cultura,giuseppe verdi,lecce,lirica italiana,musica,opera italiana,otranto,Pietro Mascagni,salento

Cavalleria Rusticana a Otranto (le)

Sei un appassionato di Opera Italiana? L’opera Lirica ti manda in fibrillazione?

Il 25 Luglio alle ore 20.30 Nei magnifici e storici fossati In terra d’Otranto, ci sarà un importante evento dedicato, principalmente,  a Giuseppe Verdi .

L’evento, promosso dall’Associazione onlus lirico-culturale “Il Bel Canto nel Salento” di Trepuzzi e patrocinato dal comune di Otranto, è finalizzato alla celebrazione, in un unico appuntamento nel Bicentenario dalla nascita di Giuseppe Verdi e del Centocinquantesimo anniversario dalla nascita di Pietro Mascagni. Il ricavato della serata sarà in parte destinato all’Associazione Medici senza Frontiere.

Nella prima parte dell’evento con un grande concerto verdiano verrà reso omaggio al padre dell’Opera Italiana, attraverso l’esecuzione delle arie tratte dalle opere più celebri. Ad esibirsi, insieme all’Orchestra Lirica Il Bel Canto, diretta dal Maestro  Antonio Florindo Pizzoleo, con  il soprano Luisella De Pietro e  alcune giovani promesse dell’opera lirica italiana: il soprano Gloria Giurgola, il soprano Silvia De Filippis, il tenore Giampiero Ruffino e il basso Alberto Pulito.

Pietro Mascagni sarà invece il “Re” della seconda parte della serata, in cui verrà allestita la sua opera più celebre, Cavalleria Rusticana.

Un cast d’eccezione riunito per l’evento vedrà protagonisti Leonardo Gramegna (Turiddu), Lorella Tafuro (Santuzza), Antonio Stragapede (Alfio), Marinella Rizzo (Lola), Lorena Mileto (Mamma Lucia). Il coro, costituito dalla Corale Lirica Tripudium e dalle voci degli artisti del Coro lirico di Lecce, sarà diretto dal M° Luigi Mazzotta.

La direzione dell’orchestra è affidata al M° Mario Cananà, direttore artistico dell’evento, tenore lirico di lunga carriera sia in Italia che all’estero, vincitore di numerosi premi e concorsi, debutta giovanissimo nel ’62 e nel ’70 approda presso il teatro San Carlo di Napoli in qualità di primo tenore del Coro, divenendo nel ’79 direttore del “Coro Ars Nova” del medesimo teatro, dall’86 svolge la professione di maestro di canto lirico, è direttore artistico dell’Associazione “Il Bel Canto”, nonché Direttore d’orchestra.

A firmare la regia sarà, invece, la giovane regista Rosangela Giurgola.

Importante in questo allestimento la collaborazione con il light designer Jacopo Ardolino e con lo scenografo salentino, Romeo Sicuro, le cui maestranze hanno permesso la monumentale e, quanto più naturale possibile,  resa scenica ed artistica dell’allestimento, secondo le intenzioni della direzione e della regia, nel rispetto dell’autore.

Un evento di portata Nazionale, che non deluderà, di certo, appassionati e non della Musica Lirica Italiana, radice della nostra Cultura.

Immagine

Leggi Tutto Nessun Commento

artisti di strada,cultura,donna,lecce,notte rosa,otranto,puglia,salento

Notte Rosa a Otranto(LE)

Domani 19Luglio 2013 Otranto (Le) si tingono di rosa con una serata dedicata interamente al ruolo della donna, nella quotidianità come nei diversi ambiti lavorativi, con musica, negozi aperti, ma anche tante iniziative culturali con annessi ambienti di discussione.

Un programma sobrio ma al tempo stesso denso di attività, quello idruntino, anche con una particolare iniziativa dedicata allo sport.

Momento clou il workshop previsto per le ore 19.30 presso Largo Porta Alfonsina dal titolo “Curare e prendersi cura: ripensare l’integrazione socio sanitaria nell’ottica della rete”.

Alle ore 21.30 Largo Porta Alfonsina sarà proiettato il lungometraggio di Laura Chiossone “Tra cinque minuti in scena” dove, presenterà la stessa regista; a seguire consegna trofeo Triangolare Calcio femminile, mentre sul Lungo mare Kennedy sarà possibile “strappare e farsi strappare un sorriso” dai vari e colorati Artisti di Strada; con conclusione alle 22.30-23 Dj Set nell’area Villaggio Gazzetta Summer Tour.

Cosa hai da fare domani sera? La città di Otranto sarà lieta di ospitarti tra Borghi, Artisti  e tanta cultura, rigorosamente targata di Rosa!

Immagine

Leggi Tutto Nessun Commento

africa,cultura,iniziative culturali,paleontologia,salento,storia,Università del Salento

Aperto per ferie

Tutto pronto per la Terza Edizione di ‘Aperto per ferie’, l’iniziativa del Museo Civico di Paleontologia e Paletnologia Decio de Lorentis di Maglie (LE) che si propone di variare l’offerta turistica offrendo approfondimenti scientifici sul territorio e promozione di artisti e aziende locali, di una Terra ricca come il Salento.

Il primo appuntamento,  giovedì 18 luglio, aprirà con l’inaugurazione e la presentazione della mostra L’Altro Nilo. Il Sudan dalla preistoria ai faraoni, con l’archeologa Prof.ssa Isabella Caneva dell’Università del Salento. Un attimo utile per stringere le mani con la vicina Africa, in questo particolare, critico e intenso momento storico che attraversa.

La mostra illustra i risultati di oltre trenta anni di scavi e ricognizioni in Sudan da parte della Missione Italiana per Ricerche Preistoriche in Egitto e Sudan dell’Università del Salento. L’esposizione è organizzata dal MUSA, con la collaborazione del National Corporation for Antiquites and Museums of Sudan (NCAM), nell’ambito del progetto “Dal Salento all’Oriente mediterraneo. Recenti ricerche di storia antica ed archeologia dell’Università del Salento”.

A riportarci dall’Africa nel Salento sarà l’incantevole voce di Anna Cinzia Villani che con Roberto Chiga presenterà il suo ultimo lavoro “Fimmana Mare e Focu”, creando un legame ritmico tra uomini, terra, lavoro e musica. Il sentire delle donne comuni, che abitano ancora le strade silenziose del Salento, è il filo narrante dell’album: un piccolo scrigno che custodisce canti della tradizione poco noti al pubblico e composizioni inedite in equilibrio costante tra la naturalezza espressiva della tradizione e i linguaggi sonori del world jazz. Il forte legame con il territorio è anche il punto di partenza dell’azienda Ekalò, di Martano, che curerà le degustazioni gastronomiche in tutte le serate di Aperto per Ferie.

Anche l’attesissima degustazione di vini sarà guidata per tutte e quattro le serate da Mieravigliosa in collaborazione con il Caffè Leopardi di Maglie. Il sommelier Franco Maglie, ci farà degustare il 18 luglio i vini delle Cantine Petrelli di Carmiano, una produzione che, nei vigneti, segue i principi dell’agricoltura integrata e in tutte le serate accosterà l’assaggio dei vini a una mini corsa di degustazione, una novità che si aggiunge all’offerta già ricca dei precedenti anni.

Il 25 Luglio alle 21.30 ci sarà l’Archeologo Prof. Guglielmino dell’Università del Salento, performance musicale organizzata da Francesca Leo, Riccardo Monti e Antonio Durante, degustazione Vini e assaggi golosi Salentini.

IL 23 Agosto, invece, ci sarà una conversazione con l’astrofisico Prof. Domenico Licchelli- progetto Polaris, la serata inizierà alle 21.30 e prende il nome di ‘Conversazione sotto le stelle’, accompagnata da una performance musicale degli AEDO con vari assaggi gastronomici salentini.

E infine il 30 Agosto ci sarà l’agronomo Dott. Minonne con un’importante e interessante conversazione circa i paesaggi Salentini e prodotti tipici, a far da cornice una splendida Performance Musicale di Castrignanò Antonio , con degustazione vini.

L’ingresso è gratuito ma la prenotazione è obbligatoria entro le ore 20.00 del giorno precedente telefonando al nume 0836/485820 o inviando messaggio sulla pagina di Facebook del museo dove è possibile trovare numerose altre informazioni e approfondimenti sulle serate. 

Immagine

Leggi Tutto Nessun Commento

genica,HIV,san raffaele di milano,scoperte scientifiche,sindromi,sofia,staminali,telethon

Staminali e terapia genica: guariti 6Bambini da malattie genetiche incurabili.

 Dopo quindici anni di studi di una ricerca di Telethon e San Raffaele di Milano è stata fatta una meravigliosi scoperta: è stata trovata la cura per la sindrome Wiskott-Aldrich e la leucodistrofia metacromatica, la malattia da cui è affetta SOFIA, la bimba divenuta il simbolo della lotta delle associazioni per la libertà di cura con cellule staminali e a favore, quindi, del metodo Stamina.

La formula magica? I Ricercatori hanno usato il virus HIV – ripulito degli elementi pericolosi- per diffondere i geni corretti in tutte le cellule.

Ben sei bambini, dopo tre anni di trattamento, hanno ripreso a giocare, correre e andare a scuola e i risultati ottenuti sono veramente incoraggianti; i due studi condotti, il primo da Alessandra Biffi e colleghi, il secondo da Alessandro Aiuti e colleghi, hanno indicato che i vettori lentivirali derivati dall’HIV sono più efficaci e sicuri degli altri vettori, nella terapia genica. I Medici hanno isolato le staminali dal midollo osseo dei bambini – prelevato dall’anca- poi le hanno sottoposte terapia genica con l’HIV e infine le hanno rinfuse nei piccoli pazienti, senza problemi di rigetto.

La sperimentazione è partita nel 2010 su sedici piccoli pazienti da tutto il mondo, di cui sei affetti da malattie neurodegenerative, dopo tre anni, sei di loro hanno portato i primi frutti e ovviamente la loro rinascita.

Una meravigliosa scoperta, che porta con sé speranza, ammirazione e, perché no, tante novità POSITIVE  per delle malattie, giudicate finora INGUARIBILI.

Immagine

Leggi Tutto Nessun Commento

antiviolenza,antonio Biasco,antonio buccarello,donne,femminicidio,Filomena D'Antini Solero,gagliano del capo,salento

Iniziativa per contrastare il Femminicidio

Uno dei fenomeni più diffusi nell’era del XX Secolo è il femminicidio dove, in Italia, ogni due giorni è assassinata una donna per mano di uomini spinti da gelosia o sentimenti di risentimento.

Il Salento, pero, risponde bene e domani in data 3 luglio 2013 alle ore 19 a Specchia (Le) sarà inaugurato il quinto Centro Antiviolenza previsto dal Piano Provinciale elaborato e attuato dall’Assessorato alle Politiche sociali della Provincia di Lecce. Il Centro Antiviolenza Punto Rosa sarà inaugurato dall’Assessore Provinciale Filomena D’Antini Solero, con il Presidente del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito territoriale di Gagliano Del Capo Antonio Buccarello e il Sindaco del Comune di Specchia Antonio Biasco.

L’Assessore Filomena D’Antini si dimostra soddisfatta circa l’iniziativa presa e soprattutto all’indomani dell’approvazione da parte del Parlamento della Convenzione di  Istabul è soddisfatta della pronta risposta riscontrata nel Salento.

Il piano di Antiviolenza Provinciale, con una rete di sei centri Antiviolenza a una casa di Rifugio, vanta dieci equipe multidisciplinari d’ambito, servizio di pronto intervento sociale a disposizione delle vittime di violenza.

I migliori in bocca al lupo ad un bellissimo progetto nato per fronteggiare un grave fenomeno, mai visto prima in Italia e probabilmente altrove nel mondo.

Immagine

 

Leggi Tutto Nessun Commento

arte,bolla,eleonora de giuseppe,laboratorio creativi,occhio,pupazza,tricase

Eleonora De Giuseppe- La Pupazza

Ti è capitato di vedere in giro Un occhio nero e bianco, che pare voglia
scrutarti? Sui muri in città o in periferia? Bene, ti sei imbattuto nell’occhio
della Pupazza!
Eleonora De Giuseppe, meglio conosciuta con lo pseudonimo di Pupazza, è nata a
Tricase nel 1985 e ha conseguito gli studi presso il Dams di Bologna, dopo di
che apre un laboratorio d’arte a Tricase, che lei stessa definisce BOLLA, in
largo Sant’Angelo 7.
I suoi tratti principali? Senza dubbio, l’Occhio, disegnato ovunque: sulle
mura Salentine, Bolognesi e Italiane, in larga misura, ma anche in territori
extra Italiani come Berlino, dove la stessa, dopo aver dipinto il suo occhio
sotto la metro, è stata condotta al fresco per una notte, simbolo di una
punizione. Punizione per cosa? Solo perché vuole diffondere la sua arte? Probabilmente
ci sono modi e modi, posti e posti ma per lei non è cosi, l’occhio della
Pupazza,è uno stile di vita, è un modo di vivere, di vedere la gente e di assaporare
i luoghi, al fine di diffondere amore.
Ed è anche facile vedere la vita in quest’ottica, basta visitare la sua BOLLA-
Laboratorio creativo con sede a Tricase- dove è possibile ammirare i suoi
quadri con il personaggio della Pupazza, arricchito da pietre, vetri e
materiale di vario genere; disegna su qualsiasi formato, materiale o ente,
perché l’importante è disegnare e diffondere il suo occhio!
La sua passione per il disegno nasce sin da subito, il suo tratto è veloce e
colorato; la sua fama non si ferma nel Salento, come già citato poc’anzi,
perché Eleonora ha esposto nel 2009 a Düsseldorf, Londra, Berlino, Marina di
Pisa e infine a Reggio Emilia.
Il suo stile è un continuo aggiornarsi e arricchirsi di svariati elementi
della vita quotidiana, vede la vita con leggerezza e leggiadria e la foto
con l’occhio è un Must: tutti coloro che entrano nella sua bolla, con l’immagine
dell’occhio in mano, si fanno fare la foto della Pupazza che coinvolge  grandi e
piccini, al fine di raccogliere tutte le immagini in un libro che presto
sarà in Libreria. Lo stemma della Pupazza è possibile vederlo, oltre sui muri e
nei quadri, anche su t-shirt, foto, riquadri, lampade, bombolette e su tutto ciò
che può trasformarsi in qualcosa di artistico.
La Pupazza è la prova che il Salento, oltre ad essere una bella terra, come
già la conosciamo, è anche terreno fertile per Talenti emergenti e
giovanili.
I migliori auguri!

Leggi Tutto Nessun Commento