“Madri. Voglio vederti danzare”- Presentazione del libro di Antonia Chiara Scardicchio

Sarà presentato venerdì 29 gennaio 2016, nella sala della Grottesca del Rettorato dell’Università del Salento (piazza Tancredi 7, Lecce), alle ore 17.30, il libro “Madri. Voglio vederti danzare” di Antonia Chiara Scardicchio, docente di Pedagogia Sperimentale all’Università degli Studi di Foggia. Con l’autrice dialogheranno Paola Martino ed Emanuela Boccassini del Centro Studi Osservatorio Donna dell’Ateneo salentino, e il Preside della Facoltà di Scienze della Formazione Scienze Politiche e Sociali Salvatore Colazzo.arton67771

L’incontro è promosso proprio dal Centro Studi Osservatorio Donna, nell’ambito delle sue attività di sensibilizzazione e informazione sul territorio: «La presentazione di questo libro», spiegano le organizzatrici, «vuole essere l’occasione per riflettere sui temi della maternità, delle relazioni che ne scaturiscono, della solitudine in cui a volte le donne si trovano dopo la maternità, della rete tra donne, dello scarso valore sociale che oggi si dà alla maternità nonostante il basso tasso di nascite, e anche della maternità speciale quando si ha un/una figlia disabile».

 

In “Madri. Voglio vederti danzare” (Agenzia Nfc edizioni), Chiara Scardicchio racconta infatti, da madre, del suo amore per la figlia Serena, disabile dalla nascita, e in generale dell’essere madri e genitori in un percorso fatto di dolore, redenzione, bellezza. Il libro, corredato dai dipinti di Patrizia Casadei e dalle sculture di Angela Micheli, si rivolge a uomini e donne, madri e padri, con figli in salute o malati, per aiutarli a comprendere che “bisogna sempre gioire delle piccole cose della vita”.

 

Antonia Chiara Scardicchio (Bari, 1974) è docente e ricercatrice in Pedagogia all’Università degli Studi di Foggia e si occupa dal 1997 di progettazione e formazione nei contesti dell’educazione e della cura. È autrice anche di Logica e Fantastica. “Altre” parole nella formazione (Ets, 2012), Il sapere claudicante. Appunti per un’estetica della ricerca e della formazione (Mondadori, 2012), Adulti in gioco. Progettazioni formative tra caos, narrazione e movimento (Stilo, 2011).

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2024 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni