cani,cercano casa,pelosi

Riempiti la vita..

Il solo posto al mondo in cui si può incontrare un uomo degno di questo nome è lo sguardo di un cane.
(Romain Gary)

 

Di cosa vi parlo oggi?

Vi narro di uno dei miei argomenti preferiti: i cani. E perché lo faccio? Perché ho conosciuto un meraviglioso centro addestramento per i pelosi, poco fuori Roma, gestito da Flora, una Signora alta, possente ma dal cuore dolcissimo.

I cani, che lei ha salvato, sono tanti e cercano una famiglia che possa finalmente accoglierli.

 

Grace è una splendida creatura di 1 anno, 25 kg, femminuccia che va d’accordo con maschi. Nel suo passato… viveva in una piazzola con le lucciole che di notte le facevano compagnia.

Non ama i bambini, è esuberante e gode di ottima salute. 

 

Il secondo amico a quattro zampe, di cui vi parlo oggi è Oliver : una meravigliosa creatura di 10 anni, 25 kg d’amore che cerca una famiglia

STORIA: Fino a due anni ha subìto maltrattamenti in un centro d’addestramento a causa di una perizia sbagliata. Odia il veterinario, non è un cane morsicatore e la situazione ideale è in un appartamento senza animali o bambini.

Non ha uno sguardo speciale?

 

Adesso è il turno di BRUNO ! Bruno, ha 12 anni, pesa 25 kg e è stato prima in mano ad alcune persone Rom, in seguito LEGATO per 4 anni al termosifone di una signora di Roma. Da 6 anni, ormai, vive con Flora… Adesso cerca una famiglia, che lo accolga in un appartamento, prova diffidenza verso gli umani e può vivere con femminucce di piccola e media taglia.

 

….. E non sono finiti qua i pelosi che cercano una nuova famiglia che li accolga!

Nino, 18 mesi, ritrovato in una piazzola sulla Salaria. Simil cocker pesa 12 kg e cerca una famiglia che possa amarlo. Dolcissimo, pulito e ordinato non distrugge nulla, docilissimo con le femmine, diffidenza nei bambini.

 

Lui è Fango, un cucciolone che cerca casa, pensate che è sopravvissuto alla alluvione di Saponara. Preferenza in appartamento, va d’accordo con cagnoline, non con i maschi e non  con i bambini.

 

E infine vi parlo di Orso, 50 kg d’amore, tre anni e mezzo simil maremmano.

Abbandonato nei pressi della Salaria, ha vissuto diverso tempo in una benzina della zona, abbandonato, quasi sicuramente, da un pastore perché Flora, che l’ha salvato, ha notato che Orso spesso e volentieri si dirigeva sempre verso gli stessi terreni, terreni di pascolo.

Può vivere con altre femminucce, preferibilmente in appartamento, è un cane coccolone e tranquillissimo. Parola di Eleonora 😉

 

 

La meravigliosa anima umana che accoglie queste creature si chiama Flora, ha il Centro Cinofilo L’anello di Re Salomone, in via Salaria km 20.

Cerca una famiglia per questi pelosi, non vuole far trascorrere la loro vita in questo centro addestramento e cerca persone disposte a firmare un contratto d’affidamento. Nessuna spesa richiesta per le nuove famiglie.

Pagina FACEBOOK ADOZIONI

 

P.S.

Flora cerca anche un’aiutante per la sua struttura.

  1. Donna.
  2. Massimo 55 anni
  3. Disponibilità a lavorare nel weekend
  4. Orario lavorativo spezzato

 

CENTRO CINOFILO L’ANELLO DI RE SALOMONE.

Pensione cani, gatti, recupero comportamentale.

Via Salaria Km 20, ROMA. Tel. 0688588012

 

Leggi Tutto Nessun Commento

Ambiente,forum ambiente e salute,green,Leuca,Natura,salento

Natura,ambiente e innovazione nel Salento

Finanziata con fondi regionali ed europei, per 1,7 milioni di euro, la strategia che fa scuola

 

Il parco Otranto Santa Maria di leuca – bosco di Tricase mette a punto un’altra importante vittoria sul fronte del riutilizzo razionale delle risorse, conseguendo il doppio obiettivo del riuso e della eliminazione di una deleteria interferenza costituita dallo scarico a mare dei reflui. Il progetto sperimentale presentato dall’Ente Parco ed accolto con soddisfazione dalla Regione Puglia, rappresenta una soluzione innovativa ed unica per il contrasto agli incendi, attraverso i  reflui depurati, in particolare in un’ area sensibile quale quella di Santa Cesarea Terme.

La Regione ha concesso un finanziamento pari a 1,7 milioni di euro attingendo da fondi regionali e comunitari. La strategia del Parco, premiata dalla Giunta Regionale è stata spiegata con grande soddisfazione  dall’assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Giannini e dal vicepresidente della Giunta Regionale ed assessore alla Protezione Civile, Antonio Nunziante, nel corso di una conferenza stampa tenutasi i giorni scorsi a Bari, a cui hanno partecipato il presidente del Parco ing. Nicola Panico e il Sindaco del Comune di S. Cesarea Terme dott. Pasquale Bleve.

Prima di questo progetto, le acque utilizzate per lo spegnimento delle fiamme erano approvvigionate da falde acquifere preziose per il nostro territorio già povero di acqua o attraverso  attingimento dalle scorte della Calabria, della Campania e del Molise.

Oggi grazie al lavoro dell’Ente Parco, ed a questa strategica innovazione, destinata a far scuola ed essere replicata come best practice in tutto il mondo, le acque provenienti dal depuratore di Santa Cesarea, sino ad ora sversate in mare, saranno ulteriormente affinate e serviranno ad alimentare un serbatoio in pressione direttamente collegato con una rete idrica agli irrigatori. Un importantissimo progetto, quello dell’Ente Progetto su CTRParco, che permetterà di raggiungere una serie di obiettivi in termini di impianti e tutela delle acque, sin ora biasimati anche in sede Europea.  Ma non solo allineamento al Piano di Tutela delle Acque ,ma anche azione preventiva agli incendi giacché gli irrigatori creeranno attorno alla zona boschiva di Santa Cesarea, altamente a rischio per la frequenza degli incendi prossimi ai centri abitati, una fascia di pineta con funzioni di tagliafuoco, costantemente bagnata, che farà da ostacolo al propagarsi delle fiamme che generalmente derivano dai pascoli. Ci sarà poi la possibilità che i soccorritori ( Vigili del Fuoco, Carabinieri e Arif ) attingano direttamente dai bocchettoni dell’impianto che sarà costruito vicino al depuratore.

Leggi Tutto Nessun Commento

Shakespeare Club

Dalla collaborazione fra il Cineclub Universitario del corso di laurea in Scienze della Comunicazione(progetto sostenuto dalla Fondazione Apulia Film Commission) e il corso di laurea specialistica in Traduzione Tecnico-Scientifica e Interpretariato dell’Università del Salento nasce “Shakespeare Club”, una rassegna di film inediti per l’Italia, presentati per la prima volta in edizione originale sottotitolata realizzata appositamente per la universita-del-salento-300x212rassegna.

Il ciclo di proiezioni, che si terranno dal 6 al 27 febbraio 2017, tutti i lunedì alle ore 18 presso il Cineporto di Lecce (ingresso gratuito), è dedicato ad alcuni adattamenti cinematografici del teatro di Shakespeare mai visti nel nostro Paese e caratterizzati da una forte originalità di rilettura: in Cymbeline di Michael Almereyda (2014), con Ethan Hawke, Ed Harris e Milla Jovovich, l’opera di Shakespeare è raccontata come la vicenda di una gang di motociclisti; Much Ado About Nothing di Joss Whedon (2012) è ambientato nel presente e girato in bianco e nero da uno dei più apprezzati showrunner di serie tv contemporanee (Buffy l’ammazzavampiri); A Midsummer Night’s Dream di Peter Bowker (2005) fa parte di una serie antologica della BBC, significativamente intitolata “Shakespeare Re-Told”. Questi adattamenti non convenzionali vengono messi a confronto con un adattamento storico, distribuito anche in Italia ma di rado riproposto, l’Amleto di Tony Richardson del 1969 con Nicol Williamson, Anthony Hopkins e Marianne Faithfull, opera fondamentale della British New Wave: un capolavoro misconosciuto di teatro filmato tutto costruito sui primi piani degli attori.

Ogni lungometraggio verrà accompagnato da una serie di “frammenti” shakespeariani di varia estrazione, dalla parodia alla citazione: di questa antologia fanno parte episodi dei Simpson e della serie tv britannica The Office. shakespeare

La cornice scientifica della rassegna, curata dal professor David Katan, è costituita da interventi di relatori che sono docenti nei corsi di laurea in Lingue di UniSalento e Roma Tre. La rassegna si apre con una performance teatrale ispirata a Cymbeline e realizzata dagli Unibards, gruppo formato da studenti di Lingue.

 

Programma

6 febbraio Shakespeare I

Cymbeline, performance teatrale a cura degli “Unibards”

“Cymbeline/Anarchy” (2014) di Michael Almereyda

Introduce: Maria Luisa De Rinaldis

 

13 febbraio Shakespeare II

“Hamlet” (1969) di Tony Richardson

Introduce: Robert Marcus

 

20 febbraio Shakespeare III

“Much Ado About Nothing” (2012) di Joss Whedon

Introduce: Adriana Contaldo

 

27 febbraio Shakespeare IV

“A Midsummer Night’s Dream” (2005) di Peter Bowker

Introduce: Maddalena Pennacchia

Le attività del Cineclub Universitario proseguiranno con altre iniziative nei mesi di marzo e aprile, tutti i lunedì al Cineporto di Lecce.

Leggi Tutto Nessun Commento

biodiversità,eventi,il blog di eleonora marsella,Natura,salento,tiggiano

Natura e Biodiversità nel Salento

Il Salento è una terra ricca di tradizioni, occasioni e feste di diversa tipologia.

A Tiggiano il 18 Gennaio 2017 si terrà un evento importante dove natura, cultura e biodiversità si incontrano.

 

Il 18 Gennaio torna la caratteristica sagra della pestanaca, antico rito oggi simbolo di biodiversità natura e cultura.

 

Mercoledì 18 gennaio a Tiggiano (LE), in occasione della tradizionale Sagra della Pestanaca di Sant’Ippazio, Parco Naturale Otranto- Leuca , ProLoco e Cooperativa Sociale Terrarossa, con il Patrocinio dell’ Amministrazione Comunale, animeranno il Palazzo Baronale ed il centro storico con iniziative culturali riguardanti la biodiversità ed il ritorno alla terra.

A partire dalle ore 18, la pomologica dei “frutti d’inverno” e le “tavole della biodiversità” porteranno in mostra frutti, ortaggi, cereali e legumi anticamente diffusi, che oggi sono oggetto di recupero e conservazione. Gli artisti, Alberto Piccinni e Gianluigi Lazzari animeranno il “Punto zavirna&giuggiola”, luogo di raccolta e scambio di informazioni su gli arcaici usi, curiosità e proprietà di questi due eccezionali prodotti della terra quasi dimenticati.

Alle 18.30, l’ incontro tematico “Rete dei custodi ed azioni per la conservazione delle varietà tradizionali”moderato da Francesco Minonne, responsabile scientifico del Parco Otranto – Leuca, farà il punto sui progetti Integrati per la Biodiversità della Regione Puglia, Re.Ge.Fru.P., BiodiverSO e SaVeGraIN. Ai saluti del Sindaco di Tiggiano, Ippazio Antonio Morciano, seguiranno gli interventi dei responsabili del Porogetto Re.Ge.Fru.P. e di Rita Accogli curatrice dell’ tiggianoOrto Botanico Università del Salento e Mimma Piscopiello della ProLoco di Tiggiano. Sarà poi la volta dei custodi: Ippazio Belcuore (Pestanaca di Sant’Ippazio);Giuseppe Bene (Pisello secco di Vitigliano); Giuseppe Battocchio (Cicoria Bianca di Tricase) e di Donato Nuzzo di Casa delle AgriCulture per il Vivaio della Biodiversità di Castiglione d’Otranto.

Alle ore 19.00, proiezione in anteprima de “La Pestanaca de Santu Pati”, prodotta da Terrarossa per Sapori Autentici di Comunità e SAC Porta d’Oriente, a cura di Pier Paolo Battocchio, e di : “La marcia del seme” a cura dell’Ente Parco; “Vitigliano, a terra du Piseddu cucìulu” di Cooperativa Ulisside; “La cicoria bianca di Tricase” a cura di Salento Km0 e“Diversity Food” a cura di Klesha Production.

A chiudere il programma presso gli spazi di Palazzo Baronale la presentazione del libro Varietà frutticole Tradizionali del Salento – Biodiversità Conservazione Valorizzazione – a cura di Francesco Minonne e del Progetto Mulino di Comunità di Casa delle AgriCulture di Castiglione. tiggiano

A seguire nel centro storico del paese, tra piazza De Francesco e piazza Olivieri, la tradizionale Sagra della Pestanaca, giunta alla sua diciottesima edizione. Musica e divertimento assicurato oltre che l’imbarazzo della scelta per il palato: tra i numerosi piatti e bevande che vedono la coloratissima radice protagonista della serata, imperdibili i tortelli alla pestanaca e le birre alla pestanaca e alle giuggiole preparate per l’occasione dal primo Agri birrificio del Salento “Birrificio del Capo”.

Giovedì 19 gennaio: festeggiamenti religiosi, fiera mercato e presso gli Spazi di Sapori Autentici di Comunità del Balazzo Baronale avranno luogo le votazioni popolari e la premiazione del concorsonelle scuole di Tiggiano “Tutti i colori della pestanaca” a cura di Terrarossa Cooperativa Sociale.

Un invito rivolto a locali e viaggiatori a vivere l’ esperienza di un evento che un tempo apriva la stagione agraria del Capo di Leuca e che conserva ancora oggi il rinnovato fascino della tradizione e della ruralità più autentiche.

Leggi Tutto Nessun Commento

il blog di eleonora marsella,salento

Il ritorno alla scoperta

Il ritorno nel Salento dopo tanti mesi di metropoli romana è sempre emozionante e rilassante.

 

Lo è ancor di più nel periodo natalizio perché sai che anche i tuoi cugini che vivono a Milano torneranno giù e tu sarai felice, come una bambina, perché rivivrai quegli attimi di spensieratezza andata che il tempo non può restituirti.

 

“Ele lo sai che lo zio ha piantato delle melanzane spinose?”- Mi chiede mia zia Rosaria, qualche ora dopo il mio ritorno a casa.

“Melanzane spinose? E che è ‘sta novità? Certo che se ne inventa una più del diavolo!”

“Sì, sì, ti dico che sono spinose! Guarda in giardino!”- Mi indica lei con la mano lì fuori.

 

Ed io in giardino ci vado e scopro, ancora una volta, che mio zio sperimenta e pianta continuamente cose surreali!

15970462_1909286569303792_905218550_n

Non solo scopro che nel mondo esistono melanzane spinose, scopro essere anche arrampicanti e…. resistenti a qualsiasi temperatura!

Il Salento ricoperto di neve nelle ultime ore

Il Salento ricoperto di neve nelle ultime ore

Wikipedia (credibilità.. quanto basta) cita:

Il chayote (Sechium edule) è una specie della famiglie delle Cucurbitacee, originaria del Sud America e coltivata nei paesi dell’area costiera del continente e nelle isole. Il maggior esportatore di Chayote è la Costa Rica. È conosciuto anche in Italia, dove è chiamato zucca centenaria, zucchina spinosa, patata spinosa, melanzana spinosa, melanzana americana, lingua di lupo;patanzane; in realtà è corretto chiamarlo con il suo nome italianizzato dal nome scientifico Sechium edule (quindi sechio) oppure col nome spagnolo chayote, di origine azteco (chayutli).

 

Io, semplicemente, le chiamo ‘melanzane spinose’ ed è di questo che si tratta in fondo.

 

“Zio quanto sono strane  queste melanzane, dove le hai trovate?”

“Su internetttee”- Mi risponde ed io rido come se non ci fosse un domani.

Ancora una volta penso che il web è un fantastico mondo fatto di cose, tante cose, tante novità e tanti esperimenti.

“Ma si mangiano?”- Chiedo curiosa.

“Tua zia le ha fatte fritte un giorno.. Erano buone!”

La zia ci guarda, mi guarda come a dire “ma quali buone, non si potevano mangiare!” e io sorrido, ancora una volta, pensando alla bellezza del tornare a casa, scoprire che tutto è come sempre ma con qualche piccola novità in più dettata dal mondo che cambia e evolve.

 

Il miracolo del Natale è questo: la tua casa, i tuoi affetti e le novità dei tempi.

 

P.S.

Grazie al web ho anche scoperto che per tutte le vacanze natalizie si è parlato di melanzane spinose ma…. non erano altro che zucchine ‘spinose’ 🙂 

 

 

Leggi Tutto Nessun Commento

#IoconoscoEleonora

Di tanto in tanto mi piace parlare delle idee giovanili e fresche che ci sono in giro.

Proprio qualche giorno fa ho ricevuto un piccolo pacchetto che contiene un graaaande oggetto: LA LAMPADA DE IL BLOG DI ELEONORA MARSELLA!

Di cosa si tratta?

Si tratta di…. una lampada 3D che, personalizzabile, può assumere  sei varianti diverse di colore e può tenervi compagnia anche durante il lavoro o durante il cuore della notte.

Il giovane ragazzo Simone che le realizza fa parte da oggi delle mie collaborazioni e proprio perché ritengo sia un’idea interessante la proposta è questa:

Tutti gli autori, lettori, curiosi che volessero avere una lampada personalizzata usando il codice #IoconoscoEleonora potranno ottenere 5 euro di sconto sul prezzo dell’oggetto.

 

 

In questa galleria potete vedere la mia bellissima lampada…..

Se volete la lampada del vostro protagonista, del vostro libro, del vostro cantante o qualsiasi cosa personalizzabile contattando me potrete avere 5 euro di sconto. 🙂 #IoconoscoEleonora

ioconoscoeleonora

Leggi Tutto Nessun Commento