“Un amore da codice rosso” di Sharon R.

“Perdo il senso del tempo, dello spazio e di me, perché il mio unico senso, il vero ‘senso unico’, adesso è solamente lui.”

Non tutte le relazioni, che siano d’amicizia o d’amore, nascono con il piede giusto. Ne sa qualcosa Amanda, protagonista dell’intricata vicenda stampata sulle pagine di Un amore da codice rosso di Sharon R.

Coordinatrice infermiera al pronto soccorso di un ospedale di Roma, la vita di Amanda è quasi interamente dedicata al lavoro, finendo con lo smorzare parte della sua femminilità; ciononostante si ritrova ad ammirare il bel dottore Gabriel, per il quale cova un’intensa e malcelata passione.

Questa routine verrà spezzata improvvisamente dall’incontro con Andrea, fratello di Gabriel, affascinante quanto scorbutico e arrogante; un genere di persona che Amanda non approva neanche un po’, e con il quale inizia appunto una conoscenza con il piede sbagliato.

Una serie di sfortunate circostanze metterà insieme Andrea e Amanda sulla stessa ambulanza, cosa che darà uno scossone all’equilibrio emotivo di entrambi… per poi procedere con qualcosa di molto più profondo, dai risvolti imprevedibili.

Non è facile mettere insieme personaggi tanto diversi, a tratti complessi, allo scopo di avviare un intreccio o una relazione, ma Sharon R. dimostra grande abilità e talento nel provarci, regalandoci una storia intensa, scorrevole e a tratti divertente. Un triangolo amoroso dove a fare la differenza sono le “imperfezioni” di un personaggio come Amanda, ossia la varietà di pregi e difetti che la caratterizzano: determinata, goffa, ironica e orgogliosa… non è perfetta come donna, come fondamentalmente non lo è nessuno di noi. Attraverso i suoi occhi, scopriremo che sono gli occhi di chi vuole amarci così come siamo, senza cambiare nulla, a renderci perfetti.

COMPRALO CON UN CLICK>> AMAZON

Come nasce questo libro?

Il libro nasce dal mix del mio amore verso il Romance e la deformazione professionale. Ho unito le mie due passioni per creare una lettura leggera e dinamica, ma allo stesso tempo emozionante. La stesura è stata complessa, avendo scritto la narrazione in prima persona, come una sorta di diario, ma ciò ha permesso una maggiore impersonificazione nella protagonista.

Quale messaggio vuoi trasmettere?

Il personaggio principale, Amanda, è stato studiato per trasmettere un messaggio preciso, in un periodo letterario dove le protagoniste femminili sono, quasi sempre, femme fatale. Amanda è lo specchio di ognuna di noi: una donna semplice, con tanti difetti, ma bellissima in questo suo modo di essere. Un altro messaggio che vorrei trasmettere (e che vale anche per me stessa) è che l’amore, sotto qualsiasi forma, e la realizzazione dei propri sogni, devono essere gli obiettivi principali della nostra vita.

Leggi il mio libro perché…

Leggere è evasione; leggere un Romance è sognare a occhi aperti, calarsi nei panni dei protagonisti e vivere la loro storia d’amore. Troverete in Amanda un’alleata, un’amica, una donna molto più simile a voi di quanto possiate immaginare. Rivivrete le situazioni imbarazzanti che, quasi tutti, abbiamo vissuto negli approcci con l’altro sesso, e i mille tormenti e le domande che ci siamo posti. Sorriderete alle gaffes di una donna che non crede alla propria femminilità, ma che farà perdere la testa agli uomini per la sua genuinità. Se volete trascorrere due ore di emozioni, allora è il libro giusto per voi.

Progetti futuri?

In arrivo un nuovo Romance, Innamorato del peccato, e un Medical Romance in collaborazione con il collega e autore Dominic Noir, Lockdown Love. Come tutti gli autori non vedo l’ora di sfogliare le pagine di questi due lavori. Rimarrete sorpresi da entrambi, soprattutto per la trama!

….Spero di riuscire a farvi sognare, a farvi immergere nella lettura e pensare: ho trascorso delle ore piacevoli in compagnia di Amanda, Andrea e Gabriel.

Grazie a tutti i lettori che, come me, sanno emozionarsi come i bambini, ogni volta che sfogliano le pagine di un libro.

Il libro merita 5 stelle su 5.

COMPRALO CON UN CLICK >> AMAZON

Leggi Tutto Nessun Commento

Addio Philippe Daverio

Adoravo le sue interviste, il suo stile, la sua non sobrietà nei colori.

Così questa mattina mi sveglio e scopro che non c’è più.

È morto all’istituto dei Tumori di Milano lo storico dell’arte Philippe Daverio, aveva 70 anni, troppo giovane per volare via.

Lo scorso anno lo incontrai a Modena. Mi presento, gli chiedo se posso fargli un’intervista, ricordo che beveva un cocktail alle 17 del pomeriggio, pensai: Che figata averlo come zio.

Sorrido ancora mentre guardo la nostra INTERVISTA

VUOI VEDERLA? CLICCA

Come gallerista ed editore ha allestito molte mostre, e pubblicato una cinquantina di titoli, tra i quali ricordiamo: Catalogo ragionato dell’opera di Giorgio De Chirico fra il 1924 e il 1929Catalogo generale e ragionato dell’opera di Gino Severini.

Leggi Tutto Nessun Commento

“Il treno dei bambini” di Viola Ardone

Viola Ardone m’ha fatto piangere, ridere, sorridere, soffrire come nessuno mai durante questo mese.

Il treno dei bambini è un libro forte e non c’è spazio per i ripensamenti. Compralo, leggilo, amalo.

La narrazione direttamente dal protagonista caratterizza molto questo romanzo dove le scarpe hanno un ruolo principale; mezzo punto, punto o due punti: quanto valgono?

Il protagonista è Amerigo, in una Napoli di una volta. Il padre non c’è, anzi, non c’è mai stato, chissà dove, chiede a volte il giovane protagonista al lettore.

Poi c’è un treno dal sud al nord e le famiglie che ospitano i più sfortunati, sfortunati come Amerigo; ma lui torna al sud e quando torna non è più come prima, insieme a lui ha il suo violino che un giorno, però, scomparirà.

Il treno dei bambini di Viola Ardone si legge in due giorni, all’ultima pagina piangerete (forse, come me) e vi sentirete soli, quasi abbandonati dalla scrittrice.

237 pagine, prezzo di copertina 17,50 euro ma… a questo link potrete usufruire dello sconto 😉

COMPRALO CON LO SCONTO > SCONTO

Leggi Tutto Nessun Commento

“Il futuro del lavoro è femmina” di Silvia Zanella

Ho conosciuto Silvia Zanella tramite Cristiano Carriero e i meravigliosi corsi che organizza.

Silvia Zanella si occupa di lavoro in Italia, specializzata in questo ambito, si occupa di consulenze e aiuta aziende italiane coniugando professionalità, umanità e empatia.

L’esperienza del Covid-19 ha modificato le modalità di lavoro, abitudini, orari, modi di lavorare e non solo; così il libro di Silvia Zanella diviene un bugiardino del lavoratore d’oggi.

Come dice Silvia Zanella “le competenze che serviranno per affrontare il futuro del lavoro sono le soft skills, altrimenti note come human skills. Saranno importanti le capacità di risolvere problemi, saper lavorare in gruppo e così via”.

Sperimentazione e Cambiamento sono le parole del presente che saranno la base per il futuro; un futuro in continuo cambiamento e così come insegna Silvia, dovremo esser pronti per affrontare ciò che verrà.

Quando sono al mare, in montagna o in vacanza tendo a collegarmi poco in internet, i social sono il mio pane quotidiano ma spesso è necessario distaccarsi. A volte si ha il timore di non riuscire a rimanere aggiornati così tramite il libro di Silvia Zanella scopro che questo timore ha un nome: fear of missing out.

Lo spazio, il tempo, l’identità, le relazioni: sono solo alcuni degli elementi che Silvia Zanella approfondisce con le sue parole e la sua esperienza.

“Il futuro del lavoro è femmina”- Come lavoreremo domani di Silvia Zanella, Bompiani, 220 pagine, prezzo di copertina 14 euro.

Compralo con un click e otterrai un piccolo sconto >> CLICCA

Leggi Tutto Nessun Commento

“La regina degli scacchi” di Walter Tevis

Ho comprato “La regina degli scacchi” di Walter Tevis per puro caso ed è stata l’acquisto migliore della settimana.

Potrei dirvi che è un libro straordinario ma sarebbe riduttivo, è molto di più.

Un romanzo perfetto dove DAVVERO non riuscirete a chiuder il libro.

Beth Harmon vive in un orfanotrofio, pensa di esser bruttina e di non aver speranze; viene spedita nel sotterraneo del collegio e lì conosce il Signor Shaibel che dinnanzi ad una scacchiere le spiega – a gesti- il suo mondo.

Così Beth si appassiona al bianco, nero. Comprende le regole, ripete le partite già giocate mentalmente e spera un giorno di diventar brava; così avviene, una famiglia l’adotta, il quadro è chiaro da subito: il padre è quasi assente mentre la madre sempre presente in casa, si presenta da subito come una donna un pò strana.

Beth legge le riviste del settore, si fa conoscere nell’ambito degli scacchi e ambisce a diventar UN MAESTRO. Vince il primo torneo, torna a casa con qualche dollaro e da lì scopre un appassionante mondo fatto di scacchi, speranze, giochi, viaggi e -a volte- la morte.

La difesa siciliana, Gambetto di Donna sono solo alcune sue armi che utilizzerà una volta seduta ad un qualsiasi tavolo da gioco.

Beth è forte, nasce sfortunata ma costruisce la sua vita passo dopo passo.

“La Regina degli Scacchi” di Walter Tevis, 320 pagine, prezzo di copertina 9 euro.

Acquistatelo con lo sconto >> CLICK

Leggi Tutto Nessun Commento

“Il colibrì” di Sandro Veronesi

Son passata da una libreria, in vetrina c’erano diversi libri e poi gli occhi si son fermati su di lui, “Il colibrì” di Sandro Veronesi- Premio Strega di quest’anno.

Ho sentito pareri di vario genere quindi ecco il mio.

È un libro che, secondo me, ha meritato il premio.

È un libro dove il protagonista, Marco Carrera, subisce perdite, dolori, amori che duran da una vita e poi si avvia, lentamente, come la sua vita, verso la rinascita e poi nuovamente la morte, questa volta, lucida, esatta, assistita, ricercata.

Irene, Adele, Duccio, Giacomo, i loro genitori,  sono tutti protagonisti che non fanno solo da cornice alla storia ma assumono ruoli centrali.

La bravura di Sandro Veronesi risiede in questo: ti cattura dal primo istante e ti fa affezionare a chiunque, perfino a chi, dicono, debba portar sfiga.

L’amore epistolare con Luisa, poi c’è Firenze, Siena, Parigi, la casa al mare, il poker, il gioco d’azzardo, il Dottor Carradori, Lampedusa, le disgrazie della vita: in questo romanzo c’è tutto, non manca nulla della vita reale anzi la bravura di Veronesi è così profonda che ho voglia di acquistare un’amaca. (Chi l’ha letto, sa a cosa mi riferisco).

COMPRALO CON UN CLICK>> AMAZON

Tra le frasi che m’hanno colpito….

Il tempo libero è una brutta bestia per le persone instabili.

Dove nulla vali, nulla puoi volere.

Il colibrì, 367 pagine, 20 euro, La nave di Teseo.

AMAZON

Leggi Tutto Nessun Commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2020 – P.I. 04939570752

Privacy Policy