albatros editore,alessandro volpi,recensione,romanzo,violenza

Lo stupro di ALESSANDRO VOLPI

Avete presente quella tipologia di libro che dopo aver concluso la lettura, vi lascia con un senso di abbandono e malinconia?

Ecco, il libro di cui vi parlerò in questo post, ha depositato in me un senso di sconforto, sconforto perché ho finito di leggere il libro troppo velocemente. E questo dovrebbe essere il senso di tutti i libri.

Alessandro Volpi, classe 1958, esordisce con il suo primo vero romanzo Lo stupro edito da Albatros.

foto 2

La protagonista della storia è Carol che, giovanissima, subisce una grave violenza sessuale, il padre incapace di reagire ad un’azione così forte, chiede aiuto al Lupo, esponente della Mala vita che, aiuterà Carol e la sua famiglia in questo riscatto morale.

Il libro è ricco di particolari, il punto di vista è diverso rispetto a tutti gli altri libri e cerca di spiegare anche dei meccanismi interni alla mala.

Lo scrittore che ha avuto un passato non roseo, si avvicina dapprima alle fiabe per bambini, esattamente per le nipoti, poi avanza verso una scrittura sempre più complessa, quale il romanzo.

Copertina Fronte

Come nasce Lo stupro?

<< Effettivamente non si tratta di un argomento facile da trattare, ma la mia intenzione era quella di portare alla luce il mondo sommerso e sconosciuto della vecchia malavita milanese “La Mala” rivelandone regole e tradizioni. Di questo volevo parlare e di questo ho parlato. Oltre al tema dello “stupro” ci saranno altri argomenti altrettanto scottanti (sono già pronti due racconti su “il ricatto” e “il pedofilo”) con i quali continuerò a rivelare i princìpi e le storie degli uomini di strada, delle loro emozioni e del loro modo di vivere. Questo è un mondo che conosco molto bene e credo di essere riuscito a scriverne senza troppe esaltazioni o vittimismi.>>

Ci sono elementi autobiografici?

<< Non credo di poterlo negare poiché il mio passato parla per me. Naturalmente non si tratta del caso specifico e la storia è romanzata, però i personaggi sono stati estrapolati dalla vita comune e li ho riportati affibbiando ruoli non loro. Fortunatamente l’hanno presa bene e, come me, ne hanno riso compiaciuti.>>

Cosa pensi dell’editoria d’oggi?

<< Penso non ci sia molto da commentare perché, anche qui, la crisi fa da padrona. Sarebbe fondamentale che gli italiani imparassero a leggere di più, come accade all’estero, per poi poter dare forza e sviluppo a quelle Case Editrici che vogliono credere e puntare sugli emergenti. I grandi nomi dell’editoria viaggiano in simbiosi con i personaggi famosi della politica e dello spettacolo, ignorando gli esordienti che, per farsi conoscere e pubblicare, la maggior parte delle volte devono contribuire alle spese di stampa; per loro sorge poi il problema della distribuzione nelle edicole o librerie, senza le quali non si ottiene la dovuta visibilità e, per la legge di mercato, la vendita è notevolmente ridotta (10.000 copie esposte nelle librerie sono molto più accattivanti di una semplice foto in un sito on-line).>>

Consiglio a chiunque il nuovo romanzo di Alessandro Volpi, acquistarlo è facile, è presente in tantissimi store.

http://www.ilfiloonline.it/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypage.tpl&product_id=274457887&category_id=28&option=com_virtuemart&Itemid=175&vmcchk=1

http://www.lafeltrinelli.it/libri/alessandro-volpi/crime-story-stupro/9788856770322

http://www.libreriauniversitaria.it/crime-story-stupro-volpi-alessandro/libro/9788856770322

http://www.unilibro.it/libro/volpi-alessandro/crime-story-lo-stupro/9788856770322

http://www.ebay.it/itm/Crime-story-Lo-stupro-Volpi-Alessandro-/361052221523?pt=IT_Libri_Romanzi_Narrativa&hash=item541063b053

http://www.amazon.it/Crime-story-stupro-Alessandro-Volpi/dp/8856770326/ref=sr_1_3/277-2421321-7900927?s=books&ie=UTF8&qid=1415311207&sr=1-3&keywords=Stupro

http://www.mauronline.it/libri/varie/crime-story-lo-stupro/9788856770322/

http://www.inmondadori.it/Crime-story-Lo-stupro-Alessandro-Volpi/eai978885677032/

http://www.hoepli.it/libro/crime-story-lo-stupro/9788856770322.html

http://stores.ebay.it/Bortoloso/_i.html?_nkw=crime+story+-+lo+stupro&submit=Cerca&_sid=214242751

Leggi Tutto Nessun Commento

ebook,il mondo dei sogni infranti,recensione,stephen writer

Il mondo dei sogni infranti di Stephen Writer

Un nuovo libro ha bussato alla mia porta, si tratta di Il mondo dei sogni infranti scritto da Stephen Writer ed è giovanissimo, 22 anni.

io e lucy

L’e-book ha poco meno di 40 pagine, si legge in un soffio, basta trovare una posizione comoda e in meno di un’ora sarà già nella vostra mente e nella vostra libreria personale.

Il protagonista è James che, dopo aver terminato la scuola, si ritrova quasi isolato, non cercato più dai suoi vecchi amici e compagni ; tutto comincia nel mondo dei sogni, una realtà parallela che a volte pare sostituire la vita stessa del ragazzo.

Un continuo percorso tra sogni e realtà, ricordi e pensieri che accompagnano James in un lungo tragitto dove, purtroppo o per fortuna, alla fine si ritroverà in un manicomio.

copertina 1 

Come nasce il mondo dei sogni infranti?

<<Il mondo dei sogni infranti- racconta Stephen- nasce in una parte molto importante della mia vita, dove per un breve periodo, ho messo da parte tutti i miei sogni, poi, grazie anche all’aiuto di alcune persone, che mi sono state molto vicine, ho deciso di raccogliere tutti i miei piccoli sogni, andati ” infranti ” e pezzo dopo pezzo, ricomporli. Per questo ho scelto il titolo “il mondo dei sogni infranti“. >>

Perché la scelta di un e-book rispetto ad un cartaceo?

<<Ho scelto di scrivere in e-book, perchè il mondo della letteratura di oggi, specialmente per noi giovani ed esordienti, ci ha quasi praticamente chiuso le porte, e l’e-book invece, a mio parere, è l’unico modo, che se sfruttato al massimo, ha il grande potere, di permettere di venire fuori, in maniera completamente autonoma, senza essere messi sotto da nessuno. >>

Cosa pensi del web?

<<Il web ha il grande potere, di permetterci di raggiungere persone da tutto il mondo, ha un potere enorme, dove bisogna stare molto attenti però, perchè anche nel web, è molto facile cadere in qualche trappola- conclude Stephen-. >>

I link utili di Stephen sono:

https://www.facebook.com/StepenWriter/app_251458316228

sito ufficiale qui: http://www.stephenwriter.it/2013-01-31-06-37-23/2013-01-31-06-54-32/james-hammond-il-mondo-dei-sogni-infranti.html

Leggi Tutto 2 Commenti

anna maria mazzola,ebook,febbraio,nuove uscite,recensione

Io,tu,noi di Anna Maria Mazzola

Anna Maria Mazzola, classe 1994, esordisce i primi di febbraio con un piccolo ebook da leggere tutto d’un fiato Io, tu, noi..

La protagonista è Chiara che, sedicenne, incontra il suo primo amore Angelo e un finale inaspettato coglierà il lettore di soprassalto.

Una breve storia, simpatica, scorrevole che ha visto esordire Anna Maria nel campo dell’editoria.

1014948_960146057330248_5854675455565135985_o

Come nasce Io,tu, noi..?

<<Il libro nasce da una serie di fattori, l’amore in età adolescenziale, lo sviluppo e la realtà di alcuni fattori che a volte si danno per scontati.>>

Perché in formato ebook e non cartaceo?

<<Il libro versione cartacea esiste, ma ho notato che molta gente usa la tecnologia, koobo, kindle o anche applicazioni telefoniche, quindi ho pensato di “sollecitare” questo vantaggio a coloro che fossero interessati.>>

Quanto sono importanti le esperienze della vita durante la stesura di un libro?

<< Penso che l’esperienza conti tantissimo, ma non sempre, nel senso che non ho mai incontrato uno psicopatico, eppure sto scrivendo un libro thriller..ops l’ho detto.>>

Un finale molto cruento. Perché?

<< Ho deciso di mettere un finale cruento e anche di scena, per far capire a chiunque che non tutto è scontato, non voglio essere pessimista, ma non sai mai cosa ti riserva il domani, quindi è anche un modo di incitare il lettore a non dar per scontato qualcuno o qualcosa e di agire senza continui ripensamenti.>>

Cosa bolle in pentola?

<<Per mia gran fortuna e (s)fortuna per i miei lettori sì, in pentola bolle una nuova ricetta, ben diversa dal primo libro, un thriller che non ha niente a che vedere con le psicopatologie che si vedono nei film o in altri libri, il mio assassino è un malato mentale cronico, che crede di essere perfetto in quello che fa, non aggiungo altro altrimenti svelo troppe cose!>>

Tutti i link utili di Anna Maria Mazzola:

http://www.omniabuk.com/scheda-ebook/anna-maria-mazzola/io-tu-noi-9786050355574-256295.html

https://www.bookrepublic.it/book/9786050355574-io-tu-noi/

http://www.ebook.it/S/Anna_Maria_Mazzola/Anna_Maria_Mazzola/Letteratura/ePub/Io_Tu_Noi.html

http://www.mrebook.it/ebook/__io-tu-noi1.php

http://www.weltbild.ch/3/20124167-1/ebook/io-tu-noi.html

http://www.amazon.co.uk/Noi-Italian-Anna-Maria-Mazzola-ebook/dp/B00TCZVMRY/ref=la_B00MX65HMK_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1423767428&sr=1-1

Leggi Tutto Nessun Commento

ebook,eros,lily carpenetti,onda d'amore,recensione

Onda d’amore di Lily Carpenetti

Chissà perché le storie d’amore e passioni sono sempre così gettonate, forse perché ci catapultano in realtà a noi lontane, situazioni che vorremmo vivere in prima persona oppure perché ci piace alleggerire le nostre giornate con storie appassionanti e avvincenti.

Oggi vi parlerò di una nuova storia, scritta da Lily Carpenetti, dal nome Onda d’amore.

Lilycarpenetti

Siamo nel campo degli ebooks, così veloci, rapidi e scorrevoli che quasi ti fan venire fame di….lettura.

Lily, scrittrice non per lavoro, si destreggia nel campo sociale e parole, verbi e metafore sono il suo pane quotidiano e a dir la verità….è piuttosto brava!

Onda d’amore è un ebook di sole 46 pagine, lo finirete in un’ora perché la storia è come una calamite: vi attira a se senza che voi ve ne accorgiate.

Cover senza sfumature 42 bassa

La protagonista è Aria, nome insolito ma splendido, la ragazza ha una malattia cardiaca che le impedisce di progettare un futuro lontano, facendola vivere giorno per giorno; si innamora del ragazzaccio di turno, Zeno, dal cuore tenero.

L’epilogo è al quanto insolito, io stessa mi son meravigliata…il colpo di scena finale, fa di questa scrittrice….un’autentica maga della suspense.

Come nasce onda d’amore?

<<Ho sempre diverse idee che mi frullano in testa- racconta Lily-volevo proporre un racconto alla collana Senza Sfumature della Delos e cercavo una storia d’amore delicata, così mi è venuta in mente di contrapporre una ragazza romantica a un giovane teppistello, scoprendo che in questi personaggi si nasconde molto più di ciò che appare.

Dopo averla inviata temevo però fosse troppo Rosa e non abbastanza Erotica. Invece è piaciuta e sono stata accettata. Così, sono entrata nella famiglia Delos >>.

Ci sono elementi autobiografici?

<<Nel periodo in cui ho iniziato a scrivere Onda d’Amore lavoravo come educatrice con un adolescente problematico. Il nome Zeno è uscito da quella mia esperienza, ma il carattere dei personaggi non appartiene a nessuna persona reale. Sono personaggi di fantasia.

Aria non mi somiglia per niente, anzi invidio la sua forza, mi piacerebbe essere un po’ come lei>>.

Bolle in pentola qualche altro lavoro?

<<Sto ultimando un romanzo M/M il primo del genere,- dichiara la scrittrice- entro marzo spero di riuscire a revisionarlo e inviarlo all’editore; incrociando le dita, presto potremo leggerlo.

Si tratta di una storia complessa che descrive diversi tipi di amore, ma tutti travolgenti ed eterni. Oltre alla storia dei due protagonisti, vengono approfonditi i rapporti dei loro rispettivi genitori e le loro storie d’amore>>.

Perchè la scelta del ebook rispetto la pubblicazione cartacea?

<<Purtroppo sempre più case editrici evitano il cartaceo perchè l’ebook non lascia copie invendute in magazzino. Inoltre, l’erotico punta principalmente sul digitale per offrire discrezione al lettore.

Spero un giorno di avere la possibilità di vedere un mio libro sugli scaffali delle librerie. Intanto, cerco di farmi conoscere così>>.

Vi siete incuriositi? La scrittrice è splendida, le parole scorrono e i suoi ebooks rimangono impressi nella mente del lettore, acquistarlo è semplice, basta cercare su amazon.

Ecco qui dei link utili:

https://www.facebook.com/pages/Bloodlust/137351842970995?fref=ts

http://babylily81.wix.com/virus-lite

Leggi Tutto Nessun Commento

a puntate,interview,recensione,romanzo,steve zanna

IL PATTO (a puntate) di STEVE ZANNA

Oggi vi parlerò di “scrittura a puntate”, un modo di lettura svelto e non impegnativo, il ‘rinnovatore’ di questa nuova modalità è Steve Zanna.

steve zanna

Steve nasce in Brasile a Manaus, classe 1982, trasferendosi presto a Torino, su e giù da Genova per lavoro, la scrittura è da sempre il suo modo per evadere e fantasticare.

Amante della montagna, fin da bambino ha trascorso le sue estati a Pragelato un paese della Val Chisone non lontano da Torino e proprio qui nell’estate del 2014 prende vita il progetto de “Il patto”.

Pragelato Nebbia

Come nasce la storia IL PATTO?

<<Il genere scelto è quello horror – racconta Steve- e dopo una settimana di soggiorno a cavallo tra novembre e dicembre di quest’anno inizio a scrivere. Il paesaggio, le atmosfere silenziose, le stradine vuote sono ben lontane dal clima agostano e turistico. Effettuo alcuni scatti fotografici ed uno in particolare rappresenta la chiave di volta: il paese è immerso nella nebbia mentre tutt’intorno i colori lividi dell’autunno rendono l’atmosfera maggiormente inquietante. Mi chiedo cosa potrebbe accadere sotto quella nebbia e immagino una serie di personaggi che si ritrovano per svariati motivi sulla Strada Statale che conduce a Pragelato. Scelgo un arco temporale breve: dal pomeriggio del 4 dicembre al mattino del 5. Un fotografo professionista, un rappresentante con il suo capo, due studentesse, un impiegato di banca neo trasferito nella piccola filiale si troveranno quella notte prigionieri di un incubo antico che lega alcuni abitanti del posto (la Guida, il Meccanico, ecc) ad un evento accaduto più di settant’anni prima. Dovranno affrontare non solo le paure dettate dai luoghi e dalle situazioni, ma anche i loro conflitti interiori mettendo a nudo le loro vere personalità>>.

Pensi che pubblicare a puntate sia vantaggioso o svantaggioso?

<<La pubblicazione a puntate, come noto, fu di notevole successo nel passato. Oggi, in un tempo caratterizzato dal “tutto e subito”, la mia scelta vuole essere una riproposta di quel clima dell’attesa verso un pubblico di lettori che non aprirà più un giornale domenicale, ma un sito web. Il sito certamente permette la gestione e l’aggiornamento continuo dei contenuti, ferma restando l’attesa del “cosa succederà dopo?”. La scelta della pubblicazione delle “puntate” in un giorno fisso (il mercoledì) vuole essere uno stimolo al lettore cui si offre la sicurezza che in quel dato giorno sul sito avrà una nuova parte del libro. Ovviamente anche la pagina Facebook offre un aiuto notevole nel diffondere le notizie e gli aggiornamenti del sito, grazie soprattutto all’immediatezza con cui è possibile coinvolgere i lettori facendo conoscere anche ai “nuovi” sia il sito che il progetto narrativo>>.

Pubblicherai il libro per intero a fine stagione?

<<Certamente la pubblicazione del libro completo sia online che cartaceo è uno degli obiettivi che mi sono prefissato. La pubblicazione delle puntate dovrebbe concludersi prima dell’estate, momento in cui io stesso tornerò a Pragelato per poter revisionare tutto il materiale e prepararlo per una versione definitiva in formato e-book ed eventualmente cartacea>>.

Una modalità di lettura abbandonata negli ultimi ma che, con Steve riprende a vivere, insieme al suo neo progetto IL PATTO che, riscuoterà, sicuramente grandi successi.

Il sito ufficiale è www.ilpatto.onweb.it la pagina FB invece https://www.facebook.com/ilpatto2015

copertina patto

Leggi Tutto Nessun Commento

fabio sciarpelletti,in viaggio con dante,libri,recensione,talenti

In viaggio vicino a Dante di FABIO SCIARPELLETTI

Caro lettore hai presente quella tipologia di libro che non può assolutamente mancare nella tua libreria?

Ecco, oggi ti parlerò di un romanzo che dovrai comprare, che divorerai in sole due ore perché la storia è così bella che quasi ti farà dimenticare di tutti gli impegni che avresti dovuto fare durante la lettura.

In viaggio vicino Dante è il romanzo in questione scritto da Fabio Sciarpelletti, scrittore non per professione ma per vocazione.

La storia è avvincente e ipnotizzante: Federico, uomo di successo, riceve un sms nel cuore della notte, uno dei suoi migliori amici, David, si è suicidato per via della sua omosessualità e questo episodio farà sì che lui dovrà rincontrare la sua ex compagna dopo 9 anni d’assenza. Come se non bastasse, Federico, Ginevra, Paolo e Manfredi riceveranno un messaggio dopo la morte di David con un epilogo in comune da risolvere.

Un romanzo meraviglioso, consigliato a chiunque e, per chi volesse conoscere meglio lo scrittore…..

Come nasce IN VIAGGIO VICINO a DANTE?

<<Questo romanzo- racconta Fabio- lo considero il totale frutto di un’ispirazione improvvisa. Dopo L’Orizzonte delle verità stavo facendo delle ricerche perché avevo in mente un lavoro nuovo, volevo scrivere una storia su una figura femminile e mi stavo informando su alcune bambine scomparse nel nord America. Poi all’improvviso è arrivato il ciclone che mi ha portato a scrivere in meno di quattro mesi In Treno Vicino a Dante. La prima stesura è stata buttata giù tutta di getto ed è per questo che, secondo me, risulta così scorrevole. È iniziato tutto per caso. Una sera ero andato a letto presto e stavo navigando sul mio profilo facebook. Vedo postata una mia foto di quando ero bambino e un commento di un amica dei miei genitori. La frase mi ha spaventato un po’, diceva più o meno così IO TI RICORDO COSI’, sembrava quasi un omaggio in ricordo di un defunto. Da qui l’incipit, poi tutto l’intreccio è maturato molto velocemente pagina dopo pagina. >>

Ci sono tratti autobiografici?

<< No, credo di no, anche se ognuno dei quattro protagonisti è portavoce di alcune mie visioni del mondo. Però in sincerità ti confido che tutta la storia così introspettiva ed psicologicamente motivante non sarebbe nata se non avessi frequentato per alcuni mesi una terapia di gruppo psichiatrica. Io l’ho fatto da accompagnatore-spettatore ma i problemi di quelle persone erano reali . Le loro storie così complicate si sono rimodulate nella psiche dei miei personaggi.>>

Perché il tema dell’omosessualità?

<<La risposta si collega proprio a questa esperienza. Un giorno entra nello studio dove si faceva la terapia, un ragazzo che non avevo mai visto. Quando il dottore gli ha ceduto la parola , si è presentato e ha confidato al gruppo che era mancato per un po’ di tempo perché aveva tentato il suicidio. Quel ragazzo non riusciva a vivere poiché il mondo da cui veniva non accettava la sua omosessualità. Soprattutto nella famiglia l’argomento era stato un tabù fin dalle prime confidenze e attrazioni verso ragazzi dello stesso sesso. Nel giorno del suo compleanno fuggiva in un posto dove poteva stare da solo, perché quel giorno per lui era maledetto, il giorno in cui non era nato donna>>.

Bolle in pentola qualche altro lavoro?

<< Direi di si, poiché la mente di chi scrive e di un artista in generale è sempre in movimento. Qualcuno più famoso di me diceva “ Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?”

Attualmente sto scrivendo Il Protettore degli Angeli, una storia raccontata in prima persona in cui la protagonista è un’ assistente sociale che si trova alle prese con la sparizione di tre bambine. Il problema è che l’ultima persona ad averle viste risulta proprio lei. Tutti e tre, con situazioni famigliari disagiate, erano seguite dal suo ufficio, il quale diventa oggetto di indagini e perquisizioni fino al punto di non ritorno , perché all’improvviso a scomparire sarà Ludovica, sua figlia. >>

Avete curiosità di leggere il nuovo romanzo di Fabio Sciarpelletti?

Ecco il link per l’acquisto: http://www.amazon.it/Treno-Vicino-Dante-Fabio-Sciarpelletti/dp/1503026027/ref=tmm_pap_title_0

copertina2

Leggi Tutto Nessun Commento

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2018 – P.I. 04939570752