Sei tornata SINGLE? #1Consiglio: Diffida da chi ti chiede abbracci

Il sabato è arrivato e con esso aggiungerei un tocco di leggerezza quindi… sono quì a narrarvi un momento ludico della vita di Eleonora Marsella.

Considerato che pochissimi mesi fa ho compiuto 24 anni sono entrata a far parte del fantastico mondo degli adulti dunque posso sostenere di ‘esser stata fidanzata ‘na vita’, quasi sei anni, rapportati ai miei soli 24 anni…. cosa c’entra tutto questo con un post scritto in una mattina di un sabato primaverile? C’entra perché un giorno lui mi mollò, dall’oggi al domani, con mia grande sorpresa. Vabbè, potrei aggiungere altri dettagli di quel periodo e della sua decisione, come l’assenza di comunicazione, di delicatezza, di pensiero, assenteismo come parola d’ordine… ma non siamo quì a discutere della sua persona.

 

Dunque tutto questo pippone per dirvi che ELEONORA MARSELLA TORNA SINGLE, qualcuno viene a saperlo, qualcuno lo immagina, qualcuno non se n’è mai fregato un cazzo, della serie ‘Ci provo con te poi se va in porto, va in porto’, altrimenti te prendi ‘na pizza in faccia, aggiungerei io.

I maschietti che ci provano con Eleonora Marsella – secondo me- sono degni di nota, parliamoci chiaro, ci vuole coraggio amici miei eh? Testarda, indipendente, autonoma, 24 anni d’età ma di cervello siamo avanti già qualche annetto dunque…

Vabbè, al di là del loro coraggio nel provarci con me, il vero coraggio è uscire con loro.

Certo a proposito di CORAGGIO potrei dirvi che Amiche mie, ci vuole coraggio a riprendersi dopo 6 anni e passa di fidanzamento, sopratutto quando poi vieni mollata e non te lo aspetti. … ‘nsomma non è carino ma MAI DEPRIMERSI, anzi, il DOLORE puro, nel senso di ‘lutto’, deve, a mio dire, DURARE NON MOLTO. Ma se siete interessate, dedicheremo uno spazio anche alla ‘ripresa da post-fidanzamento’.

 

Ognuno ha una propria tempistica, certo, ma perché perder tempo per soffrire?

 

Un soggetto, nato negli anni ’80, lavora in una famosa società italiana ‘al servizio del pubblico’ mi scrive da un anno. UN ANNO AMICHE MIE. 12 mesi, 4 stagioni e lui continua a scrivermi nonostante ‘cagato da parte mia’ relativamente poco, direi quasi zero.

 

Vabbé dopo 12 mesi accetto un suo invito, mi ha scritto troppe volte, soffrire è inutile, quindi, penso: vuoi dargli un attimo delle attenzioni a questo povero cristo che dopo 12 mesi te sta ancora dietro e esci a prender aria?

 

PREMESSA

[ Quando Eleonora Marsella accetta un invito- da parte del sesso maschile, femminile, animale- lo fa quasi sempre per curiosità. Sono una persona fatta di 80% di curiosità, mi nutro delle storie della gente, delle loro vite e la cosa ancora più interessante è il fatto che TUTTI e dico TUTTI si confidano con me… e io sto ancora cercando di capire perchè].

Riprendiamo il discorso del tipo.

 

Ok, rispondo ad un messaggio, dopo svariati giorni di rincorse per ‘fissare’ un appuntamento con me (AMO IL MIO LAVORO!), passerà a prendermi per le 20.30.

Ok, non so cosa mettere, comunque non mi impegno troppo nel vestiario- del resto-  andrò bene a prescindere quindi scendo da casa alle 20.45:

RITARDO REGOLARE DEL GENTIL SESSO.

 

Lui ha prenotato ad un ristorante romano, al che, arriviamo, dobbiamo salire delle scale, lui mi invita a salire per prima, aggiungendo una battuta sui miei glutei. Deduco che mi guarderà il culo dunque..

Famo che sali prima te, ok bello de zia?

Ci sediamo, lui fa l’uomo decide i piatti, chiede il vino- che non sarà in grado di versarmi- parla di se, del suo lavoro, di tanto in tanto pongo quesiti- sono una persona curiosa- ogni tanto mi annoio, poi… ovviamente il tizio annovera una serie di complimenti su di me, complimenti che- sì mi arriveranno- ma con poca interazione da parte mia.

  1. Sei veramente bella- Sì ok già sentito.
  2. Sei veramente affascinante- Me lo dicono ma non ci credo mai.
  3. Sei veramente intelligente- Ecco, forse-forse, c’hai ragione.
  4. Sei veramente divertente- Ecco, questa è una mia caratteristica peculiare ma non è reciproca la faccenda.

 

Al che… rullo di tamburi, rullo di tamburi… e l’argomento scivola sulle pugnette, sì, avete letto bene, io faccio finta di non capire, lui rincara la dose:

“Certo le pugnette, perché tu non ti masturbi?”

 

Ehm no, m’hai vista? Ti sembro tipa che… vabbè, ma in generale, ti sembro tipa che apprezza questa tipologia di domande?

Io faccio l’amore con i libri, capra.

Ok Ragazze, diciamo che la serata sarebbe potuta termine in quel momento ma non finisce qua.

 

Avete presente quando l’uomo vi dice “Vado a cambiare l’acqua al pesce o vado a cambiare l’acqua alle olive?” Ok. DIMENTICATEVELO.

Il nuovo mood è VADO A PISCIARE.

E quando le mie orecchie han sentito questa frase, CRISTO, sul serio l’hai detto/fatto?

Ok, ragazze mie. Ok. 

Rimango tranquilla, decido di non prendere dalla mia borsa nessuno dei due i-phone, altrimenti il telefono m’avrebbe assorbita e non ne avevo voglia. Il caso ha voluto che io mantenessi il capo girato, dunque cosa accade che il tizio, rientra dal suo ‘cambio d’acqua’ e… prova a baciarmi.

Avete presente il film MATRIX? Ecco. Eleonora con NON POCA GRAZIA rifiuta il suo gesto e mi ritrovo seduta due tavoli più avanti con una coppia. Della serie ‘Nun me toccà’. Sono allergica, ciao.

 

 

Lui se ne rende conto, si sarà sentito ridicolo? Non lo so. Fatto sta che… Bah.

Scopro cose allucinanti, lui e i video- poco raccomandabili e morali- che ha girato per internet. Lui che mi parla del sesso come se io parlassi del mio cane Africa, masturbazione, piccoli favori lavorativi (che non chiedo mai!) e così via.

Direi che è l’ora di andar via …. eh?

Ok, paga lui con una battuta del tipo

“La prossima fai te eh?” Diciamo che la prossima non ci sarà eh?  

(Ah, ovviamente, io ho proposto di pagare ma… non ha voluto)

 

Andiamo avanti o meglio usciamo dal locale.

Mi chiede un abbraccio ma che problemi hai? Un abbraccio? Tu esci con la gente e chiedi abbracci in giro? Bah. Io diffiderei da questa gente. Ovviamente gli dò una pacca. AHAHHAHAHAH Sì, una pacca del tipo “Vai con Dio, amico mio che con me stasera non ci vai”. 

 

E niente, mi riporta a casa, con non poche battute, saluto graziosamente e..

Ci vediamo tra altri 12 mesi?

 

Leggi Tutto 2 Commenti

autori emergenti,il blog di eleonora marsella,recensioni,roma,simone pinna

Substantia di Simone Pinna

Ciò che amo della mia vita sono i libri, le persone e le emozioni e trovare questi tre elementi insieme è come fare BINGO!

Simone Pinna racchiude questo e tanto altro ancora all’interno del suo libro Substantia edito da Eremen Edizioni.

Simone PinnaL’autore, classe 1989, esordisce nel mondo editoriale con un romanzo unico, ricco, fitto, incalzante. Il genere? Fantascienza, Thriller e Fantasy insieme!

I personaggi principali sono tanti e tutti sono caratterizzati da tratti e comportamenti unici. Apparentemente alcune storie, alcune persone, alcune realtà sembreranno scollegate ma.. durante la lettura del libro pian-piano verranno alla luce fattori comunicanti straordinari.

1959- Ufo abbattuto

1979- Anton appare in fin di vita (aspetto che si rivelerà- poi- essere voluto da…)

2040- Un uomo, dopo anni e anni, scopre d’esser un burattino mosso da qualcuno al di sopra di lui e di tanti altri….

Poi c’è Giada, Agatha, Massimo, il Professor Ramiro A.- uno dei protagonisti delle vicende- , Marcus, Michael, i tralicci, Roma, la Toscana, Anton, una serie di omicidi, delitti, ricerche, prove, esperimenti e…. e poi c’è la SUBSTANTIA protagonista indiscussa del romanzo, sostanza che si rivelerà essere poi… calamitante per tutto/i.

Trama, personaggi, ambientazioni, illustrazioni meritano 5 stelle su 5.

 

Come nasce il tuo libro?

Substantia nasce in modo inusuale, del tutto fuori luogo, eppure perfettamente calzante con il mio modo di essere. Il mio romanzo nasce da un incubo. Solitamente si scrivono romanzi dopo sogni particolarmente fantasiosi, attimi di profonda ispirazione o provando forti emozioni, ma nel mio caso tutti questi elementi di sono riuniti dando origine a un incubo, che mi ha sconvolto al risveglio e perseguitato per l’intera giornata.

Scrivo da molti anni, lo faccio per passione e tengo per me componimenti di ogni sorta e montagne di appunti, ma quel giorno qualcosa è cambiato, perché l’incubo chiedeva a gran voce di indagare sul motivo per cui era stato sognato e ho voluto dargli ascolto. Quella stessa sera ricevetti la conferma che dovevo scavare più a fondo da alcuni amici, a cui decisi di raccontarlo, i quali mi spiegarono che quando ci si sveglia da un sogno la mente perde immediatamente una parte dei ricordi, lasciandoci solo immagini frammentate e stralci di emozioni, ma se si prova a scrivere ciò che si è sognato il nostro cervello compie un atto eccezionale: cerca di chiudere il cerchio che è rimasto aperto, ricordando ciò che si è sognato e dando spesso un senso agli indizi di Morfeo. Cosa è accaduto a me? A dirsi parrebbe semplice, perché la mattina successiva ho provato a mettere su carta i pochi ricordi che mi rimanevano, ed è accaduto l’irreparabile! Fiumi di parole, idee, emozioni, si sono incollate ai fogli che avevo davanti e hanno continuato a sgorgare dalla mia mente per tutto l’anno successivo, dando vita a un romanzo di 340pagine.

Questo non è l’unico elemento inusuale di Substantia, perché a metà dell’opera ho sentito la necessità di dare al lettore un’esperienza “completa”, le sole parole non mi bastavano, avevo bisogno di qualcosa che veicolasse le emozioni della trama in maniera decisiva, indelebile nella mente di chi legge. È stato così che ho contattato cinque illustratori professionisti ed ho aperto una campagna di crowdfunding per pagare le spese. In meno di 40 giorni ho raccolto oltre 2000€ con i quali ho pagato gli illustratori e inviato una doverosa copia di ringraziamento ai sostenitori del progetto.

 

A quale pubblico è rivolto?

Il mio thriller è rivolto a un pubblico adulto, soprattutto per via dei contenuti, a tratti forti, che contiene. Ma al giorno d’oggi nulla vieta che un diciottenne o una quindicenne provi a leggerlo e si immedesimi in uno dei due protagonisti, o veda nei suoi gesti un suo genitore. Substantia è un romanzo duttile perché i contenuti sono alla portata di tutti, lo si può leggere solo per godersi la storia, ma il lettore che ama scavare a fondo troverà pane per i suoi denti: ho disseminato 20 indizi che compongono il disegno di una velata sottotrama, sfidando i più abili lettori di thriller a trovarli tutti per cercare di “anticipare” il finale. Per ora nessuno ci è riuscito a quanto ne so.

 

Progetti futuri?

SubstantiaNe ho molti e devo mettere in riga le idee per non perdermi nei meandri della mia fantasia, per adesso sono alla fine della stesura del mio nuovo romanzo, un thriller noir ambientato negli anni 30. Continuerò a scrivere perché mi piace farlo, lasciare che la mia mente crei cose nuove senza doverla imbrigliare mi mette addosso un senso di serenità, scarica la tensione in eccesso ed è il mio palliativo contro lo stress quotidiano. Durante quest’anno sarò presente a molte fiere del libro, quindi se volete venirmi a trovare sarò ben lieto di chiacchierare con voi: Roma, Milano, Napoli, Lucca…sarò un po’ ovunque. Ma intanto il mio più grande ringraziamento va a Eleonora, che ha condotto questa intervista dandomi la possibilità di raccontare la mia passione, e a mia moglie, che sopporta pazientemente i vaneggiamenti di uno scrittore ogni giorno della sua vita.

 

 

 

Substantia di Simone Pinna, 330 pagine prezzo di copertina E-book 2,99 E, Cartaceo 16,90 euro

 

 

Leggi Tutto Nessun Commento

10 Stylish Looks for Winter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem.

Leggi Tutto Nessun Commento

Modern Way to Live

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem.

Leggi Tutto Nessun Commento

Citytrip Amsterdam

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem.

Leggi Tutto Nessun Commento