Ho imparato che se viaggio… VIVO

DSCN8199Treno, foglio bianco, i-pod.

Possibile che non ti venga in mente nulla? Mi chiede una parte di me.

‘Certo che mi viene in mente qualcosa…. Anzi più di qualcosa, ma certo, da dove comincio? Non è mica facile iniziare se non sai come farlo!’- Penso tra me e me, mentre guardo fuori dal finestrino, mentre una coppia d’amanti s’abbracciano in un campo dorato, mentre io rientro in capitale, mentre tutto scorre, le persone si ferman per vivere.

Io, non posso fermarmi per vivere, esattamente al contrario, per vivere ho bisogno di muovermi, viaggiare, esplorare, conoscere.

Ho imparato che viaggiando apprendo. Ho imparato che viaggiando cresco, maturo, mi evolvo. Ho imparato che viaggiando posso guardare le stesse cose ma con occhi diversi, perché viaggiare ti insegna questo: diversità e vita vanno di pari passo. E tu, devi essere al passo coi tempi…. I tuoi, di tempi. E che importa a quale velocità viaggiano gli altri, tracciati la tua traiettoria che la velocità verrà da se!

 

È domenica, non del Signore, e io rientro a Roma. Perugia m’ha cullata per cinque giorni, m’ha sorpresa, ha cambiato stagione continuamente e s’è dimostrata così, una cittadina dalle mille sfumature. Non già perché io non la conoscessi ma perchè in realtà ogni volta puoi sempre scoprire qualcosa di nuovo, verificare cos’è cambiato e cosa, invece, è rimasto lì, esattamente come l’ultima volta, esattamente come sempre.

 

Il vino, il cioccolato, il jazz: tre meravigliosi elementi che fanno di Perugia una cittadina italiana così caratteristica che quasi ti dispiace lasciar.

Giornalisti, speaker, cameraman, esperti, social media manager, avvocati, informatici, freelance: il Festival Internazionale del Giornalismo è questo e tanto altro ancora. Tanto altro perché puoi imparare veramente tante cose, tanto altro perché hai solo da apprendere, tanto altro perché è un’opportunità per imparare a vivere e, per questo, vi svelo non ci sono lezioni teoriche.

 

Ogni viaggio lascia un segno dentro me, un ricordo, uno squarcio, riempie un tassello che andrà poi a completare la mia persona con gli anni (a venire). Ho imparato che se viaggio posso conoscere nuovi posti, nuove culture, usanze, sapori ma soprattutto ho imparato che viaggiando posso conoscere un elemento veramente fondamentale: me stessa. Perché ogni viaggio ti mette alla prova, perché ogni viaggio ti sorprende, perché ogni viaggio ti insegna, perché ogni viaggio ti cambia, perché ogni viaggio è a se, perché ad ogni viaggio tu sarai diverso e infondo è normale e giusto così.

 

 

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2024 – P.I. 04939570752

 Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni