ciclovia per la valorizzazione dei paesaggi costieri nella rigenerazione territoriale dei comuni ODSA. Con la moderazione di Alessandro Chizzini, giornalista di Belpaese e Tagpress, interverranno: Nello Sforza, assessorato alla Mobilità della Regione Puglia; Francesca Pace, assessorato al Territorio della Regione Puglia; Francesco Rausa, sindaco di Ortelle, Nicola Panico, presidente Parco Naturale Regionale Costa Otranto-Leuca; Cosimo Chiffi, TRT Milano – tutor del workshop di Cuntamemo’ sulla mobilità lenta; Alessandro Pellegrino, Sunergy fotovoltaico, sponsor tecnico; i rappresentanti delle associazioni CicloClub di Spongano , Espero, RuotAndo, MoBici e Salento Bici Tour.

 

 

 

Per info: info@cittafertile.it 328/7345384

Sito web: www.cittafertile.it

Leggi Tutto Nessun Commento

apulia film commission,cinema,cultura,lecce,otranto,puglia,salento

La Puglia protagonista al CINEMA-La rassegna di Apulia Film Commission

Con l’obiettivo di valorizzare e promuovere le location del territorio pugliese, nonché divulgare il più possibile i film girati nella nostra Regione, Apulia Film Commission ha organizzato una rassegna itinerante alla quale hanno aderito 14 Comuni soci della Fondazione: Bari, Campi Salentina, Castellana Grotte, Vernole, Castro, Cutrofiano, Galatina, Galatone, Melendugno, Otranto, Palmariggi, Pietramontecorvino, Monopoli, Specchia e Uggiano la chiesa.

La rassegna promossa e sostenuta da Apulia Film Commission in collaborazione con i Comuni, rientra nell’ambito del Progetto di “Valorizzazione delle location pugliesi di interesse storico culturale, artistico e naturalistico attraverso l’organizzazione di educational tour”, grazie alle risorse del P.O. FESR 2007-2013, Asse IV, Azione 4.3.1..

Tra le 329 produzioni audiovisive che, negli anni, hanno scelto la Puglia quale luogo ideale per realizzare i propri progetti audiovisivi, sono state individuate due rassegne tematiche composte da otto titoli ciascuna.

Nella prima sezione intitolata “La Puglia nei luoghi del cinema”, sono stati scelti i film: “Isole” di Stefano Chiantini, “Ameluk” di Mimmo Mancini, “Walking on sunshine” di Max Jiwa e Dania Pasquina, “Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek, “L’uomo nero” di Sergio Rubini, “Ci vediamo domani” di Andrea Zaccariello, “Last summer” di Leonardo Guerra Seràgnoli, “Pane e libertà” di Alberto Negrin.

Per la seconda sezione “I grandi interpreti in Puglia”, la scelta è caduta su: “Third Person” del premio Oscar Paul Haggis, “Latin Lover” di Cristina Comencini, “È stato il figlio” di Daniele Ciprì, “La scelta” di Michele Placido, “Appartamento ad Atene” di Ruggiero Di Paola, “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone, “Una donna per amica” di Giovanni Veronesi e “Amiche da morire” di Giorgia Farina.


PROGRAMMA OTRANTO

Sala Triangolare Castello Aragonese ore 18.00:

23/10/2015 – Appartamento ad Atene di D. Ruggero
24/10/2015 – Il racconto dei racconti di M. Garrone
25/10/2015 – Latin Lover di C. Comencini

Leggi Tutto Nessun Commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2022 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni