archeologia,associazione arcadia,bambini,cultura,Curiosita,eventi,roma,storia

Associazione Arcadia- Le radici sono il nostro futuro

Prendete la storia, unitela a fresche idee giovanili, aggiungete come sfondo la città eterna e ….. Associazione Arcadia- Le radici sono il nostro futuro fu!

 

Di cosa o di chi sto parlando?

Scopritelo attraverso le parole di chi, questo progetto, l’ha creato!

 

COME NASCE LA VOSTRA ASSOCIAZIONE?

La prima volta che abbiamo parlato di una nostra associazione culturale eravamo tre studentesse di archeologia, alle prese con esami, laboratori e tesi. Motivate dalla passione, dall’amore per la logo_arcadiastoria e per l’arte abbiamo deciso di impegnarci in un nuovo progetto, che coinvolgesse tutti, dai più piccoli ai più grandi, portandoli alla scoperta dei tesori nascosti che spesso, presi da mille impegni e da ritmi frenetici, restano indifferenti ai nostri occhi. È nata così Arcadia!

 

DI COSA VI OCCUPATE?

87Quelle che proponiamo non sono delle semplici visite guidate, sono momenti di divertimento in famiglia! In luoghi di eccezionale bellezza, come il Parco dell’Appia Antica, il Palatino e il Foro Romano e l’Aventino, Villa Adriana a Tivoli, organizziamo delle passeggiate in cui, sotto forma di gioco, raccontiamo la storia e le curiosità del posto in cui ci troviamo. Sono visite guidate interattive, in cui i partecipanti sono coinvolti in giochi pensati sia per i più piccoli sia per i più grandi! E allora eccoci tutti damine e cavalieri medievali alla conquista di Excalibur nel Giardino degli Aranci!

 

A CHI VI RIVOLGETE?

associazione arcadiaCi rivolgiamo ai più piccoli e alle loro famiglie. Il rapporto umano e l’interrelazione sono importantissimi e creare un gioco di squadra aiuta i bambini a crescere mentre si divertono. Allo stesso tempo anche i genitori passano del tempo in spensieratezza cimentandosi in rebus e cruciverba. Desideriamo che il tempo passato con Arcadia sia tempo di qualità per grandi e piccini!

 

QUALI SONO I PROGETTI FUTURI?

Da domenica 2 ottobre prendono avvio tutti i nostri prossimi appuntamenti. Quest’anno ci sono tre fili conduttori a guidarci. Il primo si chiama “Archeogiochiamo al Museo”: un divertente viaggio nel tempo che inizia nella Preistoria e finisce con l’Arte 14409457_10210051778152207_4275959338648992407_oContemporanea. I musei diventano gli scenari in cui si svolgono avventurose scoperte e in cui si svelano tante curiosità! Gli appuntamenti previsti sono: domenica 2 ottobre, alle ore 10.00, al Museo etnografico e Preistorico L. Pigorini e domenica 6 novembre al Museo Etrusco di Villa Giulia. Il secondo filo conduttore si chiama “La Ballata dei quattro elementi”: sparsi per Roma ci sono piccoli indizi nascosti che riguardano il fuoco, l’aria, l’acqua e la terra. Diventando esploratori, andremo alla scoperta di questi importanti particolari. Il primo appuntamento è sabato pomeriggio, 22 ottobre, alle Catacombe di Sant’Agnese. Il terzo filo conduttore si chiama “Il medioevo nascosto”. Il primo appuntamento dedicato al Medioevo a Roma si è svolto sull’Aventino, adesso ci spostiamo sul Celio. Le luminose tessere del mosaico absidale di San Clemente e le meravigliose pitture dei SS. Quattro Coronati, sono solo alcuni tra i segreti che sveleremo domenica 20 novembre. Di volta in volta, inoltre aggiorneremo il calendario con tutti gli eventi.

 

DOVE VI POSSONO TROVARE?

Arcadia ha un suo sito internet: http://associazioneculturalearcadia.com/ Siamo, inoltre presenti con canali social su FB: associazione culturale arcadia: le radici sono il nostro futuro; su Twitter: Arcadia_radici; su Instagram: Arcadiassociazioneculturale e su Youtube: Arcadia ass. culturale.

 

Storia, Creatività, Gioventù, Famiglia e….. curiosità!

 

Leggi Tutto Nessun Commento

arte,autori emergenti,il blog di eleonora marsella,la rassegna settembrina,maria rosaria tedesco,roma

L’Arte di.. Maria Rosaria Tedesco

 

L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è.

(Paul Klee)

 

Per la categoria ‘Artisti’ vi presento Maria Rosaria Tedesco, giovanissima artista che sarà ospitata a Roma dal 23 al 25 Settembre a Largo Ravizza per esporre le sue incantevoli opere al pubblico romano.

 

 

Chi sei?

Maria Rosaria TedescoSalve sono Tedesco Maria Rosaria, nata il 23 dicembre del ‘90, giorno in cui ha inizio il mio viaggio surreale di vita , proveniente dal caloroso sud Italia, Basilicata e migrata a Firenze nel cuore dell’arte dove tutt’ora vivo .

Disegnatrice per dono sono un amante e appassionata d’arte , mi divido tra pittura figurativa e pittura indelebile, la nobile arte del tatuaggio.

 

Qual è la tua arte?

Come tecniche pittoriche prediligo acrilico ed acquerello , grazie alla loro forza e 12027595_1680357222208529_758374781825586249_ndelicatezza allo stesso tempo mi è possibile scorrere sulla tela come le emozioni scorrono nelle vene , macchie intense come quelle che allo stesso tempo imprimo nella pelle con il tatuaggio.

 

Quale messaggio vuoi inviare al pubblico?

Il mio messaggio sono le parole non dette , l’incontro tra la persona e la sua 13892261_1802623433315240_6325726330628483670_nverità , celata e custodita, il raggiungimento figurativo dell’anima , la vera anima di ognuno.

Tutto ciò grazie alla fonte d’ispirazione per me più alta , il sentimento , a questo proposito vorrei citare una frase di Marc Chagall “Se creo qualcosa usando il cuore , molto facilmente funzionerà, se invece uso la testa sarà molto difficile”.

 

Progetti futuri?

Continuare nel mio percorso artistico con pitture ed esposizioni e riuscire ad aprire un mio studio personale per la creazione e compimento di tatuaggi.

 

Pagina facebook dell’artista Maria Rosaria: https://www.facebook.com/Merys-art-1457059927871594/

 

Maria Rosaria Tedesco sarà presente a Roma nei prossimi giorni, ecco l’evento da seguire: https://www.facebook.com/events/1082736025143564/

 

Leggi Tutto Nessun Commento

FESTIVAL DELLE CULTURE MEDITERRANEE:III EDIZIONE D’ARTE ,MUSICA E CIBO

Giunge alla sua terza edizione la kermesse d’arte e cultura più attesa nel basso Salento.

Il Festival delle Culture Mediterranee, organizzato  dall’Associazione Mediterranea 14100396_10208726651115789_1356889811750992205_npartirà ad Andrano il 31 di agosto e si concluderà il 2 settembre nella splendida cornice del Castello Spinola Caracciolo. Anche quest’anno il palinsesto si presenta ricco grazie alle opere di 31 artisti provenienti da tutta Italia, oltre ad una “personale” del Maestro Giuseppe Corrado, insigne artista salentino scomparso recentemente, che sarà allestita nella Chiesa del Convento dei Domenicani, sempre ad Andrano. Ad inaugurare la manifestazione sarà l’artista Josè Van Roy Dalì, figlio del celebre Salvador, che incrocerà il suo percorso umano e culturale con quello degli artisti presenti. Arte figurativa ma non solo, anche il teatro sarà presente con “Dimenticare Medea”, rappresentato dall’Accademia Mediterranea dell’attore e diretta da  Franco Ungaro con la regia di Tonio De Nitto. Nel ricco palinsesto non manca neppure il suono di artisti locali che disveleranno ai presenti le sonorità popolari  colte attraverso un mix di generi che accompagneranno le tre serate.

Il Festival sposa il progetto umanitario di Emercency, presenti alla terza, l’associazione  italiana nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà, promuovendo una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani. “Abbiamo voluto una manifestazione che approfondisse i linguaggi dell’arte e della cultura”, dichiara Margherita Franja, direttrice artistica dell’evento “Il nostro Festival punta a valorizzare il percorso umano e spirituale di tanti artisti che hanno il coraggio di esplorare nuovi linguaggi e nuove forme espressive. Dietro ciascuno di loro -prosegue la Franjac’è una storia ed un vissuto che meritano di essere indagati e ammirati. Per questo il Festival mette a disposizione di ciascuno uno spazio che non è un semplice luogo fisico ma l’idea di una comunità generativa di vita artistica. La manifestazione si propone di accogliere e sostenere tutti i linguaggi dell’arte e della cultura e di raccoglierli in uno scambio fecondo tra le diverse esperienze.”

Siamo contenti di proseguire in questa impresa” aggiunge Mimmo Balestra, Presidente dell’Associazione Mediterranea” che ci vede impegnati da tre anni con numerose iniziative che trovano il momento culminante nel Festival delle Culture Mediterranee. Il nostro intento è quello di proseguire nell’opera di promozione artistica e culturale di tanti artisti e di creare quelle connessioni virtuose che permettono la crescita dei singoli e delle Comunità nel più ampio contesto delle culture del Mediterraneo.

Tra le altre iniziative promosse dal Festival figura anche  “Progetto Mediterranea” una spedizione culturale, scientifica e nautica che ha come fine formare uomini di mare e comandanti grazie ad anni di navigazione per tutto il Mediterraneo, il Mar Nero e il Mar Rosso settentrionale durante i quali  ha incontrato intellettuali e artisti; Simone Perotti e Francesca Piro, responsabili del Progetto, racconteranno la loro esperienza e spiegheranno gli obiettivi che si propongono di portare avanti nei prossimi anni.

Accanto agli appuntamenti culturali verrà offerto ai visitatori un contatto con i sapori del cibo.  Infatti, nella splendida cornice del Parco Sandro Pertini, sarò allestito un eccezionale Percorso Degustativo con la presenza di eccellenze della produzione agro-alimentare e vinicola.

Leggi Tutto Nessun Commento

Otranto- La perla nascosta più ricercata

Borghi più ricercati su trivago: è Otranto la regina.

La perla salentina al primo posto tra i 20 tesori, più o meno nascosti, da scoprire

Tra stretti vicoli, case arroccate e campanili, l’Italia dei borghi regala posti e scenari mozzafiato che spesso richiamano un’atmosfera affascinante e lontana. L’Osservatorio trivago ha stilato la classifica dei 20 borghi più ricercati dagli utenti nazionali nell’ultimo anno raccogliendo così una selezione di vere e proprie perle disseminate su tutto lo Stivale. A guidare la graduatoria è la salentina Otranto, seguita dalla laziale Sperlonga e dalla siciliana Cefalù.

Il comune più a oriente d’Italia da oggi è anche il borgo più ricercato dagli utenti di trivago.it. Otranto, infatti, guida la classifica dei piccoli centri più ricercati grazie ai suoi panorami mozzafiato, al pittoresco centro storico (riconosciuto come sito Messaggero di Pace dell’UNESCO) e a tariffe hotel competitive: per dormire nel borgo salentino ad aprile infatti si spende in media 85€ per camera doppia a notte.

Il primo posto di Otranto in termini di ricerche per i borghi italiani può essere tradotto come simbolo di un aumento di interesse nei confronti del centro salentino, che si afferma non solo come meta estiva, ma come una destinazione da poter visitare durante tutto il resto dell’anno.

sindaco cariddiA riguardo il Sindaco Luciano Cariddi commenta: “La notizia che ci vede in testa alla classifica delle località più ricercate del portale trivago.it conferma l’appeal crescente che Otranto e il suo territorio esercita ormai da un po’ di anni. Ci auguriamo che anche per questa stagione le ricerche di strutture ricettive otrantine si tramutino in conferme di vacanza, per garantire ancora una volta un’ottima stagione di presenze turistiche. La prima posizione in questa classifica, d’altro canto, ci dice chiaramente che il lavoro sin qui svolto dall’Amministrazione Comunale e dalla comunità tutta viene apprezzato dagli ospiti che, evidentemente, trovano ad Otranto un ambiente accogliente in cui trascorrere qualche giorno di relax godendo del bellissimo mare, di un paesaggio suggestivo e della nostra ricca storia. Ovviamente resta tanto da fare e non bisogna certo cullarsi su questi primati, ma continuare a migliorarsi nella tutela del patrimonio ambientale e storico, nella infrastrutturazione necessaria e nella qualità dei servizi che si è in grado di offrire. Invitiamo tutti a venire a trovarci e godere della qualità di vita che si percepisce in città e del ricco programma di manifestazioni estivo che proporremo anche quest’anno”.
 

Trivago

I viaggiatori trovano l’hotel ideale al miglior prezzo su www.trivago.it.
trivago è il più grande motore di ricerca hotel al mondo e mette a confronto più di 1 milione di hotel da oltre 250 siti di prenotazione online. trivago integra più di 200 milioni di recensioni e 15 milioni di foto per aiutare l’utente a trovare più facilmente l’hotel ideale. Oltre 120 milioni di visitatori ogni mese trovano l’hotel ideale usando i vari filtri e risparmiano in media il 36% sulla loro prenotazione. trivago è stato fondato nel 2005 a Düsseldorf, Germania, e opera attualmente in 55 Paesi e 33 lingue.

Leggi Tutto Nessun Commento

VITO ADAMO- Quando la poesia VINCE

Diversi mesi fa ho recensito una meravigliosa raccolta poetica nata dalla penna di Vito Adamo, Salentino doc che ha dedicato al Salento, per l’appunto, poesie meravigliose dove il mare, la terra e le emozioni ne fanno da cornice.

‘Antica terra’, il libro di poesie e foto di Vito Adamo,  ha ricevuto qualche giorno fa un importantissimo riconoscimento nel panorama della letteratura Italiana.

Nelle segnalazioni di merito della prima edizione del “Premio Nazionale di Poesia e Narrativa ALDA MERINI” è stata classificata la raccolta del poeta salentino, originario di Alliste. A decretarne il premio c’è alle spalle una giuria d’eccezione composta dal presidente Rodolfo Vettoriello, la presidentessa onoraria, Emanuela Carniti Merini ( figlia della Poetessa Alda Merini ) , la Coordinatrice del Premio, Melina Gennuso, e i giurati: Hafez Haidar, Mina Rusconi, Glenda Cioni, Lietta Morsiani, Melina Gennuso, Rita Elia.

La consegna del riconoscimento si è svolta domenica 20 marzo a Imola in una delle sale del palazzo  Sersanti. Durante la circostanza è stata omaggiata la poetessa Alda Merini nata “il 21 a primavera” data nella quale è stata istituita anche la Giornata mondiale della poesia.

Vito Adamo

Vito Adamo

In realtà non finisce qui perchè Vito Adamo ha ricevuto, nell’arco del tempo, diversi altri riconoscimenti:

*Vito Adamo ha ricevuto nel 2015 una menzione speciale, con il libro Antica Terra , per la cura editoriale che valorizza la poesia dell’appartenenza nel Concorso Nazionale di Poesia Edita dedicato alla figura della poetessa lombarda Antonia Pozzi.

al PREMIO NAZIONALE 2014 POESIA EDITA Leandro Polverini  città di Anzio (RM)  riceve la segnalazione di merito 6° posto per la sez. poesia esistenziale.

Il poeta inoltre è giunto finalista al “Mazzarelli art festival 2014” svoltosi a Marina di Ragusa con la poesia “Vento di Tramontana”. ”

Al seguente link l’articolo completo dove vi parlo del meraviglioso libro di Vito Adamo http://ilblogdieleonoramarsella.it/un-viaggio-alla-scoperta-del-salento-con-vito-adamo/

Vito Adamo durante la premiazione

Vito Adamo durante la premiazione

Leggi Tutto Nessun Commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2020 – P.I. 04939570752

Privacy Policy