Jexi

Vedo persone in giro camminare con lo sguardo fisso sul telefono.

Leggo appunti o riflessioni da parte di psicologi veramente preoccupati per questa nuova generazione.

Così di recente ho visto il film Jexi che devo dire l’ho trovato molto attuale.

Il protagonista cresce col telefono in mano, sin dall’infanzia.

Vorrebbe far il giornalista ma si ritrova a lavorare per una redazione che gli commissiona mansioni minori rispetto le sue aspettative.

Compra un nuovo telefono, hai presente Siri?

Beh, molto troppo evoluta.

Parla, giudica, si esprime, prende iniziative.

Così chiama Cate, la ragazza che ha conosciuto il nostro protagonista Phil, quella stessa mattina; lui è colto alla sprovvista, ahimè incappa in una brutta figura al telefono.

Poi, dopo un paio di uscite, si sblocca, lascia il telefono a casa perché Jexi (il telefono) gli stava proprio rovinando la vita e capisce la direzione da prendere.

Il film fa riflettere, ridere, piangere? No, piangere no ma c’è una scena in cui ho veramente versato lacrime per le risate.

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2024 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni