La salentina (Eleonora Marsella) a Castro Marina

Hai la giornata libera da impegni, fa caldo, il sole riscalda il Salento, penserai alla limpidezza dell’acqua e decidi di andare con un’amica a mare, verifichi da dove soffia il vento e t’accorgi che è tramontana: “perfetto, andiamo a Castro!”- esclamerai-.

Arrivi in mattinata, dopo 15 minuti di via, sono le 09.30 del mattino e speri di non trovare gente, tanto per goderti un bel bagno, fresco, rilassante e risorgente…cerchi il parcheggio, il GRATUITO l’abbiamo perso da un po, quindi ti accontenti di pagare 1EURO l’ora semplicemente per scendere a mare.  (un paio d’ore, s’intende eh!)

Ok, scendi abbastanza gradini da maledirti per il ritorno, arrivi giù e ti ritrovi: un’intera piattaforma occupata da gazebo, quattro o sei sedie a sdraio, un paio di tavoli di plastica con suddette sedie, una scesa privata….ovviamente per chi abita a tre passi dal mare…abusivismo? Chi può dirlo, lascio ad ognuno di voi il beneficio del dubbio. Io, ormai, ce l’ho da anni.

Ok…respiri e pensi “Saranno più fortunati di me, saranno borghesi, sono una povera Cristo”…. solito discorso di scale sociali e così via, ti accontenti di un angolo 30 cm per 30 cm, giusto per poggiare il tuo asciugamano e la borsa accanto alla piattaforma fortunata, come te ci sono tante altre persone che scendono, con la speranza di trovare un posto e alla fine della tua mattinata libera….cioè due ore contate, ti accorgi che sei più stressata di prima perché trovare un posto libero diventa una vera e propria impresa.

RIFLESSIONE: Da quando il mare è diventato per i pochi eletti? Da quando devo pagare per farmi un bagno? Già si ha il privilegio di vivere a tre passi dal mare, è necessaria anche la piattaforma privata? Ammettiamo per un attimo che i proprietari di suddette ville pagano “per occupare un suolo pubblico che automaticamente diventa privato”, il Comune di Castro  riflette sul fatto che non è giusto verso tutte le altre persone? E se i turisti rimanessero delusi da questo atteggiamento e il prossimo anno non tornassero più e ovviamente facessero anche pubblicità negativa, il Comune e l’amministrazione ne sarebbero felici o sono gli stessi che sfruttano queste piattaforme?

Nulla da togliere al nuovo porto allargato anche per tutti i bagnanti…ma il resto della costa? Ce la dimentichiamo, solo perché gli interessi economici sono più forti? Allora se fosse così…è sempre la solita storia ed in tal caso è una noia, perché voi siete noiosi.

Ogni anno le stesse cose, ogni anno gli stessi sbagli poi se non ci sono turisti…ci si lamenta, e certo…li mazziciate ogni anno!

io non ci sto

 

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2022 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni