I viaggiatori del tempo – prima serie di Massimo Festa

Andiamo in un mondo futuristico che molti film hollywoodiani hanno cercato di riprodurre immaginando terre sconosciute e personaggi d’incredibile fascino. Questo è ciò che ha fatto l’autore di oggi, Massimo Festa, nato a Latina nel 1962 e vissuto a Roma dove lavora presso la Direzione Generale INAIL.

 

Nel suo romanzo I viaggiatori del tempo – prima serie abbiamo due viaggiatori Emy e Max che abitano sul pianeta terra nell’anno 3015 d.C. dove domina un sistema globale chiamato Zionix. I due protagonisti hanno a disposizione una time machine, macchina del tempo, che permette loro di viaggiare nel passato per cercare di studiare ed eliminare le cause cha hanno portato il dilagare della tirannia.

I due giovani vivono in un mondo completamente sottomesso al potere dei banchieri, agenti programmi olografici, droidi e androidi. Essi si ritrovano in quello che viene definito New World Order in totale contrasto con il Natural World Order, ossia il benessere tanto cercato dai due protagonisti. La loro storia e missione andrà a intrecciarsi con le storie di chi li ha preceduti nel loro intento e cercheranno in ogni modo possibile di raggiungere l’obiettivo che loro si sono prefissati.

L’autore ci porta in un universo che ricorda il film Matrix con i protagonisti Neo e Trinity ma, allo stesso tempo, i loro viaggi si ricollegano molto bene al film Back to the future (Ritorno al futuro).

Nel romanzo non mancano fantastiche citazioni teatrali, letterarie ed anche filmiche che rendono lo scorrere della storia molto piacevole ed anche scorrevole.

 

Come nasce il tuo libro?

Il libro di narrativa nasce dal libro di poesie “Il Paradiso degli amori impossibili” e dalla poesia “I ribelli di Matrix”. E’ l’evoluzione della narrativa distopica di Huxley (“Brave New World”, 1932) e di Orwell (“1984”, 1949). I viaggiatori del tempo Emy e Max vivono sul pianeta Terra dell’anno 3015 dC, dominato dal sistema globale di Zionix, la nuova Matrix.

Quale messaggio vuoi inviare?

Gli 8 capitoli esprimono le immagini della coppia di ribelli che combatte la tirannia mondiale, insieme agli altri coraggiosi. Nella trilogia di Matrix gli umani avversano i robot, mentre nella mia narrativa gli umani avversano i banchieri e i robot. Quindi c’è l’elemento reale della truffa del debito pubblico, ad opera dei banchieri. Le storie narrate possono essere le nostre.

A quale pubblico è rivolto?

Il libro è rivolto a tutti.

 

Leggi il mio libro perché…

Il mio libro è il nostro libro. L’ho pensato e scritto per dare al pubblico il valore del Bene. Il Bene è destinato a vincere, pur sembrando impossibile. Non è impossibile nemmeno la ribellione verso la dittatura mondiale. Finora, il libro di narrativa ha ricevuto 2 menzioni di merito, laddove il suddetto libro di poesie ha ricevuto 3 menzioni di merito e una medaglia.

 

Progetti futuri?

Ho in progetto la continuazione della serie sui viaggiatori del tempo e le serie sui viaggiatori dello spazio e sui viaggiatori del mare. Saranno 3 serie, senza fine, basate sulle dimensioni parallele. Nella prima dimensione, i viaggiatori del tempo. Nella seconda, i viaggiatori dello spazio. Nella terza, i viaggiatori del mare. Libri da leggere e rileggere, per vivere i sogni.

 

 

 

Numero di stelle 5 su 5 – i viaggianti del tempo – prima serie di Massimo Festa – Editore: Aletti Editore – 92 pagine – prezzo di copertina 12 euro.

 Link

Si ringrazia per la collaborazione Maria Giovanna Fantasia.

 

 

 

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento