Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni e sono Blogger, sempre.

È utile spiegare in cosa consiste il mio lavoro.

Diviene utile per tanti versi schiarirsi le idee insieme e dare un nome, una collocazione, una definizione alle cose.

 

Sono Blogger per professione e mi occupo di promozione editoriale nel mondo degli autori emergenti da diversi anni.

 

Come in un insieme la promozione contiene la recensione del libro e tutto ciò che io scrivo di una suddetta opera letteraria è frutto del mio pensiero, della mia personale critica figlia dell’etica, della professionalità e della dedizione che nutro per questo lavoro.

 

Incontro autori esordienti quotidianamente da diversi anni e cullo le loro opere come se fossero anche figli miei e quando leggo un’opera letteraria di uno scrittore meno dotato, acerbo o non ancora pronto, non lo stronco, anzi, lo considero una risorsa perché ogni creativo come ogni persona è prezioso e può solo migliorare, insieme anche al mio Team. 

 

Stroncare un lavoro o una persona che può solo migliorare non è necessario e non deve accadere.

In questo caso critico il libro, stilo una lista di elementi da migliorare, ne discuto insieme l’autore e si ragiona insieme al fine unico di MIGLIORARSI.

Sembra strano ma do una critica oggettiva dell’opera stessa e tutto ciò che esce dalla mia mente e si trasforma in inchiostro, è assolutamente veritiero.

 

 

Si fa strada, nella vita, quando si è sinceri ed è una filosofia di pensiero e azione che applico da 25 anni (nella mia vita) e da 6 anni attraverso il mio personal blog ovvero la mia finestra sul mondo.

La professionalità va di pari passo con l’etica e divengono due elementi indivisibili e senza l’uno non può esistere l’altro.

 

Per essere buoni critici e buoni recensori è necessario, dunque, avere rispetto delle persone che sono, prima di tutto, vita. (E questa è anche la base della quotidianità umana)

 

La violazione della privacy di una comunicazione è certamente lontana dal concetto di rispetto ed è dunque anche lontana dal concetto di cultura.

 

È lontano dalla cultura e dal mondo delle lettere lo sfregio attribuito al lavoro altrui e la voluta confusione tra promozione e recensione, nonostante ci sia in commercio il vocabolario da diversi anni e in diversi formati.

 

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni  studio, leggo e scrivo da sempre.

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni e rispetto le persone da sempre.

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni e il lavoro altrui è sacro, per me, da sempre.

 

Mi chiamo Eleonora, ho 25 anni e sono Blogger, sempre.

 

Trackback dal tuo sito.

Commenti (1)

  • Avatar

    Vittorio Piccirillo

    |

    È sempre un piacere leggerti, ma in casi come questo lo è in maniera particolare: qui si vede nero su bianco (con qualche pennellata di rosa, che non guasta) ciò che sei davvero. Questo è il manifesto della tua passione: per il valore della cultura, ma soprattutto delle persone.

    Reply

Lascia un commento