L’inferno di Dante ed il Mosaico della cattedrale

Il “Premio Scòla Federiciana”, che promuove la lingua italiana e le sue origini siculo-calabro-salentine, quest’anno apre i battenti ad Otranto con un’interessante performance dell’attore-regista Pascal Pezzuto: “L’Inferno di Dante ed il Mosaico della Cattedrale”.
La messinscena, con lectura Dantis, sarà focalizzata sui canti III e V dell’Inferno creando un parallelismo con la vita sociale e politica contemporanea, ma anche con il mosaico pavimentale della Cattedrale di Otranto, opera del monaco Pantaleone (1163-1165). Immagini musive ed endecasillabi divini si intrecceranno attraverso un sottile filo rosso che sembra unire i due capolavori e i due maestri, anche se non coevi (l’opera di Pantaleone fu terminata 850 anni fa, Dante nasceva un secolo dopo). l'inferno di dante
Il Premio, alla sua terza edizione, verrà assegnato a Monsignor Quintino Gianfreda, Vicario Generale dell’ Arcidiocesi di Otranto, per la sua eccellente quarta rivisitazione dell’opera letteraria di don Grazio Gianfreda “Suggestioni e analogie tra il Mosaico di Otranto e la Divina Commedia”, Ed. del Grifo 2015 – Lecce.
Saranno ospiti della manifestazione, presentata dall’attrice Anna Murolo, la violinista cecoslovacca Marika Cvancigerova, la scrittrice Carmen De Stasio e l’esimio giornalista e scrittore Pierfranco Bruni, candidato al Premio Nobel per la Letteratura.
L’organizzazione è a cura di Khàrisma Cineproduzioni con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura della Regione Puglia e del Comune di Otranto.
L’evento si terrà mercoledì 12 agosto p.v., alle ore 21.00 e con ingresso libero, in Largo Porta Alfonsina.

 

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2024 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni