I girasoli di Shaah-Mall-A di Maddalena Antonini

Siamo abituati a sentire raccontare ogni tanto, da parte di chi dice di essere sopravvissuto, le storie di rapimenti alieni. Questi assomigliano tanto alla serie televisiva x-files e, in fondo al nostro cuore, vorremmo tanto fare un’esperienza del genere per poter incontrare i due agenti dell’FBI Mulder e Scully. Con il libro di oggi, I girasoli di Shaah-Mall-A, primo romanzo dell’autrice Maddalena Antonini che considera la fantascienza il genere letterario più libero e divertente che ci sia, cambieremo il nostro modo di vedere questa tipologia di vicende.

 

Le avventure dei protagonisti di questa storia iniziano con un rapimento che, a prima vista, o almeno così potrebbe apparire agli occhi del lettore, pare banale e senza un significato apparente. Vengono rapite solo persone single e, Linda e Stefano, si troveranno ad affrontare il loro sequestro in una navicella spaziale con un lumacone gelatinoso, Gix, che cerca in tutti i modi di entrare molto più che in empatia con entrambi. Come tutti gli uomini, Stefano, è riluttante e molto sospettoso nei confronti dell’alieno mentre Linda, ha una mente molto aperta su ciò che riguarda l’ignoto. Infatti, sarà lei da fare da anello di congiunzione tra Stefano e Gix.

Il libro non è soltanto un racconto di fantascienza su un rapimento alieno con dei tratti comici; è anche un’analisi molto ben compiuta sul comportamento umano nei confronti di coloro che vengono considerati diversi, estranei al nostro gruppo sociale. I temi che vengono affrontati sono diversi: normalità contro pazzia, diverso contro uguale, paura contro coraggio ma tutti non portano l’esasperazione angosciante intrinseca dell’essere umano.

Il libro è molto fluido e permette al lettore di vedere le cosiddette “storie sugli alieni” sotto una luce completamente nuova e, forse, come è capitato a me, si affezioneranno ad uno dei protagonisti ma non voglio svelarvi troppo.

Come nasce quest’opera letteraria?

Da un’ispirazione che ho avuto anni fa mentre trascorrevo una vacanza in Toscana. Al materiale dell’ispirazione iniziale ho poi aggiunto di tutto, compreso situazioni vissute nei sogni. Ho voluto utilizzare l’umorismo, per cui mi sono trovata a costruire interi capitoli e intrecci sopra l’idea di una battuta, e non viceversa. Dopo i primi capitoli, i personaggi hanno “preso vita” e ho dovuto modificare la trama per adattarmi alle loro esigenze. Vi giuro che non mi sono mai divertita così tanto come durante la stesura di questo romanzo.

 

Quale messaggio vuoi trasmettere a tutti coloro che si ritroveranno tra le mani questo libro?

Terrestre/alieno, sano/malato, vincente/perdente… Le diversità degli “altri” ci spaventano solo in assenza di Empatia e di Umorismo. Due elementi che spesso sulla Terra scarseggiano. Per cui ho creato un’avventura che ne è piena.

 

Leggi il mio libro perché…

Su Shaah-Mall-A non posso vendere neanche una copia del mio libro, perchè non esistono librerie. Loro odiano tutte le forme creative, che chiamano “arte della finzione”. Posso chiedere di comprarlo solo ai Terrestri, ai quali assicuro che si tratta di una storia divertente, permette di passare due – tre ore proiettati in una situazione avventurosa con misteri e colpi di scena, in compagnia di personaggi umani e alieni pieni di difetti ma anche di coraggio. Inoltre ha una sua originalità: è’ uno dei pochi libri di sf che contiene elementi di “fanta-gastronomia”, permette di conoscere la diffusione della musica rock terrestre tra le civiltà che popolano il Braccio di Orione della Galassia, svela qual’è il senso della vita dal punto di vista di due diverse civiltà aliene, e tanto altro ancora…

Insomma, potete sopravvivere anche senza aver letto I Girasoli di Shaah-Mall-A, ma perchè privarsene?

 

Progetti futuri?

Quando il futuro diventerà presente forse avrò scritto qualche altra cosa. Ma al momento non si può sapere. E’ come l’esperimento del gatto nella scatola di Shroedinger, un’incertezza quantistica.

Numero di stelle 5 su 5 – I girasoli di Shaah-Mall-A di Maddalena Antonini – Editore: Tabula Fati – 193 pagine – prezzo di copertina 15,00 euro.

 

 

Leggi Tutto Nessun Commento

autori,band,contest,musicisti,poesia,poeti,radio,radio kaos italy,roma,scrittori

III Edizione della Rassegna Letteraria degli Autori Emergenti

Cosa succede se si sommano gli autori emergenti, insieme a poeti e musicisti in una splendida vetrina?

“La Rassegna degli Scrittori Esordienti” di Roma è arrivata alla Terza Edizione!

Tutti i sabati di giugno al tramonto si terranno presentazioni di libri e musica live a Radio Kaos Italy: presentazione dell’opera letteraria e diretta radio con il pubblico comodamente seduto per strada!

 

L’attrice Francesca del Vicario interpreterà gli estratti dei libri, Maurizio Costa e Eleonora Marsella intervisteranno ai microfoni l’autore e la fotografa Nathalie Ria fermerà gli attimi migliori.

Libri e Musica insieme, sì, perché ogni sabato ci sarà una band emergente che suonerà in radio e sarà anche intervistata in diretta per Radio Kaos Italy, oltre ad esser fotografata 😉

 

SIETE UNA BAND EMERGENTE?

Partecipare è facile:

  1. Invia una e-mail a Ilblogdieleonoramarsella@gmail.com allegando una vostra foto e un video musicale per candidarsi
  2. Foto e link saranno poi caricati in unico album sulla Pagina FB de Il Blog di Eleonora Marsella
  3. La foto (e quindi la canzone) che avrà ricevuto più like si esibirà un sabato di GIUGNO !

 

SEI UN AUTORE?

Possono inoltrare partecipare autori, poeti, editori e protagonisti nel mondo della piccola e media editoria d’oggi.

2,9,23 e 30 GIUGNO: Presentazione di libri dalle 19 alle 22.

Per tutte le informazioni: Ilblogdieleonoramarsella@gmail.com

CHI SIAMO?

 

EVENTI PASSATI

 

Leggi Tutto Nessun Commento

“Oltre il limite” di Daniela di Benedetto

Se vi dicessi che mi sono ritrovata a prendere le parti di un assassino, vi sconvolgerei? Io credo proprio di si. Ma se leggeste Oltre il limite, romanzo fra il thriller e dramma psicologico di Daniela di Benedetto autrice di diciassette libri che vive a Palermo dove ha conseguito la laurea in lettere e due diplomi del conservatorio; cambiereste idea immediatamente.

 

L’autrice ci offre dei personaggi magnetici che rimangono nella memoria del lettore coinvolgendolo emotivamente fino al punto di sostenere la difesa dell’assassino.

Il libro narra tre storie tutte diverse tra loro ma che hanno in comune dei delitti che vengono commessi per amore intendendolo nel senso più stretto del termine. Si è soliti pensare che un delitto passionale abbia come movente la gelosia ma, in questo caso, si vuole proteggere la persona amata mettendo in gioco la propria esistenza.

La logica può apparire quasi assurda e crudele se non andiamo a pensare che l’amore incondizionato porta con sé il meccanismo di protezionismo verso sé stessi e la persona che si ama. Per poter mantenere intatta la propria reputazione, nei limiti imposti da un crimine, si è capaci di assassinare persone innocenti.

L’autrice ci accompagna in un viaggio dentro la psiche umana, quella più recondita, dandoci occasione di riflettere su noi stessi e sulle persone che ci stanno accanto e che, dicono, di amarci.

Meritevole di nota è l’analisi psicologica che viene fatta nei tre diversi racconti e che fa capire che dietro c’è uno studio dettagliato da parte della scrittrice.

Come nasce quest’opera?

E’ molto difficile rispondere in quanto io ho scritto circa 220 racconti e se dovessi ricordarmi come nasce l’idea di ognuno la mia memoria sarebbe in tilt. Ma posso sicuramente dire cosa mi ha spinto a mettere questi tre racconti nello stesso libro: il filo che li unisce. Li unisce l’idea che si può commettere un delitto assurdo per amore. Non per gelosia ma per AMORE PURO, cioè per difendere la persona amata da un pericolo. Anche se la persona amata è assolutamente ignara del sacrificio che stiamo commettendo per lei, e può anche non saperlo mai.

 

Quale messaggio comunica l’opera?

Sicuramente questo messaggio: sul confine fra il bene e il male nessuno può giudicare. I protagonisti sono assassini ma sono eroi perché hanno buttato via la loro vita e la loro reputazione per difendere un progetto, un’idea, una persona. Se il lettore   mentre legge si accorge di stare dalla parte dell’assassino, lo scopo è raggiunto.

Leggi il mio libro perché…..

Sembra di vedere un film. Siamo nella civiltà dell’immagine, non possiamo più permetterci di   dire il superfluo, per esempio di raccontare che la sedia su cui sedeva il protagonista era appartenuta alla nonna, e come era morta la nonna e così via, scrivendo un’intera pagina che non aggiunge nulla alla trama. Io taglio il superfluo e quindi scrivo romanzi brevi strutturati come sceneggiature cinematografiche, compresi i flashback. E’ una lettura che appassiona perché, come nei film, c’è sempre un colpo di scena alla fine. Se non prevalesse l’idea dell’amore folle potremmo anche dire che sono una trilogia di thriller.

 

Progetti futuri?

Fin da quando avevo 5 anni il mio progetto è stato scrivere. Non desidero altro.. Sta per uscire con l’editore Solfanelli un’altra trilogia di racconti, e a marzo uscirà anche un libro di narrativa per la prima media. Saranno il diciannovesimo e il ventesimo libro.

Ho lavorato anche ad un film   comico di cui ho scritto sceneggiatura e colonna sonora, avendo due diplomi del conservatorio. Di questo film attendo ancora il montaggio, e dalla riuscita dipenderà la decisione di continuare col cinema o meno, ma sicuramente non smetterò di scrivere.

 

 

Numero di stelle 5 su 5 – Oltre il limite di Daniela di Benedetto – Editore: Tabula Fati –  prezzo di copertina 13,00 euro.

 

 

 

Si ringrazia per la collaborazione Maria Giovanna Fantasia.

Leggi Tutto Nessun Commento

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni e sono Blogger, sempre.

È utile spiegare in cosa consiste il mio lavoro.

Diviene utile per tanti versi schiarirsi le idee insieme e dare un nome, una collocazione, una definizione alle cose.

 

Sono Blogger per professione e mi occupo di promozione editoriale nel mondo degli autori emergenti da diversi anni.

 

Come in un insieme la promozione contiene la recensione del libro e tutto ciò che io scrivo di una suddetta opera letteraria è frutto del mio pensiero, della mia personale critica figlia dell’etica, della professionalità e della dedizione che nutro per questo lavoro.

 

Incontro autori esordienti quotidianamente da diversi anni e cullo le loro opere come se fossero anche figli miei e quando leggo un’opera letteraria di uno scrittore meno dotato, acerbo o non ancora pronto, non lo stronco, anzi, lo considero una risorsa perché ogni creativo come ogni persona è prezioso e può solo migliorare, insieme anche al mio Team. 

 

Stroncare un lavoro o una persona che può solo migliorare non è necessario e non deve accadere.

In questo caso critico il libro, stilo una lista di elementi da migliorare, ne discuto insieme l’autore e si ragiona insieme al fine unico di MIGLIORARSI.

Sembra strano ma do una critica oggettiva dell’opera stessa e tutto ciò che esce dalla mia mente e si trasforma in inchiostro, è assolutamente veritiero.

 

 

Si fa strada, nella vita, quando si è sinceri ed è una filosofia di pensiero e azione che applico da 25 anni (nella mia vita) e da 6 anni attraverso il mio personal blog ovvero la mia finestra sul mondo.

La professionalità va di pari passo con l’etica e divengono due elementi indivisibili e senza l’uno non può esistere l’altro.

 

Per essere buoni critici e buoni recensori è necessario, dunque, avere rispetto delle persone che sono, prima di tutto, vita. (E questa è anche la base della quotidianità umana)

 

La violazione della privacy di una comunicazione è certamente lontana dal concetto di rispetto ed è dunque anche lontana dal concetto di cultura.

 

È lontano dalla cultura e dal mondo delle lettere lo sfregio attribuito al lavoro altrui e la voluta confusione tra promozione e recensione, nonostante ci sia in commercio il vocabolario da diversi anni e in diversi formati.

 

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni  studio, leggo e scrivo da sempre.

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni e rispetto le persone da sempre.

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni e il lavoro altrui è sacro, per me, da sempre.

 

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni e sono Blogger, sempre.

 

Leggi Tutto 1 Commento

autori emergenti,matteo nepi,recensioni

Dentro Me di Matteo Nepi

Non mi capita molto spesso di trovare un libro come quello di oggi, che riesca a scrivere e narrare bene le proprie fragilità e le emozioni coinvolgendoti nella storia narrata. “Dentro me” riesce molto bene in questo intento e il suo autore, Matteo Nepi, nato a Milano laureato in Scienze Politiche e dal 2008 vive a Dublino; riesce a raggiungere quest’obbiettivo con il suo romanzo d’esordio.

Ci troviamo in una Milano degli anni novanta dove Andrea Fiacchini, studente universitario alla facoltà di giurisprudenza, è un giovane introverso proveniente da una famiglia di genitori separati che, presi dalle loro contrasti, si sono occupati poco di lui.

Il rapporto difficile con i genitori e soprattutto con il padre, lo porterà a non riuscire a superare i malesseri che i giovani della sua età devono affrontare, portandosi con sé le sue problematiche infantili.

Riesce, comunque, ad instaurare un’amicizia molto duratura con il suo amico Loris che lo sosterrà sempre dandogli dei consigli che lo porteranno a guardarsi dentro e a scavare nella profondità del suo animo.

L’autore si rivolge direttamente al lettore mettendolo, in questo modo, subito a proprio agio e facendogli leggere il romanzo tutto d’un fiato. Aiuta tantissimo la scrittura, molto chiara e la giusta collocazione dei dialoghi, molto intensi, che spezzano bene il ritmo della narrazione.

Ognuno di noi si ritroverà nei racconti del giovane Andrea: la continua ricerca del senso della vita, le tristezze di quando ancora non si riesce a capire se si è carne o pesce, l’amicizia, le paure e i timori per il futuro che verrà, la solitudine e la tristezza ma, sopra ogni cosa, l’amore.

Con Andrea, Matteo Nepi, ci accompagna in un viaggio che, inevitabilmente, ci fa riflettere sulle dinamiche dei sentimenti umani e sulle nostre fragilità che possono essere spazzate via quando riusciamo a trovare il giusto equilibrio e la giusta serenità d’animo.

 

Come nasce quest’opera letteraria?

Una mattina d’inverno in un’aula universitaria. Su quello che doveva essere il quaderno degli appunti iniziai a descrivere la scena di uno studente universitario che usciva di casa per andare a sostenere un esame.

 

Quale messaggio vuoi trasmettere a tutti coloro che si ritroveranno tra le mani questo libro?

Che la felicità è spesso lì dietro l’angolo, basta avere la follia di rincorrerla e la pazienza di aspettarla.

 

Cosa pensi dell’editoria d’oggi?

Mi rivolgo ai ragazzi che si avvicinano alla scrittura o che sono in cerca di una casa editrice per il loro primo romanzo. Non cedete subito a chi vi propone la pubblicazione in cambio di denaro. Siate accorti, esistono anche le case editrici che non chiedono contributi all’autore. Non abbiate fretta, tanto i sogni non ve li ruba nessuno.

 

Leggi il mio libro perché…

Perché è una storia semplice, un viaggio dove sarai accompagnato dai personaggi. Perché ti regalo un po’ delle mie emozioni, le stesse che mi facevano scrivere per otto ore al giorno.

Progetti futuri?

Sto ultimando un romanzo ambientato tra Italia, Venezuela e Panama. Anche questa è una storia semplice, di vita vissuta.

 

 

 

Numero di stelle 5 su 5 – Dentro me di Matteo Nepi – Editore: Pav Edizioni –  – prezzo di copertina 13,90 euro.

Si ringrazia per la collaborazione Maria Giovanna Fantasia.

Leggi Tutto Nessun Commento

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “CITTÀ DI MESAGNE”- XVI Edizione – Anno 2018

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE CITTÀ DI MESAGNE”

OPERE DI DI TEATRO, NARRATIVA E POESIA INEDITE

E DI SAGGISTICA, NARRATIVA E POESIA EDITE

XVI Edizione – Anno 2018

 

L’Associazione Culturale “Solidea (1 Utopia)” promuove la XVI edizione del Premio Nazionale “CITTÀ DI MESAGNE” con il bando del presente Concorso per opere di Teatro, Narrativa e Poesia inedite e di Saggistica, Narrativa e Poesia edite, a tema libero, articolato in:

– Categoria “A” (adulti, per tutte le Sezz.)

– Categoria “B”, (giovani tra i 15 ed i 21 anni di età fino a tutto il 2018, limitata alle Sez. Narrativa e Poesia Inedite).

 

Regolamento

 Le opere inedite, anche se vincitrici di precedenti primi premi in altri concorsi: nr 1 (uno) racconto breve, di contenuto indicativamente non superiore alle 6 (sei) cartelle, e/o un numero massimo di 3 (tre) liriche, di contenuto indicativamente non superiore ad 1 (una) cartella ciascuna, e/o nr 1 (una) opera teatrale, preferibilmente di ispirazione originale, non frutto di adattamento né di rielaborazione, completa di sinossi ed elenco caratteri, di contenuto indicativamente non superiore alla 40 (quaranta) cartelle e durata non superiore ai 90 (novanta) minuti, anche se già rappresentata, e/o

Le opere edite, per le Sezioni di Narrativa, Poesia e Saggistica, anche se già  vincitrici in altri concorsi:

nr 1 (uno) romanzo o raccolta di racconti e/o

nr 1 (una) raccolta di liriche e/o

nr 1 (uno) saggio monografico, edito possibilmente nell’anno in corso e di carattere letterario, storico-artistico, socio-pedagogico, scientifico, che abbia attinenza con la realtà salentina e pugliese per i contenuti esposti oppure per i legami vantati dall’autore (provenienza, parentela, consuetudine, affezione), devono pervenire a mezzo plico ordinario all’Associazione in 6 (sei) copie, di cui, per l’inedito, solo una recante le generalità complete dell’autore, con dichiarazione sottoscritta di paternità delle stesse ed implicito consenso alla eventuale utilizzazione gratuita in letture pubbliche o in antologia da parte dell’Associazione organizzatrice. E’ fatto obbligo di allegarvi Scheda di Adesione e cedola comprovante il versamento del contributo di partecipazione; è facoltà del concorrente unire curriculum e foto.

Le cartelle degli elaborati inediti (indicativamente 30 righe) si intendono stampate su comuni fogli bianchi A4, retro bianco, non rilegati né uniti da punti per cucitrice; le pagine devono essere numerate e spoglie di ornamenti grafici. Gli elaborati di Narrativa e Poesia inedite possono essere inoltrati via e-mail in formato Word e firmati in calce, con un contributo maggiorato di 5 (cinque) euro per sezione.

Opere pubblicate su siti Internet sono considerate inedite.

Per l’edito: ove di preferenza, in alternativa alle 6 (sei) copie richieste dal bando, è consentito l’invio di 2 (due) sole copie del libro nella veste tipografica originaria, con l’aggiunta di nr 5 (cinque) fotocopie integrali dello stesso; l’autore vincitore porterà al seguito altre copie in occasione della presentazione-premiazione conclusiva. La paternità letteraria resta dell’Autore.

Con decorrenza immediata, il termine ultimo di invio delle opere è la data del 17 luglio 2018, per la quale farà fede il timbro postale.

A parziale copertura delle spese organizzative, si richiede un contributo di 20 (venti) euro per ciascuna opera edita e per ciascuna Sezione       inediti della categoria “A” (*), ridotto a 5 (cinque) euro per le fasce giovanili (categoria “B”), da far pervenire con postagiro o versamento sul c/c postale n. 001004725626, oppure per bonifico con cod. IBAN IT 08Y0760115900 001004725626, intestato alla Associazione Culturale “SOLIDEA (1 UTOPIA)” – Via Parini 7 – 72023 MESAGNE (BR).

 

(*) Per la Sezione Poesia inedita intendasi, quindi, contributo unico e totale per la terna di liriche presentate; un libro, un racconto o un testo teatrale inediti costituiscono parimenti unica Sezione.

La partecipazione a tre Sezioni anche miste (inediti + editi) prevede la riduzione di 1/4 del contributo totale.

Il materiale inviato non sarà restituito.

L’operato delle Giurie sarà insindacabile ed inappellabile.

 

Premi

  • somma di 300 (trecento) euro per il 1°classificato della categoria “A” di ciascuna Sezione – Editi ed Inediti;
  • presentazione delle opere vincitrici e dei relativi Autori per le Sezioni   dell’ edito;
  • riconoscimento simbolico / targa personalizzata per il 2° ed il 3° classificati della categoria “A” Inediti;
  • somma di 100 (cento) euro per il 1° classificato della categoria “B”;
  • riconoscimento simbolico per il 2° e 3°classificati della categoria “B”;
  • riconoscimento simbolico per l’Istituto scolastico eventualmente frequentato dai Vincitori dei primi tre premi della categoria “B”, in presenza di timbro con recapito completo e firma del Dirigente sulla Scheda di adesione;

 

Alloggio (1 pernottamento), in occasione del relativo evento di presentazione e premiazione, per i primi tre classificati di ogni Sezione dell’inedito e per il 1°classificato dell’edito, se residenti oltre 200 chilometri dalla sede del Premio;

  • buffet di saluto, con servizio fotografico;
  • Attestato per tutti i Concorrenti che ne facciano richiesta.

 

Alle somme di cui sopra potrà essere applicata ritenuta.

Inediti: entro il mese di ottobre 2018 gli Autori ritenuti meritevoli dei primi tre premi per Categoria/Sezione saranno debitamente informati dell’esito del concorso ed invitati alla cerimonia conclusiva, che si terrà in Mesagne, presso il Teatro Comunale, in data 2 dicembre 2018. Essi saranno tenuti a presenziare e ritirare di persona i premi loro attribuiti: se residenti in località distanti oltre un raggio di 200 km, saranno ospitati con un pernottamento a carico dell’organizzazione, che curerà anche l’aspetto turistico-culturale del soggiorno per coloro che saranno arrivati il giorno precedente; il vitto, a carico degli interessati, sarà proposto presso struttura convenzionata.

L’adesione all’invito dovrà essere formalizzata e sottoscritta entro una       settimana  dall’avvenuta comunicazione. Qualora non riscossi personalmente, i premi in  denaro potranno essere destinati, a   scalare, ai       Concorrenti successivi in  graduatoria, fermo restando l’ordine  scaturito  dalle valutazioni delle Giurie, oppure   essere destinati a  copertura spese  organizzative. I premi in ex-aequo saranno divisi fra gli interessati.

 

Editi: I primi classificati saranno informati ed invitati entro l’anno o il mese di aprile 2019, con successive presentazione e premiazione nella seconda          metà di luglio.

Alle manifestazioni di Premiazione potranno avere libero accesso, senza invito, anche gli altri partecipanti al Concorso, che comunque saranno resi      trasparentemente edotti del risultato finale all’indomani degli eventi   conclusivi.

È esclusa la possibilità di ulteriori partecipazioni per gli Autori vincitori di 1° premio nella stessa Sezione in tre edizioni anche non consecutive del “Città di Mesagne”.

Soci e relativo nucleo familiare sono esclusi dal concorso.

La partecipazione al Premio implica conoscenza ed accettazione integrali   del presente Regolamento.

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE “CITTÀ DI MESAGNE”- XVI Edizione

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE CITTÀ DI MESAGNE”

OPERE DI DI TEATRO, NARRATIVA E POESIA INEDITE

E DI SAGGISTICA, NARRATIVA E POESIA EDITE

XVI Edizione – Anno 2018

 

 

Leggi Tutto Nessun Commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2018 – P.I. 04939570752