Posts Taggati ‘shakespeare’

cultura,il blog di eleonora marsella,roma,shakespeare,teatro trastevere

Ancora Shakespeare!

L’Associazione Culturale Teatro Trastevere

presenta Ancora Shakespeare!

Dal 16 al 20 gennaio 2018 al Teatro Trastevere a Roma

Scritto e diretto da Vox Animi

Con

Stefano Bramini, Aurora Di Gioia, Valentina Guaetta, Paola Moscelli e Lodovico Zago.

Tutti odiano Shakespeare! E Shakespeare è dappertutto! Nei libri, negli spettacoli, nei film, nelle riscritture e nei “liberamente tratto da”. C’e chi non lo capisce e chi l’ha visto troppe volte. E chi tutte e due le cose insieme. Molti dicono di capirlo e di venerarlo, tanto da cercare di convincere il mondo che, in verità, quel trincatore di tè incallito doveva per forza essere italiano. Pochi, troppo pochi però si chiedono:
“Perché lui?”
E ogni volta che viene posta questa domanda, i Molti si scagliano sui Pochi, tacciandoli di ignoranza e rispondendo con protervia:
Perché Lui è Shakespeare!”
Ai Pochi non rimane che radunarsi in vicoli bui o fredde taverne per sfogare la loro frustrazione per questo hype letterario, mentre spacciatori e prostitute scuotono la testa con disprezzo. Ma da
qualche parte un uomo decide di non reprimere più la sua frustrazione e in un teatro, durante una rappresentazione dell’Amleto, farà capire a tutti la verità .
“Ancora Shakespeare!” è il nuovo progetto della Compagnia Vox Animi, una commedia che si occupa di esplorare e “ridimensionare” con leggerezza la figura di Shakespeare nel teatro moderno. Vengono raccontati, spiegati e dissacrati gli spettacoli più famosi dell’autore inglese: un piccolo e divertente percorso, da Amleto a Macbeth passando per le consulenze matrimoniali di Otello e Desdemona, per far scoprire Shakespeare a chi non lo conosce e per reinventarlo agli occhi di chi lo conosce troppo.
Dopo il format americano “30 Spettacoli in 60 Minuti”, la compagnia Vox Animi torna con il suo umorismo irriverente a dare vita a quasi quaranta personaggi che si destreggeranno tra situazioni
assurde e grandi monologhi classici, nella speranza di aiutare il pubblico a trovare una risposta alla domanda:
“ Perché Shakespeare?”

Leggi Tutto Nessun Commento

classici antichi,cultura,letteratura,sapere,shakespeare,Università del Salento

UNA GIORNATA DEDICATA A WILLIAM SHAKESPEARE

Sensibilizzare gli studenti alla lettura dei classici, promuovere la conoscenza delle arti, fornire occasioni di incontro e socializzazione nella “Piazza del sapere” della propria biblioteca: è l’obiettivo della nuova iniziativa promossa nell’ambito del ciclo “2016 Non di soli libri” delle Biblioteche dell’Università del Salento, in programma lunedì 23 maggio 2016 alle ore 10, nella Biblioteca dipartimentale aggregata di Scienze dell’Economia – Sezione Settore Economico (complesso Ecotekne, via per Monteroni, Lecce), sul tema “Shakespeare and company. Piazza del sapere per un giorno, Biblioteca per sempre. Nel 400° anniversario della morte di William Shakespeare”. L’evento rientra anche nella campagna nazionale “Il Maggio dei Libri”.

Dopo i saluti del Prorettore con delega al Sistema Bibliotecario e al Sistema Museale Antonio Lucio Giannone e del Preside della Facoltà di Economia Amedeo Maizza, l’iniziativa sarà presentata da Maria Pia Metrangolo, Direttrice della Biblioteca Settore Economico. Con il coordinamento di Marisa Saracino, Associata di Lingua inglese, si succederanno quindi gli interventi:

  • Calibano: l’americano di Shakespeare – David Lucking, Professore Ordinario di Letteratura Inglese
  • Roma e Britannia nel Cymbeline – Maria Luisa De Rinaldis, Professoressa Associata di Letteratura Inglese
  • Shakespeare e l’economia – Manuela Mosca, Professoressa Ordinaria di Storia del Pensiero Economico
  • Tutto il mondo è un palcoscenico: face to face with Shakespeare – Antonella Calogiuri, Ricercatrice Lingua Inglese; Traci Ricciardo, Lettrice di madre lingua Inglese; Maria Grazia Ungaro, Lettrice di Madre lingua inglese; con la partecipazione degli studenti di corso

Verrà infine proiettato “Romeo e Giulietta Di PëTr Il’ič ČAjkovskij”, tratto dalla trasmissione televisiva “Che Fuori Tempo Che Fa”.

«La figura del drammaturgo inglese, attraverso le opere a noi giunte, rappresenta una delle espressioni più alte dell’arte occidentale», sottolinea Maria Pia Metrangolo, shakespeare2Direttrice della Biblioteca Settore Economico, «per la straordinaria capacità del Bardo di indagare a fondo l’animo umano e i suoi bisogni. I suoi personaggi – Amleto, Romeo e Giulietta, Machbeth, Falstaff, il Mago Prospero – sono diventati metafora della vita umana perché esaltano le sfumature della natura filosofica e psicologica del potere, dell’amore, del tradimento, dei conflitti interiori che ogni uomo si trova a vivere. Shakespeare and Company richiama la famosa libreria parigina fondata nel 1919, situata nel quartiere latino, ancora oggi punto di riferimento per la vita culturale di Parigi. Parigi negli anni Venti è il centro della cultura internazionale, crocevia per grandi scrittori europei ed espatriati americani come Ezra Pound e Ernest Hemingway, Jean Prévost, Francis Scott Fitzgerald, Paul Valéry, André Gide, Gertrude Stein, James Joyce che la menzionerà nel romanzo “Festa Mobile” (1964). La libreria ha fatto da sfondo ad alcuni film come Before Sunset di Richard Linklater e Midnight in Paris di Woody Allen. Shakespeare and Companyrappresenta l’immagine di come dovrebbe essere la biblioteca e “Piazza del sapere per un giorno, Biblioteca per sempre” vuole essere un programma: la Biblioteca è luogo di promozione della cultura, di libera consultazione del sapere, di partecipazione, di condivisione della sua comunità. La Biblioteca, come una piazza, deve farsi punto di aggregazione e promotrice di eventi».

Leggi Tutto Nessun Commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2018 – P.I. 04939570752