Serena Bilanceri in Introspettiva

Per me la poesia è un tentativo malizioso di dipingere il colore del vento.

(Maxwell Bodenheim)

 

Un aforisma di Maxwell Bodenheim per parlarvi della poetessa e artista Serena Bilanceri che esordisce nel mondo editoriale con Introspettiva, edito da Streetlib.

Serena pubblica una raccolta poetica toccando i temi della vita: la zucca, piedi scalzi, la finestra, apnea, il labirinto, sogno, puzzle, l’attesa, ieri e tante altre poesie in 60 pagine d’emozioni, arricchite da schizzi creati dalle stessa Serena.

L’autrice realizza quadri con diversi materiali, si destreggia nel mondo del teatro e ama le parole; la sua raccolta poetica merita 5 stelle su 5 per i temi toccati.

 

Ho potuto conoscerla a Pisa, durante #InviaggioconAfrica e….. guardate che bel dono! 

 

 

 

Intervistata per l’occasione, ecco cosa racconta:

 

 

 

Come nasce il tuo libro Introspettiva?

Il mio libro nasce dalla personale necessità di mettere nero su bianco le mie emozioni. Il risultato è stato per me una grande sorpresa, da lì la decisione di pubblicare i miei versi, come invito a fermarsi e riflettere su noi stessi.

 

La tua opera in poche parole…

La mia opera è il risultato di un viaggio personale. Un animo messo a nudo attraverso versi scritti con un linguaggio semplice e fruibile da tutti.

 

A quale pubblico è rivolto?

A chiunque abbia il desiderio di scandagliare il proprio mondo interiore, leggendo parte del mio.

 

Progetti futuri?

Continuare a esprimermi attraverso la mia arte. Cogliere ogni momento per dare vita alle mie emozioni con l’intento di emozionare, oltre che con la scrittura, anche attraverso la pittura e la recitazione.

Le emozioni sono inaspettate e scatenano altre emozioni… per esempio da Introspettiva ho preso ispirazione per la creazione della mia ultima serie di quadri dal nome Cuoreinverso.

Introspettiva, 60 pagine, 6,99 euro. 

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento