Intervista a Valentina Marchetti

Oggi con mia grande gioia vi presento l’artista Valentina Marchetti che m’ha omaggiato di alcuni segnalibri da lei realizzati.

Sognatrice insicura! Ho mille idee, tanti progetti che spesso rimangono sul fondo del cassetto perché penso che ci sia sempre qualcuno in grado di esprimersi meglio. 

  Qual è la tua unicità?

Domanda difficile! Come detto prima, da sognatrice insicura quale sono, non credo di avere un qualcosa di unico.

Quale messaggio vuoi trasmettere a chi si ritrova tra le mani le tue creazioni?

Più che un messaggio vorrei lasciare un sorriso.

   Cosa pensi del mondo dell’HANDMADE d’oggi?

Penso che esistano tanti grandi talenti che purtroppo fanno fatica ad emergere, causa la grande produzione. Penso però che i social siano uno mezzo incredibile, se usati correttamente, per permettere di farsi conoscere e far conoscere i propri prodotti. Vedo creatività, qualità nei prodotti e voglia di emergere e vedo tante persone che creano, progettano, investono: tutto questo mi rende felice perchè significa che la fantasia è presente non solo nei bambini.       

  Dove possono trovarti?

E-mail: valentinamarchettiart@gmail.com

Instagram: ValentinaMarchettiArt

Facebook: valentina.marchetti.3954

       

Nonostante le mie insicurezze ho deciso di buttarmi in questa avventura e provare. Se il progetto funzionerà sarò contentissima, se non dovesse funzionare rimarrà comunque una bella esperienza che mi ha permesso di lavorare di fantasia e che mi ha aiutato ad uscire, un pò, dal mio guscio.

Leggi Tutto Nessun Commento

Frida Kahlo- Cosa leggere?

Dipingo autoritratti perché sono la persona che conosco meglio.

Questa è una delle frasi che ho sempre amato di Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón meglio conosciuta come FRIDA KAHLO.

Vi parlo di lei perché diversi lettori m’hanno chiesto consigli di lettura a tal proposito, così, eccomi qua con una selezione personale.

[CHIUNQUE può esser FRIDA KAHLO]

Frida nacque nel 1907 a Città del Messico, da sempre amante dei colori, dei fiori, dei paesaggi, della vita, si afferma come una delle più coraggiose artiste della sua epoca per via delle sue scelte e della sua vita.

Un evento terribile segnò per sempre la sua vita nel 1925, quando, all’età di 18 anni, all’uscita di scuola salì su un bus con Alejandro (suo fidanzato dell’epoca) per tornare a casa e pochi minuti dopo rimase vittima di un incidente causato dal veicolo su cui viaggiava e un altro mezzo.

L’autobus finì schiacciato contro un muro. Le conseguenze dell’incidente furono gravissime per Frida: la colonna vertebrale le si spezzò in tre punti nella regione lombare; si frantumò così femore e costole; la gamba sinistra riportò 11 fratture e il passamano dell’autobus le trafisse l’anca sinistra.

Subì 32 operazioni chirurgiche. Dimessa dall’ospedale fu costretta ad un riposo forzato nel letto di casa, col busto ingessato.

Per conoscere bene la vita di Frida, il rapporto con Diego, il suo impegno politico e la sua reazione nei confronti della vita vi consiglio alcuni testi:

La biografia più completa che conosco è questa che consiglio da qualsiasi punto di vista: BIOGRAFIA

Frida Kahlo è famosa per via delle sue lettere, questo è un piccolo libro molto molto molto carino: FROM FRIDA WITH LOVE; la storia di Frida con delle bellissime illustrazioni invece puoi trovarle in questo libro bellissimo.

Di recente è uscito un libro dalle CENTO DOMANDE, personalmente non l’ho ancora comprato ma lo farò presto.

[Guarda il video]

Con gli anni, ovviamente, ho collezionato tantissime cose di Frida, ecco una selezione 🙂

T-SHIRT

GONNA

VIVA LA VIDA- BRACCIALE

BORSA IN COTONE

BORSA IN COTONE

BICCHIERI

PLANNING

FODERA

TACCUINO EDIZIONE LIMITATA

Leggi Tutto Nessun Commento

“La Sellerie Limited”

Quando l’eleganza incontra l’innovazione: ecco cos’è LA SELLERIE.

Perché ve ne parlo?

Adoro condividere con voi ciò che di bello vedo, sento, tocco.

No, non solo libri ma anche artisti, artigiani, pensatori.

Che cos’è LA SELLERIE? Chi siete?

La mia azienda è la mia famiglia. La Sellerie Limited, è un sogno imprenditoriale di Lori Giuseppe, Alberto e Andrea che da anni creano borse ed accessori in pelle seguendo scrupolosamente la vera tradizione del Made in Italy.  Il nostro brand è un vero è proprio lifestyle Salentino , un modo nuovo di assaporare la nostra terra, ascoltare il rumore del mare e vivere un’esperienza magica. 

Cos’è per voi IL MADE IN ITALY?

Quando si acquista un nostro prodotto, si sta scegliendo di sostenere una piccola azienda a conduzione familiare che crede nel Made in Italy, che ogni giorno con sudore e dedizione, ricerca, crea e investe nel suo territorio. 

Un prodotto Made in Italy, racchiude in se una storia sartoriale che da anni si tramanda da padre in figlio, un’identità che tutto il mondo prova emulare, un marchio di qualità unica! Un prodotto “Italiano” è un sogno che si avvera, quando si acquista un capo fatto in Italia, si sta investendo sulla bellezza. Comprate il vero Made in Italy! 

Cosa vi differenzia da tutti gli altri?

Credo che ogni borsa, ogni marchio abbia un motivo per essere scelto. Quando sono in azienda, ciò che mi piace regalare ai miei clienti è un’esperienza unica, qualcosa che non si può trovare facilmente.  Ogni nostra creazione è per noi sacra, racchiude progetti, notti insonni e tanta ricerca. Chi sceglie una nostra borsa indossa un pezzo di storia della mia famiglia! 

Quale messaggio volete trasmettere con le vostre creazioni?

Ogni nostra collezione racchiude un messaggio. Quest’anno la scelta dei materiali, è stata dettata dalla voglia di investire su prodotti 100% naturali, che non inquinano e sono frutto del riciclo dei rifiuti. Una collezione che cerca di comunicare ad un mondo saturo di fast fashion, che anche i materiali meritano una seconda occasione. 

Tradizione e Innovazione possono ben convivere?

Noi siamo l’esempio della tradizione unita all’innovazione. Da una parte troviamo i miei genitori ovvero la tradizione, i pilastri saldi della nostra azienda, gli alberi su cui siamo maturati io e mio fratello, ovvero l’innovazione del nostro brand, grazie alla quale un prodotto pugliese viene scelto ogni ogni in tutto il mondo! Un’azienda fiorente deve guardare avanti, deve essere innovativa non dimenticando mai le sue radici ben salde alle tradizioni. 

VISITA IL LORO SITO E CON IL CODICE MARSELLA AVRAI LO SCONTO 🙂

Imprenditoria in Salento: com’è?

Io da buon Salentino credo e sono portavoce della nostra Terra. Se si ha la possibilità di potersi stabilire qui e se si crede in ciò che si fa, il Salento è la culla perfetta per i sognatori, la dimora stabile delle idee, ogni suo scorcio infatti è pane per i denti di ogni creativo. Il Salento è il mecenate di chi ha voglia di investire, di sentirsi libero di amare la sua terra ed il suo lavoro.

Per concludere vorrei ringraziare Eleonora, grande amica, artigiana della cultura. Una mia forte sostenitrice ed amica che sceglie e ama follemente la sua terra ed il Made in Italy. Persone come lei sono la linfa vitale della cultura

VISITA IL LORO SITO E CON IL CODICE MARSELLA AVRAI LO SCONTO 🙂

Leggi Tutto Nessun Commento

“Fiabe per adulti consenzienti” di Guido Catalano

Guido Catalano, classe 1971, torna nel mondo editoriale con un nuovo testo pubblicato con Rizzoli dal titolo “Fiabe per adulti consenzienti” con illustrazioni di Marco Cazzato.

Fiabe d’amore, fiabe dell’orrore, fiabe di fantascienza, fiabe di guerra, fiabe di attualità, fiabe di costume e società: fiabe per tutti i gusti, fiabe per tutte l’età.

Le fiabe son scritte con ironia, personaggi simpatici e linguaggio fresco: adulti, bambini, neonati? Non importa. Basta leggerle.

I testi sono impreziositi dalle meravigliose illustrazioni di Marco Cazzato, illustratore per il Corriere, La Stampa, Neri Pozza e numerose altre collaborazioni.

Guido Catalano ha uno stile unico, conosciuto per le sue diverse pubblicazioni con questo progetto ha dato un valore aggiunto al mondo delle fiabe.

Delle illustrazioni ho apprezzato la spontaneità delle rappresentazioni secondo gli occhi di Marco Cazzato.

In cerca di un libro divertente?

Potrebbe esser questo!

Leggi Tutto Nessun Commento

“Mantieni il bacio- Lezioni brevi sull’amore” di Massimo Recalcati

Quando sento parlare di Lacan mi emoziono sempre.

E devo dire grazie al mio Docente Mimmo Pesare: è suo il merito di questa mia passione nata durante gli anni in cui studiai presso l’Università del Salento.

Così di recente ho comprato il libro di Massimo Recalcati “Mantieni il bacio- Lezioni brevi sull’amore” dove, appunto, Lacan vien citato con frequenza.

Chi è Massimo Recalcati?

Di lui ho letto diversi libri poiché è uno psicanalista italiano attivo in diversi campi: dalla formazione alla stesura di saggi dove, di frequente, vengono analizzate le figure familiari.

Ho iniziato questo libro diversi giorni fa e ho centellinato le pagine: ho continuamente sottolineato numerose parti del testo e sento la necessità di divulgare questo scritto perché tutti noi abbiamo un approccio diverso all’amore ed è interessante come Massimo Recalcati li analizza, ne porta esempi, estratti di altri autori e citazioni di vario genere.

La promessa, Il desiderio, I figli, Tradimento e perdono, La violenza, Separazioni, L’amore che dura: questi i capitoli narrati dall’autore.

AMAZON

Tra le frasi più interessanti:

“Un amore può sempre finire ; ma il tradimento non implica necessariamente la fine di un amore”.

Nel testo si parla della ferita che diventa poesia e viene raccontata l’arte del Kintsugi dove il vaso non è più lo stesso, non è più quello di prima.

Viene analizzata la figura dell’amante secondo una chiave di lettura che non avevo mai considerato dove libertà e proprietà si incontrano e danno vita all’ambizione, l’ambizione dell’amante stesso.

“L’amore, da balsamo, può diventare una tortura”.

Alla fine del libro una parte interessante è dedicata alla parola ANCORA che, per Lacan, è la parola fondamentale dell’Amore.

Di tanto in tanto carico alcune letture sul mio canale YOUTUBE

Amazon

Leggi Tutto Nessun Commento

“Stai zitta” di Michela Murgia

Michela Murgia, nota nel mondo editoriale, televisivo e attivista, pubblica un nuovo libro dove la donna n’è protagonista.

“Stai zitta e altre nove frasi che non vogliamo sentire più” pubblicato con Giulio Einaudi.

L’autrice effettua un’analisi dettagliata dell’uso di determinate parole all’interno della nostra società, analizzando con fatti e numeri come le donne vengono percepite ogni giorno all’interno di ceti sociali, lavorativi e quotidiani.

Ogni capitolo è arricchito dalle mitiche illustrazioni di Anarkikka che donano alle parole una capacità espressiva CHE ADORO.

Stai zitta, Ormai siete dappertutto, Come hai detto che ti chiami?, Brava e pure Mamma!, Spaventi gli uomini, Le donne sono le peggiori nemiche delle altre donne, Io non sono maschilista, Sei una donna con le palle, Adesso ti spiego, Era solo un complimento, Sono solo parole.

Ecco ciò che leggerai comprando questo libro.

AMAZON

Sei pronto ad un’analisi sociale? Antropologica? Sentimentale?

Numerose sono state le parti del libro di Michela Murgia ad avermi colpito.

Matita e evidenziatore sono stati miei amici fedeli durante la lettura, in particolar modo un passaggio interessante è il seguente:
“Per le donne è praticamente impossibile riuscire a farsi chiamare col cognome o con il titolo professionale”.

M’ha fatto molto riflettere questo aspetto poiché son rare le chiamate di lavoro in cui qualcuno esordisce chiamandomi “Dottoressa Marsella”.

Hai ancora DUE MINUTI?

Ho registrato un video 🙂

Leggi Tutto Nessun Commento

Collaborazioni

Amm Beat Radio Logo
Youbee Logo
Logo Rtl
Radio Godot Logo
Logo Paeseroma

Il Blog di Eleonora Marsella – © 2020 – P.I. 04939570752

Privacy Policy