Pescare nel Tevere è possibile?

Ieri, mentre mi recavo in università e superato il ponte Marconi m’accorgo che giù, c’è gente che pesca, mi sorprendo assai, conoscendo il colore del fiume e tutto ciò che l’alta marea quando va via lascia con se… mi incuriosisco ed eseguo una ricerca, perciò, ecco cosa ho trovato, i dati relativi all’inquinamento del Tevere, uno dei maggiori fiumi italiani.

Tra i venti corsi d’ acqua più lunghi d’ Italia monitorati da Legambiente nella campagna “Fiumi Informa 2006” il fiume di Roma è il più inquinato, quello che presenta tratti più lunghi giudicati di qualità pessima (9,5% del totale). Si concentrano quasi tutti nel percorso urbano, con tassi così alti di colibatteri fecali da sfuggire ad ogni standard di classificazione.A Orte e a Civitavecchia il valore è ancora sufficiente con il livello 3, ma già a Castel Giubileo, prima della confluenza con l’ Aniene, il Tevere diventa scadente con il parametro 4. All’altezza di ponte Cavour, nell’area compresa fra Castel Sant’ Angelo, il Mausoleo d’ Augusto e piazza del Popolo, l’ inquinamento schizza oltre il livello 5, al ponte di Mezzocamino, zona sud di Roma, altezza raccordo, la qualità torna scadente con il livello 4 e a Ponte Galeria diventa pessima con 5. «Il tratto cittadino del Tevere – racconta Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio – è allo stremo a causa dei troppi scarichi. A Roma ancora oggi 323. 000 residenti non dispongono di un impianto di depurazione, quasi il 12% del totale. Tenendo conto non solo della popolazione residente, ma anche di turisti, pendolari, abusivi, attività produttive, il numero delle persone da dotare ancora di depuratore sale a 500.000».

Fonte:La Repubblica.it

Ecco la foto da me scattata, voi cosa ne pensate? Si può pescare o è pericoloso?

Pescatori sul Tevere

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Commenti (3)

  • Avatar

    francesco benedetti

    |

    “a Civitavecchia il valore è ancora sufficiente ?? “Ma da quando in qua il Tevere passa per Civitavecchia ?? Sono per fortuna molti anni che buona parte dei pescatori rilascia abitualmente il pescato in acque interne (Catch and Release)e negli ultimi anni si sono disputati anche un paio di “Mondiali” di pesca sul fiume sacro ai destini di Roma…uno proprio nella capitale. ,

    Reply

  • Avatar

    Fabio

    |

    Ho sempre pescato nel tevere cittadino, è pieno di pesce e c’è da divertirsi, per fortuna la pesca oggi sta diventando sempre più sportiva e il pesce nella maggior parte dei casi viene rilasciato vivo in acqua, ormai sono rimasti solo gli “amici” dell’ est a mangiarli, problemi loro…..

    Reply

  • Avatar

    Andrew Next

    |

    Si può pescare nel tevere, i pesci ci sono: i batteri fecali umani danno fastidio agli umani. Pantegane e siluri non si fanno problemi e reggono pure gli elevati livelli di metalli pesanti che l’aniene rovescia nel fiume.
    L’importante è ributtare in acqua le prede, che a mangiarle si finisce male.

    Reply

Lascia un commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2024 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni